banner living 115x60 TRIENNALE 115x60 MAXXI 115x60 PALAZZO REALE 115x60

Caffè Concerto Cucchi: L’Antico Setificio Fiorentino al Salone del Mobile | 3-29 aprile

L’Antico Setificio Fiorentino al Salone del Mobile 2019:

Caffè Concerto Cucchi

3 – 29 aprile 2019

Pasticceria Cucchi – Corso Genova, 1

caffè concerto cucchi - illustrazione rettangolare mediumL’architetto Cristina Celestino per il suo Progetto Pasticceria Cucchi, ha scelto Antico Setificio Fiorentino, per realizzare alcuni importanti dettagli tessili per la realizzazione di tendaggi, vetrine e sedute.

Per questo progetto sono stati scelti due tessuti con consistenze differenti quasi a creare un gioco di pesantezze. Sara così che la leggerezza del “Nemour” prodotto con il più fine filo di seta esistente, su antico telaio del 1800 e creato per la famiglia dei Duchi di Nemour, verrà abbinato allo spessore del velluto. Non solo le pesantezze dei due tessuti saranno differenti ma anche i colori creeranno un gioco di luci e riflessi, dalle nuances romantiche del corallo, del fuxia e dell’acqua marina del prezioso Nemour abbinato alle eccellenti brillantezze del bordeaux e del rosa antico dei velluti.

un progetto speciale di Cristina Celestino

Cristina Celestino prosegue la sua personale rivisitazione dei luoghi simbolo della città di Milano con il progetto per la storica Pasticceria Cucchi.

La designer - come già aveva fatto con Tram Corallo durante la MDW 2018 - omaggia Milano senza veli di nostalgia e, ispirandosi al tema del “Caffè Concerto”, reinventa un luogo iconico della città.

Il progetto è totale e coinvolge gli interni, le vetrine e il dehors esterno, arrivando a toccare ogni attività della pasticceria, dalle uniformi del personale, fino al design di alcuni dolci e ai dettagli legati alla mise en place.

Il concept

La visione di Cristina Celestino per Pasticceria Cucchi è uno scambio creativo tra passato e presente, con lo sguardo proiettato al futuro: il progetto vive di riferimenti eclettici, che attingono liberamente dagli interni degli storici caffè concerto, dall’estetica del mondo della pasticceria e dal variopinto vocabolario personale della designer.

Cristina immagina il Caffè Concerto Cucchi come un’oasi urbana ispirata ai colori e alla tecnica dell’arte pasticcera, proiettando le atmosfere dei Cafè Chantant in uno spazio vibrante, caratterizzato da interventi cromatici e materici inaspettati. Negli ambienti convivono sapientemente materiali pregiati, colori vivaci e texture differenti - senza rinunciare a spunti ironici.

Il progetto

Ogni intervento della progettista per Caffè Concerto Cucchi è un delicato equilibrio di intarsi, che ritroviamo in assemblaggi invitanti, stratificazioni, policromie.

Un esempio è il paravento “Mirage” che scandisce gli spazi interni, realizzato con una combinazione a più livelli di fili di paglia colorati, la carta da parati in seta “Oasi”- che fa da sfondo alla Sala da tè - che unisce ricami e superfici metalliche - o il piano ideato per i tavolini “Canditi” del dehors, realizzato con preziosi intarsi di marmi policromi.

Il lavoro sugli interni si compone di elementi ideati ad hoc o selezionati con cura dalla designer che abbracciano gli storici ambienti della pasticceria, reinventati fino al più piccolo dettaglio: dalla moquette intarsiata con pere oversize, alle uniformi del personale, disegnate da Massimo Giorgetti, fino al packaging dei dolciumi. Le scatole della pasticceria, in tre diversi formati, vengono ridisegnate con un pattern elegante dove si incontrano geometrie e illustrazioni di lamponi.

Le nuove box decorano lo spazio in una composizione sul mobile retro bancone e sono pensate anche come souvenir del progetto per i clienti.

Una selezione di dessert, dai monoporzione alle classiche torte, viene reinventata dalla progettista insieme ai maestri pasticceri di Cucchi e diventa un dolce simbolo di Caffè Concerto Cucchi.

L’allure classica tipicamente milanese della pasticceria viene coinvolta in un gioco di mimesi e svelamento grazie ad interventi creativi e di ispirazione surreale: nella Sala da tè, cuore della pasticceria, troneggia un’imponente palma tropicale e l’ambiente viene illuminato da lampade in vetro soffiato il cui volume ricorda la capsula di papavero; le sedie originali del locale si ritrovano vestite da un abito in velluto con spacco posteriore; i tavolini in legno degli interni rivelano nuovi piani in specchio colorato rosato; ricche passamanerie con fili metallici decorano i mobili sul retro dei banconi e seducenti composizioni floreali decorano lo spazio.

Pasticceria Cucchi - Corso Genova, 1 - Milano

Aperti da martedì a domenica - dalle 7 alle 22

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Casa