Cernobbio. Lake Como Waves: correnti d’acqua

Lake Como Waves: correnti d’acqua

Cernobbio. Nell’affascinante cornice di Villa Erba a Cernobbio sabato 7 settembre dalle 14.30 all’1.00 del mattino prende il via Lake Como Waves – correnti d’acqua, una giornata a ingresso libero, aperta a tutti: intrattenimento, confronti e riflessioni per celebrare l’acqua, elemento identitario del territorio lariano. La manifestazione, nuovo progetto culturale ideato e organizzato da OLO Creative Farm e prodotto da Villa Erba S.p.A. e con il contributo del Comune di Cernobbio, vuole dare una nuova “forma” all’acqua portandone una diversa visione, fruibile a tutti – grandi e piccoli, in un luogo iconico e incantevole. Risorsa spontanea, fonte di vita e di sviluppo: in questa giornata, sarà possibile ritrovare la consapevolezza, spesso perduta, del più importante degli elementi, l’acqua.
Il programma propone un susseguirsi “no stop” di eventi (per alcuni è richiesta la prenotazione) rivolti ad un pubblico trasversale di adulti, ragazzi e bambini accomunati dalla curiosità di voler vivere una giornata diversa, divertente ed educativa allo stesso tempo e con l’ambizione di lasciare al pubblico qualche spunto di riflessione sull’inestimabile valore che ha l’acqua nella vita di tutti noi.
Entrando nel vivo del programma, la Sala Feste al piano terra della Villa storica ospiterà la sezione “dialoghi d’acqua, moderati dal giornalista Alessandro Ronchi, conversazioni che analizzano il tema da svariati punti di vista. Il primo incontro è con il fotografo Pietro Formis e il biologo Emilio Mancuso: un viaggio nel mondo marino attraverso le forme, i colori, le luci e i comportamenti delle creature acquatiche. Segue Francesco Memo, responsabile della Direzione Comunicazione alla Centrale dell’Acqua di Milano MM Spa e Docente di Sociologia urbana al Politecnico di Milano che illustrerà l’attività di educazione e informazione messa in campo dalla Centrale su questi temi.
Silvia Bonfanti, fisica e ricercatrice al Centro per la Complessità e i Biosistemi dell’Università di Milano presso il Dipartimento di Fisica, attraverso fotografie, racconti ed esperimenti live dimostrerà come le forme dell’acqua non siano solo formule fisiche ma anche opere di simmetria, arte e bellezza. L’utilizzo artistico di questo elemento verrà affrontato da Claudia Cattai, responsabile della strategia e dello sviluppo del business per Balich WorldWide Shows, con l’analisi degli eventi iconici più spettacolari come l’indimenticabile palco sull’acqua dei Pink Floyd nel 1989 a Venezia. E, ancora, si parla di acqua, identità e migrazioni nella cultura visiva asiatica contemporanea con il critico d’arte Riccardo Conti e di “diritto all’acqua” con il giornalista e geografo Emanuele Bompan e la ricercatrice Mariarosa Iannelli. La Sala Lettura, la Biblioteca e i Sotterranei della Villa ospiteranno installazioni artistiche di grande impatto visivo e sonoro: tra queste l’installazione multimediale e interattiva di Collettivo Agata, attraverso la quale il pubblico potrà in prima persona sperimentare la generazione sonora che deriva dall’acqua e l’installazione audio video Sorgente, con la rappresentazione virtuale di un pozzo che trascina l’osservatore nelle profondità delle viscere della terra.
La Sala della Musica sarà, al contempo, scenario di un’originale mostra personale di fotografie subacquee di Pietro Formis insieme alla presentazione del suo libro “Acqua, misteri del mondo sommerso” (Daniele Marson editore) dedicato a forme, colori, luci e comportamenti delle creature acquatiche.
Con riferimento al mondo editoriale, grazie ad una partnership con la Feltrinelli di Como, nella Villa antica sarà presente un corner dedicato alle pubblicazioni più significative sul tema dell’acqua.Ad arricchire il palinsesto della manifestazione saranno i numerosi laboratori (creativi e non): sessioni di water yoga per adulti e bambini tenuti dall’Associazione Soham, un laboratorio di bolle di sapone giganti con il Bollaio Matto, laboratori per bambini e ragazzi sulla tecnica artistica dell’acquarello, della pittura ad acqua e della Cianotipia (antica tecnica di stampa), a cura dell’Associazione Luminanda.
Al calar del sole fino a notte fonda, la kermesse vedrà il suo momento clou sul suggestivo palco sull’acqua posizionato di fronte alla Darsena che offrirà al pubblico un’esperienza indimenticabile: si potrà, infatti, gustare il tramonto in riva al lago ascoltando suoni acquatici e ritmici del Collettivo La Foret con DJ Donut, vivere un magico spettacolo narrato di bolle di sapone, immergersi in un viaggio sonoro alla ricerca di una nuova coscienza dell’acqua con l’arpista Mar Azul accompagnato da Josue Arias, fino a sperimentare – in chiave artistica e musicale – le principali forme dell’acqua che si trovano in natura con il progetto Stadi H di Cucina Sonora (Pietro Spinelli), un pianista che unisce il classico al contemporaneo.www.lakecomowaves.it

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Eventi