TRIESTE. INCONTRI DI FUTUROLOGIA DOMENICA 3 NOVEMBRE| TEATRO MIELA | DALLE 10 ALLE 13

Trieste scienze fiction festival

INCONTRI DI FUTUROLOGIA

DOMENICA 3 NOVEMBRE | TEATRO MIELA | DALLE 10 ALLE 13

EMERGENZA CLIMA E SCIENZA DELL'IPERSONNO:

L'IBERNAZIONE PER MIGRARE IN ALTRI MONDI

Domenica 3 novembre gli Incontri di futurologia - al Teatro Miela - si aprono all'insegna del clima  e di viaggi interplanetari.
Siamo nel pieno di una crisi climatica che minaccia centinaia di migliaia di specie viventi e l’abitabilità dell’unico pianeta che abbiamo. Siamo sull’orlo di un collasso ecologico e sociale. Non c’è più tempo da perdere.
Altrimenti non ci resterà che migrare in altri mondi?

Alle 10 di cambiamenti climatici discutono la ricercatrice Erika Coppola del Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam, e Nicola Brunialti, poliedrico autore per la televisione, il teatro e la pubblicità - sua con Simone Cristicchi il successo di Sanremo 2019 “Abbi cura di me”. Al pubblico del Festival Brunialti presenta il libro per ragazzi/e "Saturnino. L'alieno venuto dalla Terra" e il romanzo "Il paradiso alla fine del mondo". Mentre la ricercatrice ci aiuterà a capire l’attività trentennale del gruppo intergovernativo di esperti sul clima delle Nazioni Unite (Ipcc) che ci sta mettendo in guardia su come il riscaldamento del pianeta stia paurosamente accelerando sotto i nostri occhi.
A seguire - alle 11 - con Matteo Cerri, dell'Università di Bologna, andremo verso Marte e oltre grazie all'ibernazione. Il ricercatore presenta il libro "La cura del freddo" accompagnandoci alla scoperta dell'ipersonno che spalanca le porte all’esplorazione del sistema solare.
Se la fantascienza aveva già anticipato l'uso di questa tecnologia, oggi si è vicini a sbloccare il mistero di questo stato fisiologico che spesso conosciamo con il nome di letargo, e che potrebbe rivoluzionare non solo le imprese spaziali ma anche la medicina.
La mattinata si chiude con il cinema e con i registi di Spazio Corto.

Gli incontri sono a ingresso gratuito.
Qui tutto il programma: https://www.sciencefictionfestival.org/futurologia/

DOMENICA 03 NOVEMBRE

10.00 – Migranti spaziali: i cambiamenti climatici ci costringeranno a raggiungere altri universi?
Una scienziata e un poliedrico autore (sua, con Simone Cristicchi, la canzone «Abbi cura di me») si confrontano su un tema davvero caldo: il clima che cambia e, insieme a guerre e povertà, costringe a lasciare il proprio “mondo” perché invivibile.
con
Nicola Brunialti, scrittore, autore di “Saturnino”
Erika Coppola, ICTP
Modera
Simona Regina, giornalista scientifica

Film:
Aniara 02/11, ore 22.00 – Il Rossetti

11.00 – Ibernati nello spazio. Come l’ipersonno può diventare una risorsa per percorrere distanze siderali
Verso Marte e oltre. Non solo fantascienza. Un excursus delle recenti scoperte scientifiche relative all’ibernazione che apre possibilità straordinarie spalancando le porte all’esplorazione del sistema solare.
con
Matteo Cerri, Dipartimento di scienze biomediche e neuromotorie, Università di Bologna, autore di “La cura del freddo”
Modera:
Simona Regina, giornalista scientifica

12.00 – Realtà parallele e limiti immaginati
I registi di Spazio Corto si confrontano sulla loro percezione dei confini del reale.
con i registi di Spazio Corto
Modera
Luca Luisa, Trieste Science+Fiction Festival

 

Tutti gli incontri sono a ingresso libero

INCONTRI DI FUTUROLOGIA

DOMENICA 3 NOVEMBRETEATRO MIELA | DALLE 10 ALLE 13

EMERGENZA CLIMA E SCIENZA DELL'IPERSONNO: L'IBERNAZIONE PER MIGRARE IN ALTRI MONDI

 

Domenica 3 novembre gli Incontri di futurologia - al Teatro Miela - si aprono all'insegna del clima e di viaggi interplanetari.
Siamo nel pieno di una  crisi climatica che minaccia centinaia di migliaia di specie viventi e l’abitabilità dell’unico pianeta che abbiamo. Siamo sull’orlo di un collasso ecologico e sociale. Non c’è più tempo da perdere.
Altrimenti non ci resterà che migrare in altri mondi?
 
Alle 10 di cambiamenti climatici discutono la ricercatrice Erika Coppola del Centro Internazionale di Fisica Teorica Abdus Salam, e Nicola Brunialti, poliedrico autore per la televisione, il teatro e la pubblicità - sua con Simone Cristicchi il successo di Sanremo 2019 “Abbi cura di me”. Al pubblico del Festival Brunialti presenta il libro per ragazzi/e "Saturnino. L'alieno venuto dalla Terra" e il romanzo "Il paradiso alla fine del mondo". Mentre la ricercatrice ci aiuterà a capire l’attività trentennale del gruppo intergovernativo di esperti sul clima delle Nazioni Unite (Ipcc) che ci sta mettendo in guardia su come il riscaldamento del pianeta stia paurosamente accelerando sotto i nostri occhi.

A seguire - alle 11 - con Matteo Cerri, dell'Università di Bologna, andremo verso Marte e oltre grazie all'ibernazione. Il ricercatore presenta il libro "La cura del freddo" accompagnandoci alla scoperta dell'ipersonno che spalanca le porte all’esplorazione del sistema solare.
Se la fantascienza aveva già anticipato l'uso di questa tecnologia, oggi si è vicini a sbloccare il mistero di questo stato fisiologico che spesso conosciamo con il nome di letargo, e che potrebbe rivoluzionare non solo le imprese spaziali ma anche la medicina.

La mattinata si chiude con il cinema e con i registi di Spazio Corto.


Gli incontri sono a ingresso gratuito.

Qui tutto il programma: https://www.sciencefictionfestival.org/futurologia/

 

DOMENICA 03 NOVEMBRE

10.00 – Migranti spaziali: i cambiamenti climatici ci costringeranno a raggiungere altri universi?
Una scienziata e un poliedrico autore (sua, con Simone Cristicchi, la canzone «Abbi cura di me») si confrontano su un tema davvero caldo: il clima che cambia e, insieme a guerre e povertà, costringe a lasciare il proprio “mondo” perché invivibile.
con
Nicola Brunialti, scrittore, autore di “Saturnino”
Erika Coppola, ICTP
Modera
Simona Regina, giornalista scientifica

Film:
Aniara 02/11, ore 22.00 – Il Rossetti

11.00 – Ibernati nello spazio. Come l’ipersonno può diventare una risorsa per percorrere distanze siderali
Verso Marte e oltre. Non solo fantascienza. Un excursus delle recenti scoperte scientifiche relative all’ibernazione che apre possibilità straordinarie spalancando le porte all’esplorazione del sistema solare.
con
Matteo Cerri, Dipartimento di scienze biomediche e neuromotorie, Università di Bologna, autore di “La cura del freddo”
Modera:
Simona Regina, giornalista scientifica

 

12.00 – Realtà parallele e limiti immaginati
I registi di Spazio Corto si confrontano sulla loro percezione dei confini del reale.
con i registi di Spazio Corto
Modera
Luca Luisa, Trieste Science+Fiction Festival



--

 

Tutti gli incontri sono a ingresso libero
Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Eventi