Lexus ES La nuova berlina ibrida da 218 CV

Lexus ES

La nuova berlina ibrida da 218 CV

Lexus ES

In Europa sostituisce la GS, berlina molto apprezzata per le sue doti dinamiche, in Italia arriverà solo la versione ibrida ed è appena stata commercializzata, vediamo le sue caratteristiche. In vendita da settembre 2018, la nuova berlina media di lusso giapponese è una novità assoluta poiché questo modello adotta per la prima volta il pianale a trazione anteriore, dunque non scarica la potenza sulle ruote posteriori come avveniva per la GS. Altra novità interessante è che per la ES è stata progettata una piattaforma molto evoluta che garantisce la stessa rigidità strutturale di quella a trazione posteriore utilizzata per la coupé LC e l’ammiraglia LS. Pensate che sulla versione F Sport è possibile avere le sospensioni a smorzamento controllato! Bella, filante, elegante e sportiva... la guardi da ogni angolo e non trovi un difetto nel design, molto curato in ogni dettaglio. Linee tese, ma che a volte si mescolano sapientemente a linee più morbide, che creano un mix complesso, ma mai eccessivo. Il posteriore presenta una sorta di alettone nella parte superiore del baule che la rende leggermente massiccia, ma il design sottile dei fanali posteriori, insieme al frame in acciaio lucido che percorre l’intera larghezza dell’auto, alleggeriscono questo effetto rendendo il tutto molto fluido. Bello invece il frontale (fari a LED molto slanciati, dall’inconfondibile family feeling), slanciato, aggressivo e sfuggente, con l’immensa mascherina “a clessidra” tipica del linguaggio estetico degli ultimi modelli di questo brand.

Per dimensioni e prezzo sfida il meglio del segmento, cioè Mercedes classe E, Audi A6 e BMW serie 5, infatti con i suoi 496 cm di lunghezza, 187 cm di larghezza e un passo di 287 cm garantisce un abitacolo comodo sia davanti che dietro, garantendo ampio spazio a tutti i suoi occupanti. Forse la linea spiovente del tetto, che rende la vista laterale molto slanciata, potrebbe creare qualche problema ai passeggeri più alti che siedono dietro. L’abitacolo, come di consueto in casa Lexus, è ben fatto, i materiali sono morbidi, i pellami di alta qualità, le plastiche ben assemblate e tutto si trova al posto giusto. Il design del cruscotto è molto bello, leggero e i numerosi pulsanti sono studiati per agevolare il guidatore, oltre che molto intuitivi e ben fatti... presente uno “schermo touch” di 12,3” posto nella parte alta della consolle, dunque ben visibile in ogni circostanza di guida.

Come ho scritto in apertura, in Italia sarà distribuita solo la versione ibrida, chiamata ES 300h, equipaggiata con un valido motore a benzina 2.500 cc a ciclo Atkinson (che risulta leggermente più economico rispetto ai tradizionali motori a benzina) abbinato ad un’unità elettrica, più compatta rispetto al precedente modello, che dovrebbe garantire, dati del costruttore, un consumo medio di 20 km/l per una potenza totale di ben 218 CV, niente male! Grazie al pacco batterie di dimensioni ridotte, poste sotto il divano posteriore, nessuno spazio viene “rubato” ai bagagli, garantendo spazio a sufficienza per trasportare tutto il necessario. Inutile dire che il comfort di marcia è veramente elevato, si viaggia nel silenzio, avvertendo solo qualche fruscio aerodinamico e il rotolamento delle gomme sull’asfalto, ma solo ad andature elevate, nel traffico cittadino gli ospiti possono chiacchierare a voce bassa, senza essere disturbati, questo è uno dei tanti vantaggi di viaggiare su un’automobile ibrida!

Luca Medici

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Eventi