NUOVA LEXUS UX HYBRID Il primo crossover compatto della casa nipponica

Milano 24orenews Maggio 2019 - LEXUS UX r

NUOVA LEXUS UX HYBRID

Il primo crossover compatto della casa nipponica

A cura di Luca Medici

La gara si fa dura quando un brand di lusso come Lexus decide di gettarsi in un segmento molto affollato come quello dei crossover premium di “taglia media” dove le concorrenti sono Audi Q3, Volvo XC40, Mercedes GLA, Bmw X1 e Jaguar E-Pace. Ma vediamo nel dettaglio come ci è riuscita. Prima di tutto va detto che la UX (sta per urban crossover) viene proposta con un unico motore naturalmente ibrido! Sotto il cofano troviamo un motore a benzina due litri (1.987 cm3) a ciclo Atkinson più due motori elettrici per un totale di 184 CV che garantiscono uno spunto di tutto rispetto per un’auto ibrida. Il cambio è il già noto e-Cvt a variazione continua che, nonostante i continui aggiornamenti, non è mai piacevole come un cambio automatico di ultima generazione, l’effetto “elastico” si sente ancora molto, ma è la soluzione che il gruppo Toyota utilizza da sempre sulle sue ibride.

Nota di merito invece per il telaio, che utilizza la piattaforma Tnga di ultima generazione, denominata Ga-C, che divide con le cugine C-HR, Corolla e Prius. I consumi sono stati messi al centro del progetto garantendo una media di tutto rispetto, soprattutto in città, infatti la casa dichiara un consumo medio di ben 23,3 km/l (che in realtà rilevati sono 16,3 km/l, comunque un dato molto buono per il tipo di auto) ed emissioni di CO2 pari a 146 g/km (dichiarato 97 g/km), in questo caso si potrebbe fare molto meglio. L’offerta è molto ampia, un solo motore, ma molte scelte. Si parte dalle versioni a due ruote motrici (2WD) in allestimento Business, Executive, Premium, F Sport e Luxury fino ad arrivare, nei medesimi allestimenti (escluso Business) alle quattro ruote motrici (4WD) con prezzi che partono da € 37.900 fino ad arrivare a € 49.900, optional esclusi. Chiamarla entry level non è corretto poiché la nuova UX è in realtà una NX/RX in formato ridotto infatti per accuratezza di realizzazione, optional offerti e soluzioni tecnologiche d’avanguardia ricorda molto le sorelle maggiori.

L’abitacolo è molto curato e ben rifinito, non raggiunge i livelli di charme delle sorelle maggiori, ma si difende bene. I tasti sono molti, ma intuitivi, il cockpit è studiato in modo da essere rivolto al guidatore e la visibilità è buona in tutte le direzioni, complice la carrozzeria compatta lunga 4,5 metri. Lo spazio per i passeggeri è sufficiente, non grande, ma l’ergonomia generale è buona; se proprio devo fare un appunto negativo è sul baule. Sembra che gli Ingegneri si siano dimenticati di questo spazio! Piccolo? Peggio, piccolissimo, oltre alla scomoda soglia alta la capacità complessiva è di soli 189 litri (+ altri 58 litri sotto il pavimento dove c’è un altro vano per accogliere piccoli oggetti), praticamente un baule da utilitaria, un vero peccato. Le cugine C-HR e Corolla fanno molto meglio, 377 litri la C-HR e 361 litri per la Corolla. Per un’auto votata ad un utilizzo cittadino e anche per brevi viaggi un baule come questo è veramente poco capiente e sfruttabile!

Un altro grosso difetto, comune ad altri modelli di casa Lexus e Toyota, è l’impianto infotainment. Molto scenografico lo schermo da 10,2 pollici, ma non all’altezza della miglior concorrenza. Il touchpad montato sul tunnel centrale, simile ad un mouse (che controlla il puntatore) non brilla per precisione e complica semplici funzioni che in realtà dovrebbe semplificare. Inoltre non sono supportati CarPlay e Android Auto che per un’auto di questo genere è una mancanza inaccettabile. Molto bene invece la ricarica wireless per lo smartphone e il fantastico impianto hi-fi Mark Levinson con 14 altoparlanti che viene offerto come optional al già valido impianto di serie. Pochi gli optional, tutti consigliati e ottima la dotazione di sicurezza di serie che comprende tutti i sistemi ADAS compresi nel Lexus Safety system +, airbag anteriori e posteriori, cruise control adattivo e molto altro.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

tratto da Milano 24orenews Maggio 2019

Cover MI24 Maggio 2019

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Eventi