Fantacalcio: i consigli su chi puntare per una rosa super

Fantacalcio - i consigli su chi puntare per una rosa super

Il fantacalcio non è solo un gioco, è una vera e propria passione per milioni di appassionati. I più esperti ci giocano da quasi trent'anni. Già perché il fantacalcio fu un'invenzione di Riccardo Albini negli anni Ottanta. Il giornalista milanese ebbe l'idea di un concorso basato sullo sport più popolare in Italia, il calcio, dopo un viaggio negli Stati Uniti. Negli States, Albini si accorse che tantissimi appassionati giocavano a fantasy games basati sugli incontri di baseball, basket o football americano. Sport che offrivano una grande base statistica, al contrario del calcio di allora. Così il giornalista pensò a come adattare algebricamente gli eventi di una partita a un gioco manageriale: ecco allora punti in più per i gol segnati e i rigori parati, punti in meno per gli autogol, le reti subite, i rigori sbagliati e i cartellini. Nel 1990 scrisse un vero e proprio manuale del fantacalcio, con tanto di regolamento sulla composizione delle squadre e l'organizzazione dei campionati. Il fantasy game sul calcio prese così piede tra i gruppi di amici. Nacquero la modalità dell'asta per contendersi i giocatori della Serie A, la divisione originaria dei ruoli e partirono i primi tornei privati, a scontri diretti, con le fasce dei punteggi a stabilire il numero dei gol (66 punti un gol, 72 punti 2 gol e così via).

La passione per questo gioco è però rimasta immutata. Ma come si vince al fantacalcio? Seguendo i consigli sul Fantacalcio del sito specializzato Bottadiculo.it.

I portieri

In primis bisogna acquistare tre portieri di sicuro affidamento. Le due opzioni sono semplici: prendo tutti i portieri della stessa squadra oppure prendo 2/3 titolari che non mi costino una fortuna e li alterno in base alla difficoltà delle partite che di settimana in settimana propone il calendario delle squadre avendo sempre sottomano la ‘Griglia Portieri’ che stabilisce l’alternanza casa/fuori di quelli che abbiamo in rosa. Nelle ultime annate Juventus e Napoli hanno garantito almeno 12 gare senza subire reti. Quindi il consiglio è di prender Szczesny o Meret, ma anche Handanovic, portiere dell’Inter.

I difensori

Passiamo poi alla difesa che può sempre assicurare punti bonus indispensabili per vincere il fantacalcio. Cinque i nomi da seguire con attenzione. Il primo è Izzo del Torino, un vero e proprio difensore goleador, che non può mancare nella rosa di un attento fantallenatore. La media realizzativa del centrale a disposizione di Mazzarri è quella di un centrocampista. Ha 27 anni ed è al meglio della forma, con già 3 gol messi a segno in stagione, considerando serie A ed Europa League.

Del Napoli si possono prendere sia Koulibaly che Manolas. Il secondo ha una media voto positiva ma soprattutto gran senso del gol. Andato in gol nel pre campionato, l’ex Roma ha siglato una rete anche contro la Juventus. Occhio poi a De Ligt e Hateboer. Il difensore di Gasperini è una vera e propria macchina da bonus. Temibile in area di rigore avversaria e con un’ottima media voto.

I centrocampisti

Il centrocampo è un reparto molto strategico. Nel corso del tempo si è infatti capito che moltissima gente punta quasi ed esclusivamente sull’attacco cercando di investire il grosso del budget per quella tipologia di giocatori. Una delle più succulenti conseguenze è che molti centrocampisti forti vengono snobbati e si possono quindi prendere nella propria rosa a prezzi decisamente bassi. Fabian Ruiz è uno da prendere. A molti andrebbe bene anche stare più o meno sui numeri della scorsa stagione. Tra gol, assist e buoni voti, Fabian Ruiz andrebbe già bene così ma uno col suo talento non si siede sugli allori. Il buon Ribery però è quell’esterno che tutti sognano di avere al fantacalcio: perché? Guardatevi qualche filmato dei suoi gol, molti saranno in fotocopia. Fuga sulla fascia, dribbling a rientrare, tiro preciso e pallone che il più delle volte il portiere avversario dovrà raccogliere in fondo alla rete.

Gli attaccanti

Non c’è fantacalcio senza attaccanti al top. Il primo nome della lista è Cristiano Ronaldo, 5 volte Pallone d’Oro, un fiuto del gol pazzesco, una squadra che quest’anno giocherà per lui. C’è poi Romelu Lukaku. Il belga può fare moltissimi gol, grazie alla sua fisicità – che i difensori italiani patiranno – e al gioco di Antonio Conte. Nell’Atalanta dei miracoli dell’anno scorso, Duvan Zapata ha segnato 23 gol, risultando decisivo per la qualificazione della Dea in Champions League. Quest’anno c’è un po’ l’incognita turnover, con Muriel che scalpita per giocare al suo posto, ma non si può non tentare di prendere un fenomeno come Zapata.

Condividi
comments

Eventi