Mibac 280x120banner fiere 345x120

VERONA. SVELATI I VINCITORI DEL CONCORSO "SAN VALENTINO"

CASA DI GIULIETTA VERONA

Svelati i vincitori del concorso ideato da Airbnb

e dal Comune di Verona per passare San Valentino a Casa di Giulietta

La giuria premia Olesia e Amine, protagonisti di una storia d’amore che supera le differenze culturali e la distanza

 

Verona, 14 febbraio 2020. Svelati i vincitori del concorso lanciato da Airbnb insieme al Comune di Verona per trascorrere la notte di San Valentino nel luogo simbolo dell’amore romantico nel mondo, Casa di Giulietta.

I moderni Giulietta e Romeo sono Olesia (30 anni) di Mosca, e Amine (35 anni) statunitense di origini marocchine che vive a New York. La loro storia d’amore, tormentata ma a lieto fine, ha conquistato la giuria che ha deciso di assegnare a loro il premio invitandoli a trascorrere San Valentino a Verona.

Il concorso, lanciato il 21 gennaio e diffuso in 20 paesi, ha fatto velocemente il giro del mondo generando e oltre 6000 persone in pochi giorni hanno inviato la propria lettera a Giulietta tramite il sito airbnb.it/juliet nella speranza di essere selezionati per trascorrere San Valentino a Verona.  Tantissime le lettere arrivate dagli Stati Uniti, seguiti da Italia, Regno Unito, Francia e Messico. L’arduo compito di selezionare la coppia vincitrice è stato assegnato a una giuria composta da un rappresentante del Comune di Verona, un cittadino veronese e un responsabile di Airbnb. Insieme i giurati hanno selezionato le storie più belle valutandole in base all’originalità, al romanticismo, ma soprattutto in base quanto fossero rappresentative dei valori della storia di Romeo e Giulietta. I vincitori, Olesia e Amine, sono protagonisti di un amore che ha trionfato sull’opposizione delle rispettive famiglie, che non li volevano insieme a causa delle differenze culturali. Olesia non si è però mai data per vinta e si è persino trasferita in Algeria per studiare l’arabo e comunicare con la famiglia di Amine nella loro lingua. Questo gesto ha conquistato la mamma e lo zio del ragazzo che hanno dato la loro benedizione ai due giovani innamorati. In un viaggio a Roma lo scorso autunno, Amine ha finalmente potuto chiedere a Olesia di sposarlo. Fino al matrimonio i due innamorati saranno ancora costretti a vivere lontani, lei in Russia e lui a New York. Il viaggio a Verona sarà l'occasione per incontrarsi di nuovo e celebrare il loro amore. Il 14 febbraio, Olesia e Amine vivranno un soggiorno indimenticabile. Saranno accolti nella Casa di Giulietta da un maggiordomo personale che mostrerà loro la casa prima di accompagnarli nel salone, dove ad aspettarli ci sarà una romantica cena a lume di candela preparata per l’occasione dallo chef stellato Giancarlo Perbellini. Prima di ritirarsi per la notte nella camera di Giulietta, dove dormiranno nel ‘Letto di Giulietta’, il letto originale utilizzato da Zeffirelli nel film ‘Romeo e Giulietta’, gli innamorati si rilasseranno davanti al camino leggendo e rispondendo ad alcune delle decine di lettere d’amore che ogni giorno persone da tutto il mondo inviano a Giulietta. Chi non è stato selezionato avrà comunque la possibilità di trascorrere momenti romantici a Verona prenotando una delle quattro Esperienze Airbnb create dai veronesi  per l’occasione: Cena con Chef stellato, per provare il menu ispirato a Giulietta creato dallo Chef stellato Giancarlo Perbellini, Romantic Photowalk, per un servizio fotografico di coppia,  Un assaggio di Verona, una passeggiata culinaria nel centro storico e infine, Assistente di Giulietta per un giorno, per leggere e rispondere alla lettere che arrivano al Club di Giulietta.

La lettera di Olesia a Giulietta:

“Io vivo in Russia e lui negli Stati Uniti, ci siamo incontrati nel 2013 e per quattro anni siamo rimasti grandi amici. Col tempo la nostra amicizia si è trasformata in amore, ma fin da subito ci siamo scontrati con molte differenze culturali - una tra tutte, il fatto che nella sua tradizione la madre dello sposo deve accettare la sposa. Tutta la sua famiglia, molto legata alle usanze culturali e religiose, si disse fortemente contraria al nostro amore e al nostro matrimonio; addirittura lo zio di Amine, colui che insieme alla madre avrebbe avuto l’ultima parola dal momento che il padre di Amine è venuto a mancare, giurò che avrebbe fatto tutto ciò che era in suo potere per impedire la nostra unione. Nel frattempo, io persi mia mamma, e questa perdita rese ancora più importante per me l’accettazione da parte della mamma di Amine. Così decisi di trasferirmi in Algeria per studiare l’arabo. Vi rimasi 6 mesi, il tempo necessario per apprendere la lingua e avere la possibilità di andare dalla madre di Amine e parlare con lei nella sua lingua. Quando lo zio scoprì quello che avevo fatto, si infuriò e io dovetti fare ritorno in Russia. Sette mesi e altri tentativi dopo, lo zio accettò di incontrarmi e alla fine si disse favorevole al nostro matrimonio. Lo scorso ottobre mi sono incontrata con Amine a Roma, dove mi ha chiesto ufficialmente di sposarlo! A luglio finalmente diventeremo marito e moglie, e al momento viviamo separati, io a Mosca e lui a New York, per risparmiare per il matrimonio. Questo viaggio a Verona potrebbe essere la nostra unica occasione per vederci prima del matrimonio, per questo spero dal profondo del mio cuore che la nostra storia vinca. Grazie, Olesia”.

Airbnb è una delle principali piattaforme digitali dove prenotare alloggi e attività in tutto il mondo, sulla quale sono presenti oltre 7 milioni di case e 40.000 esperienze curate. Come strumento di emancipazione economica, Airbnb ha aiutato milioni di persone a ottenere un introito extra grazie alla condivisione di spazi e passioni, permettendo agli host e alle loro community di godere dei benefici economici del turismo. Presente in 191 paesi e offerto in 62 lingue, Airbnb ha superato il traguardo del mezzo milione di ospiti accolti e continua a promuovere la fiducia reciproca, il senso di appartenenza e la vicinanza umana in tutto il mondo.

Museo Casa di Giulietta

La storia di Romeo e Giulietta resa celebre dal capolavoro teatrale di William Shakespeare deriva da una novella dello scrittore vicentino Luigi Da Porto del 1531. Il luogo della vicenda dei due sfortunati innamorati di famiglie rivali - i Montecchi e i Capuleti, ambientata a Verona al tempo degli Scaligeri, fu identificato nella casa-torre di origine medievale che si affaccia su Via Cappello almeno dagli inizi dell’Ottocento. Nota già allora come Casa di Giulietta, diventò meta di pellegrinaggio di illustri viaggiatori stranieri che si avventuravano nel Grand Tour in Italia. La fama crescente del sito in età romantica contribuì a definire l’immagine di una Verona medievale leggendaria che oggi costituisce uno dei caratteri culturali più significativi della città veneta, il cui centro storico è stato interamente riconosciuto patrimonio UNESCO nel 2000. L’edificio di proprietà comunale fu restaurato per la prima volta nel 1938-1940. L’originale allestimento in stile medievale risalente a quel periodo appare ancora sostanzialmente preservato. Attualmente la Casa Museo è conosciuta in tutto il mondo come un luogo-simbolo dove si celebra il mito dell’amore eterno, tra storia, letteratura, realtà e immaginazione. casadigiulietta.comune.verona.it/

Letto di Giulietta

Il Letto di Giulietta, opera del maestro Renzo Mongiardino, realizzato in occasione e utilizzato nella scenografia del film “Romeo E Giulietta” di Franco Zeffirelli è è di proprietà della Imperiale World Services SRL ed è esposto presso il Museo Casa di Giulietta. Lettodigiulietta.it

Giancarlo Perbellini

Chef 2 stelle Michelin del ristorante Casa Perbellini in piazza San Zeno a Verona, è riconosciuto tra i massimi rappresentanti della cucina di eccellenza in Italia e nel Mondo. Insignito di numerosi riconoscimenti nazionali e internazionali, dal 2010 al 2016 è stato Presidente del prestigioso concorso di alta cucina Bocuse d’Or. Cresciuto in una famiglia storicamente legata al mondo della ristorazione e della pasticceria, oggi Giancarlo Perbellini è a capo di una galassia diversificata di locali e ristoranti tra Italia ed estero. La sua cucina è un modello in continua evoluzione e la sua firma si ritrova nella ricerca costante della pluralità, nell'estremo rigore con cui seleziona le materie prime, e nel rispetto della stagionalità e del territorio. giancarloperbellini.com casaperbellini.com

Condividi
comments

Altro