Mibac 280x120banner fiere 345x120

PREMIO LAGO 2012 A CASTELFRANCO VENETO. PER IL SOCIALE PREMIO A "ADELE BIONDANI"

GIORGIO LAGOPREMIO GIORGIO LAGO 2012

PER IL VOLONTARIATO

CASTELFRANCO VENETO

(TREVISO)

 

 

 

 

 

 

 

ADELE BIONDANIAdele Biondani

PRESIDENTE ASSOCIAZIONE

BANCO ALIMENTARE

DEL VENETO ONLUS

 

L'Associazione Banco Alimentare del Veneto Onlus è attiva fin dal 1993 e si occupa della raccolta delle eccedenze alimentari e della ridistribuzione a strutture caritative impegnate nell'assistenza e aiuto ai poveri ed emarginati.

L'Associazione fa da tramite fra le aziende del settore con problemi di stock e alimenti ancora commestibili e le associazioni ed enti che distribuiscono ai poveri pasti o generi alimentari. Tale servizio consente di trasformare lo spreco della filiera agro - alimentare in ricchezza per gli enti assistenziali. Il Banco del Veneto fa parte di una rete di 21 organizzazioni gestite e coordinate dalla Fondazione B.A. Onlus. Le merci donate vengono raccolte in due grandi magazzini: uno a Padova e uno a Verona. L'impegno del Banco Alimentare genera positive ricadute dal punto di vista economico, ambientale, sociale ed educativo, attraverso un processo virtuoso: riduce i costi delle aziende per lo smaltimento dei rifiuti e rende disponibili gli alimenti che altrimenti andrebbero cestinati; diminuisce la quantità di rifiuti da smaltire; si rendono fruibili beni a consumatori senza potere d'acquisto e infine, attraverso l'opera educativa si pone al centro dell'agire la carità.

Da gennaio 2011 le strutture caritative convenzionate sono 453 e assistono oltre 80 mila persone nel Veneto.

 

“Tutto è nato a Verona nell’ormai lontano 1993: - racconta la presidente Adele Biondani - mio padre si trovava per caso in una discarica e vide buttare un camion intero di succhi di frutta ancora perfettamente bevibili. Ci rimase molto male e, raccontandolo ad alcuni amici, venne a conoscenza del Banco Alimentare di Milano. Così siamo partiti anche noi a Verona, appunto, con i primi 50 chili di pasta. Oggi siamo “un po’ cresciuti” e soprattutto siamo consapevoli di essere utili non solo ai poveri, ma all’intera società: a livello economico perché riduciamo alle aziende i costi per lo smaltimento dei rifiuti, a livello ambientale perché diminuiamo la quantità di rifiuti e a livello sociale perché, rifornendoli, facciamo in modo che gli enti caritativi possano avere più tempo da impiegare con i loro assistiti”.

 

 

Motivazione della Giuria:

 

Presidente del Banco Alimentare del Veneto, guida da anni con grande impegno una benemerita attività di volontariato che a partire dalle eccedenze alimentari genera un processo virtuoso dal punto di vista economico, ambientale, sociale ed educativo.

 

 

 

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro