Mibac 280x120banner fiere 345x120

QUATTRO CASTELLA (RE). 47° CORTEO STORICO MATILDICO

MATILDE 2012QUATTRO CASTELLA

(Reggio Emilia)

47esimo Corteo Storico Matildico

 Sabato 26 Maggio 2012

dalle 17,30 

 Domenica 27 Maggio 2012

dalle 10.00 

 Centro Storico di Quattro Castella 

PER INFO: Ufficio Turismo  e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

 

 

 

 

ELENA ROSSI SARA' MATILDE DI CANOSSA 
BEPPE CARLETTI SARA' ENRICO V 

Reggiana doc, la Rossi è anche legata in modo particolare al territorio castellese avendo vissuto per qualche anno a Roncolo. Un legame, quello con il Corteo, rafforzato anche dal nome della figlia, Matilde, nata 4 anni fa. La Rossi succede nei panni della Contessa all’attrice napoletana Licia Maglietta (protagonista nel 2011) oltre che a grandi nomi del cinema, della moda, della televisione e dello sport, da Stefania Sandrelli a Florinda Bolkan, da Manuela Arcuri a Simona Ventura, da Alba Parietti a Ursula Andress a Tania Cagnotto. Il fondatore e leader storico dei Nomadi, il tastierista Carletti, succede nell’albo d’oro della kermesse ad attori del calibro di Michele Placido, Andrea Giordana, Salvatore Somma e a personaggi del mondo televisivo e musicale come Biagio Antonacci e Gabriel Garko. Carletti (che vanta origini germaniche proprio come l’imperatore) non è però il primo reggiano ad interpretare Enrico V. Nel 2010 infatti fu Giuliano Razzoli a portare per la prima volta una ventata di reggianità nel Corteo. Una scelta confermata nel 2011 con Andrea Griminelli. 

SPOT CORTEO 2012 (YouTube) 

Ogni anno a primavera inoltrata, Quattro Castella rievoca un importante episodio della storia d'Europa, che avvenne a Bianello tra il 6 e il 10 maggio dell'anno 1111. Enrico V, figlio di quell'Enrico IV che trent'anni prima ottenne dal Papa Gregorio VII, per intercessione di Matilde, il famoso perdono di Canossa, venne a Bianello e incoronò la Gran Duchessa vice regina vicaria d'Italia. Donizone, cronista dell'epoca, ci ricorda che questo fu il primo passo verso il Concordato di Worms; la cerimonia ebbe luogo sul sagrato della chiesa, a due passi da dove avviene l'odierna manifestazione. Quasi 1000 comparse nei tradizionali costumi medioevali, si danno appuntamento ai piedi del castello di Bianello, per dar vita alla emozionante e spettacolare rievocazione. Contadini e villici, monaci penitenti, nobili delegazioni, cavalieri dell'esercito di Matilde, già dal primo pomeriggio si incontrano per le strade del paese; quindi dal Bianello scende il corteo: i cavalieri i religiosi ed il popolo accolgono sul campo Matilde ed Enrico V. Sfilano in parata i gonfaloni delle contrade invitate ai giochi, seguiti da araldi, tamburini castellane, armigeri e dalle Gualdane delle Quattro Castella. Davanti ai suoi fedeli sudditi, Matilde di Canossa è proclamata vice regina d'Italia. Dopo la cerimonia il Maestro d'Armi dà inizio ai giochi: i nobili e valorosi cavalieri si affrontano al Gioco del Ponte. Gli sbandieratori nei loro costumi multicolori, si esibiscono in spettacolari coreografie. Al calar del sole, vincitori e vinti, acclamati dal popolo esultante seguono Matilde in corteo lungo le strade dell'antica contrada. 

Il Corteo Storico Matildico si svolge ogni anno l'ultima domenica del mese di maggio.

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro