Mibac 280x120banner fiere 345x120

EPIFANIA: APPUNTAMENTI IN FRIULI VENEZIA GIULIA

La tradizione dei falò epifanici è profondamente radicata sul territorio del Friuli Venezia Giulia. La tradizione assume diversi nomi a seconda della zona: pignarul, foghera, seima e molti altri. Anche sulla data ci sono diverse interpretazioni: in alcuni luoghi si festeggia il 5 e in altri il 6 gennaio.

epifania palio pignarulars

befana Friuli Venezia GiuliaTarcento – Pignarul grant ore 22 – DIRETTA SU RAI 1 – LINK- Il Pignarul, il grande falò nella notte dell’Epifania. La notte dell’Epifania in Friuli Venezia Giulia si accendono i fuochi secondo la tradizione dei popoli celti. Al castello di Coja, viene acceso il falo’ grande ( il pignarul grant ), e dal fumo si traggono gli auspici per il nuovo anno, contemporaneamente vengono accesi altri falo’ sulle alture vicine.
Una competizione fra carri infuocati in corsa e i fuochi d’artificio completano la festa dell’Epifania. Nella zona di Tarcento nei Colli Orientali del Friuli le specialità da non perdere sono la brovada e muset, il frico con patate e polenta, il formaggio Montasio e il dolce gubana insieme ai vini friulani, in particolare il vino Ramandolo.

Gemona – Epifania del tallero LINK- A partire dalle ore 09.30, ha luogo la celebrazione dell’Epifania del Tallero. Al suono dei tamburi, che cadenzano l’incedere elegante delle dame e dei cavalieri, i corteggi storici accompagnano il sindaco sino all’imponente Duomo di santa Maria Assunta, dove si celebra la Messa del Tallero.
Durante la celebrazione tutta la comunità, rappresentata dal sindaco, offre alla Chiesa, un dono concerto e simbolico: un tallero d’argento. la consegna del tallero nelle nelle mani del Capitano del Popolo, presso la Loggia, il saluto ai gonfaloni, l’animazione medioevale, sono un ulteriore motivo di interesse per le persone amanti del periodo medioevale e attente a questa secolare tradizione.

Cividale – Messa dello Spadone LINK – Il 6 gennaio giorno dell’Epifania cristiana, nel duomo di Cividale del Friuli viene celebrata la Messa dello Spadone. (E’ possibile entrare in duomo fino alle ore 10.15). La solenne liturgia segue, dal 1366, un preciso protocollo: inizia con l’ingresso del clero in corteo, aperto da un giovane chierico che porta una croce; seguono i canonici, il diacono, il celebrante con a fianco il maestro delle cerimonie; il corteo è chiuso dagli altri chierici. Durante il rito il diacono indossa un elmo piumato, con la mano sinistra regge un prezioso evangeliario e con la destra impugna una lunga spada: lo “Spadone” che dà il nome alla Messa. La Messa dello Spadone trae origine dal mondo germanico tardomedievale dove questa celebrazione religiosa era nata con il nome di Schwertmesse – Messa della Spada.

Sgonico – Epifania in grotta gigante -LINK- Il 6 gennaio 2015  gli speleologi proporranno al pubblico un pomeriggio di emozioni, calandosi in costume con apposite corde dal soffitto della grotta verso gli spettatori, radunati  100 metri più in basso sul fondo della Grande Caverna. Ad accompagnare le evoluzioni degli intrepidi speleologi, che riserveranno agli spettatori nuove sorprese, risuoneranno le note della banda, amplificate dall’ottima acustica naturale della cavità. Dalla volta non scenderà solo la Befana, ma anche i Re Magi e Babbo Natale, in una festosa riunione di tutti i protagonisti delle feste natalizie, che si caleranno tra giochi di luce. Una volta atterrati tra il pubblico, sarà loro premura raggiungere i bambini presenti, per distribuire dolciumi e caramelle. Gli adulti non saranno trascurati e avranno il privilegio di gustare il mitico “Gran Pampel”, bevanda alcolica dalla ricetta segreta che scalda gli animi

Aquileia - Festa della cabossa –  ore 15:30 Befane in Vespa  ore 16:45 partenza da via Curiel del “Corteo della luce” che porterà il fuoco presso il luogo dell’accensione della pira (Cabossa)   ore 18:00 CERIMONIA DI ACCENSIONE DELLA CABOSSA e breve discorso delle autorità locali

Resia – Arrivo della befana – Chiusura delle manifestazioni con l’ultima escursione nel Percorso Natale e l’arrivo della BEFANA che accompagnerà tutti i bambini presenti all’interno del Presepe.

Latisanotta – Foghera di Latisanotta - – ore 18.00 accensione falò  – ore 19.00 degustazione piatti tipici friulani e intrattenimento musicale a cura della rock band “All Inclusive”  – ore 22.30 estrazione della lotteria (1° premio Lancia Y – 2° premio scooter)

Gemona – Medili epifanici – Dalle ore 18.00 arrivo dei Re Magi ed accensione del Medili epifanico. L’appuntamento prevede una rappresentazione dell’Arrivo dei Re Magi in adorazione al Bambin Gesù, con la conseguente accensione del fuoco epifanico per le previsioni del nuovo anno.

Orzano – Fugarele - ore 19.30 accensione della Fugarele dai Fruts (Fugarele dei bambini)
ore 20.00 accensione della Fugarele di Orzano con spettacolo pirotecnico

Remanzacco – Epifania – ore 16.30 nella sala Perosa a Remanzacco premiazione concorsi presepi e arrivo della befana. ore 18.00 accensione del Pignarul di Zerà a Ziracco

Pasian di Prato – Pan e Vin – Anche quest’anno a Pasian di Prato torna il tradizionale appuntamento con il “Pan e Vin de Pifanie”, organizzato dal Gruppo Folcloristico Pasian di Prato assieme alla Pro Loco e all’Udinese Club. Ore 10.30: la Santa Messa presso la chiesa di San Giacomo Apostolo; il coro “S. Cecilia” e il Gruppo Folcloristico Pasian di Prato accompagneranno lo svolgimento della funzione, Ore: 16.45 nei cortili del paese il gruppo tradizionale friulano “Fur Clap” e il Gruppo Folcloristico Pasian di Prato allieteranno il pubblico con le loro musiche e con le loro danze. Ore 17.45 partenza della fiaccolata che porterà all’accensione del 42° Pan e Vin de Pifanie, prevista per le ore 18.15.

Forgaria – Pignarul – Nelle due località si rinnova la tradizione con il pignarul che si accompagna a specialità gastronomiche, vin brulè e cibo a volontà. Inizio ore 17.00, a Cornino; Ore 18.30, accensione falò a Flagogna

Palmanova – Pignarul - Alle ore 18.00 “Aspettando il Pignarûl” Leggende, racconti e attività per grandi e piccini in attesa dell’accensione del tradizionale fuoco epifanico. Alle ore 19.00 accensione del tradizionale Pignarûl epifanico. Seguirà la tradizionale “pastasciutta alpina” e vin brulè.

Duino Aurisina – Intrattenimento musicale della Banda Vecia Trieste  e alle 18.00 accensioen del Pignarul

Camino di Buttrio – Fugarele - I festeggiamenti incominceranno dalle ore 17.30.
Animazioni per bambini, arrivo dei magi e … delle befane, bevande calde per tutti !

Chiusaforte – Arrivo dei Re magi – Visita itinerante dei Re Magi e della Befana nel capoluogo , Val Raccolana e Sella Nevea.  Ore 11.00 S. Messa dell’Epifania con benedizione dei bambini, dell’ acqua e della frutta.

Lignano – arrivo dei re magi – Piazzale Terrazza a Mare, ore 16.00

www.udine20.it

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro