Mibac 280x120banner fiere 345x120

LAZIO. ROMA E LA SUA FESTA CARNEVALESCA EDIZIONE 2011

Il Carnevale è una festa le cui origini si perdono nella notte dei tempi: alcuni antropologi sostengono che tali celebrazioni simboleggino un sovvertimento dei ruoli sociali per dar sfogo a pulsioni altrimenti dannose, c’è chi invece ritiene tale ricorrenza un passaggio dalla stagione invernale alla primavera, ma in ogni luogo le celebrazioni carnevalesche hanno radici particolari. In Italia, patria di maschere come Arlecchino, Pulcinella, Colombina o Pantalone, il Carnevale si festeggia con musiche, sfilate di carri, travestimenti, e l’immancabile buonumore!

LAZIO

ROMA

Si svolgerà dal 26 febbraio all’8 marzo 2011 la 2a edizione del Carnevale di Roma, con moltissime novità rispetto alla precedente edizione.  Gli eventi si svolgeranno nelle piazze più importanti della Capitale, come ad esempio Piazza di Spagna, Piazza del Popolo, Piazza Venezia, ma anche in piazze decentrate e in strutture coperte da sfruttare in caso di maltempo. Un Villaggio allestito per l’occasione ospiterà prestigiosi spettacoli sulla commedia dell’arte e sull’arte equestre a Piazza del popolo. Il palinsesto del Carnevale prevede inoltre il coinvolgimento quotidiano delle Associazioni degli Artisti di Strada, con le quali verrà organizzato un vero e proprio Festival della Giocoleria. Quest’anno infine si rinnoverà il gemellaggio con la città di Venezia e si realizzeranno i nuovi gemellaggi con Viareggio e Rio de Janeiro. L’evento sarà un’ottima occasione per rinnovare la collaborazione con gli operatori turistici, per creare sinergie utili al miglioramento dell’offerta turistica delle città d’arte gemellate.  Puntuale, ma ogni anno diverso e più ricco nei contenuti, torna dal 26 febbraio all’8 marzo 2011 il Carnevale Romano ad animare e colorare, nella sua antica bellezza reinterpretata, le strade e le piazze di Roma, dal centro alla periferia.

  

L’edizione 2011 del Carnevale Romano, alla quale il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito una propria medaglia di rappresentanza, nasce con l’obiettivo di trasformare una delle tradizioni storiche della città in un evento culturale di rilevanza internazionale, legando i luoghi e i riti simbolo del patrimonio carnascialesco capitolino al fascino tutto particolare del Carnevale di San Pietroburgo a cui sarà reso omaggio con la parata di sei costumi tipici della tradizione russa in occasione della sfilata di apertura. Inoltre, il 3 marzo ore 19 l’Arena Piazza del Popolo ospiterà lo spettacolo “Il Carnevale secondo Maslenitsa” in collaborazione con St. Petersburg International Festival & Celebration Center.  Per la prima volta il Carnevale romano accoglie una delegazione di straordinari artisti russi per una performance interattiva tra teatro, musica folk russa e danza popolare. Il gemellaggio con la metropoli russa costituisce una delle novità più significative di questa edizione del Carnevale Romano ed è l’unica iniziativa di piazza organizzata da Roma Capitale nell’Anno della Collaborazione Culturale tra Italia e Russia.

Il Carnevale Romano ha siglato inoltre quest’anno un nuovo e importante gemellaggio con il Carnevale di Viareggio, uno dei più rinomati carnevali al mondo. Grazie alla collaborazione del Comune di Viareggio e della Fondazione Carnevale di Viareggio, le due maschere di Burlamacco e Ondina saranno inviate in rappresentanza il 26 febbraio nella sfilata inaugurale del Carnevale Romano.  Le due precedenti edizioni del Carnevale Romano hanno riscosso un grande successo di pubblico. Dalle 200mila presenze della prima edizione si è passati alle 450mila della seconda, in un crescendo continuo di idee, manifestazioni e riscoperte.  Il Carnevale Romano 2011 arriverà ancora più ricco e coinvolgente, con un palinsesto artistico-culturale di elevato livello.

                            

Sempre all’interno del Villaggio, in virtù di un accordo siglato con il Gambero Rosso, sarà predisposto uno spazio ristoro che offrirà prodotti enogastronomici del Lazio e della Toscana, in omaggio al gemellaggio italiano. Anche i bambini, veri protagonisti di queste giornate, avranno qui un loro punto food.
Dal 26 febbraio all'8 marzo, in collaborazione con Acea, una proiezione video architetturale animerà la facciata di Porta del Popolo, lato Piazza del Popolo, contribuendo alla colorata festa del Carnevale Romano 2011. L’azione visiva potrà essere ammirata da tutti gli astanti e vista da tutta via del Corso, dal tramonto fino alla fine degli eventi serali. L’utilizzo di tecniche di mapping 3D garantirà un gioco di effetti di forme e colori, ideati per sorprendere e stupire lo spettatore.
I cavalli, antica tradizione e grande attrazione del Carnevale Romano, animeranno ancora una volta piazza del Popolo con una serie di coinvolgenti iniziative per tutta la durata del Carnevale. L’amore e l’apprezzamento per questi meravigliosi animali è lo spirito che anima il Carnevale Romano, che persegue come obiettivo primario la salvaguardia della salute e della prosperità dei cavalli, in stretta collaborazione con l'Ufficio Tutela e Benessere degli Animali di Roma Capitale, in particolare con il delegato del Sindaco per la sanità animale Federico Coccìa.
Il Carnevale Romano, che l’anno passato è stato definito dalla maggiore rivista del settore equestre “il maggiore evento equestre d’Europa per numero di spettatori”, è destinato a stupire ancora.
Sarà la GRANDE SFILATA DI APERTURA DEL CARNEVALE ad aprire le danze alle 17.30 del 26 febbraio. Da Piazza del Popolo, dove aveva origine la Corsa dei berberi, prenderà il via una sfilata, coordinata da Alessandro Salari per l’Accademia del Teatro Equestre, che avrà protagonista indiscusso, oggi come ieri, il cavallo. Figuranti in costume, attori della commedia dell’arte, artisti equestri, carrozze; ma anche realtà culturali come i butteri laziali ed i rappresentanti di enti ed associazioni equestri, gruppi storici, compagnie teatrali nonché la prestigiosa presenza dei corpi militari che hanno fatto la grande storia della cavalleria italiana e che ancora oggi svolgono servizi essenziali grazie al prezioso quadrupede: i Corazzieri, la fanfara a cavallo dell’VIII Reggimento dei Lancieri di Montebello, i Carabinieri, la Polizia e il Corpo Forestale dello Stato. Un evento unico per grandi e piccini, che sarà l’occasione per ripercorrere le tappe storiche dell’attività di servizio ed i grandi contributi che i corpi ippomontati hanno dato non solo all’equitazione militare italiana ed al patrimonio culturale equestre dell’umanità, ma anche all’impegno nella società civile. Fanfare, divise storiche, caroselli, fatti storici e di attualità che saranno occasione anche per ricordare il contributo che tanti uomini e tanti cavalli hanno dato alla causa del consolidamento dello stato unitario e della repubblica.
Sempre il 26 febbraio inaugura alle ore 19.30 la mostra fotografica di Barbara Roppo e Broken Lens CARNEVALE ROMANO: RINASCITA DI UNA TRADIZIONE ospitata in Piazza del Popolo dal 26 febbraio all’8 marzo. La mostra metterà in luce il parallelismo tra i luoghi, gli eventi ed i protagonisti che si sono ripetuti in tutto l’arco del grandioso e variegato Carnevale Romano (XV-XIX sec.) ed i luoghi, gli eventi ed i protagonisti del Carnevale di oggi che rivisita filologicamente il passato, ma con i linguaggi spettacolari e culturali del XXI secolo, sottolineando i tratti del perenne protagonista indiscusso: il cavallo. A cura di Marco Lepre.
Tutti i pomeriggi, dal 26 febbraio all’8 marzo, tra le 15.00 e le 19.00 si svolgeranno nelle aree di Piazza del Popolo, Piazza Navona, Piazza di Spagna e Via del Corso attività di animazione e teatro di strada, intrattenimento equestre, spettacoli di commedia dell’arte e sfilate in costume, e altre tipologie di spettacolo dal vivo selezionati attraverso l’Avviso Pubblico Carnevale Romano 2011.
In particolare, nei pomeriggi del 27 febbraio, 1 e 2 marzo, è previsto un INTRATTENIMENTO EQUESTRE A PIAZZA DEL POPOLO. A partire dalle ore 15.30 artisti affermati proporranno le loro nuove creazioni e giovani emergenti presenteranno le loro innovative proposte al pubblico romano. Le attività equestri saranno alternate ed integrate con numeri di clown, giocoleria, artisti di strada in un susseguirsi di emozioni e divertimento.
La Bella e la Bestia, il musical di Stage Italia, che al teatro Brancaccio di Roma ha raggiunto il record di 150.000 spettatori, sarà presente al Carnevale di Roma il 28 febbraio con un’esibizione nell'arena di Piazza del Popolo dalle ore 20.00. Venti minuti di spettacolo in cui rivivrà la magica atmosfera del musical Disney con le migliori performance e cinque brani tra assoli, duetti e ensemble di Belle (Arianna), Bestia (Antonello Angiolillo), Din Don (Simone Leonardi) il fidato maggiordomo del principe; l'irruento Gaston (Andrea Croci), la simpatica “teiera” Mrs Brick (Maria Maddalena Adorni), il divertente e acrobatico Tappeto (Manuel Mercuri), la coppia Sale (Gianmarco Gallo) e Pepe (Alessio Impedovo).
Dall’1 al 6 marzo alle ore 17 la Galleria Alberto Sordi ospiterà i concerti VIVALDI PER IL CARNEVALE ROMANO, eseguiti in magnifici costumi settecenteschi dall'Ensamble barocco MUSICA IN MASCHERA, composto da due violini, violoncello, oboe, e arpa. Il programma dei concerti prevede l'esecuzione di celebri brani di compositori quali Albinoni, Haendel, Mozart, e una revisione di alcune opere di Antonio Vivaldi fra cui la celebre “Follia”, espressamente pensata per questo organico, con la realizzazione del Basso Continuo eseguita dall'arpa. A cura dell’Associazione Musica in Maschera.
Il 3 marzo ore 19 nell’Arena di piazza del Popolo si svolgerà lo spettacolo straordinario IL CARNEVALE SECONDO MASLENITSA, una performance interattiva tra teatro, proiezioni artistiche, musica folk russa e danza popolare in collaborazione con St. Petersburg International Festival & Celebration Center. Tra gli artisti partecipanti: il Maestro di Cerimonia - Petrushka - Egor Bakulin, attore al Teatro V.Komissarzhevskaya; l’Orchestra Horn Russa composta da 16 elementi, sotto la Direzione di S. Polyanichko; l’Orchestra «BIS-Quit» composta da 6 elementi; gli atleti di S. Pietroburgo; Kossaks Compagnia di Musica e Danza sotto la Direzione di A. Mukienko; “Koleso” Gruppo folk; Igor Rasteryaev e Alexander Stekol’nikov.
Il 4 marzo dalle ore 15.30 sarà presentata L’ARTE EQUESTRE in forma di intrattenimento e backstage, mostrando una carrellata delle esperienze di vita ed artistiche di alcuni tra i grandi protagonisti del mondo equestre nazionale e di alcuni esordienti vogliosi di esporsi, nonché degli ospiti internazionali presenti allo spettacolo. Verrà proposto un racconto in forma spettacolare delle esperienze di lavoro di alcuni tra i più grandi artisti equestri italiani e stranieri attualmente in circolazione (Gianluca Coppetta, Silver Massarenti, Andrea Giovannini, Hasta Luego, Pieric,Manolo, ecc. ecc.).
In questa stessa giornata tutti gli appassionati potranno assistere alle prove dello spettacolo I CAVALLI DI ROMA che si svolgerà il 5 e il 6 marzo ore 19.30 nella grande arena di piazza del Popolo.
Dopo il grande successo dell’anno passato, Umberto Scotti, con la sua regia, propone nuove riflessioni e suggestioni sull’arte equestre. Lo spettacolo sarà replicato due volte (sabato 5 e domenica 6), nella grande arena allestita in Piazza del Popolo, per dare modo a tutti gli appassionati di prendere parte all’evento.
Uno spettacolo di livello internazionale che fa invidia alle rassegne specializzate di tutta Europa in cui alcuni dei più grandi nomi degli spettacoli equestri mondiali rendono omaggio alla grande tradizione rinascimentale dell’arte equestre italiana con numeri di volteggio acrobatico, lavoro in libertà ai suoi massimi livelli, di dressage e in Alta scuola, i caroselli dei butteri e dei Lancieri di Montebello. Tra gli artisti più attesi, oltre alla “madrina” della manifestazione e campionessa di dressage Alizee Froment, che si esibirà in una danza equestre con il cavaliere romano Gianluca Coppetta, i “mitici” Hasta Luego, famiglia di grande tradizione internazionale nello spettacolo equestre; Pierric, artista francese, cavaliere e mimo; Manolo del Theatre du Centaure; Andrea Giovannini e Alessandro Conte nel volteggio acrobatico; Silver Massarenti nell’Alta Scuola; Bartolo Messina ed i suoi pony. Coordinamento artistico Marco Lepre, Regia Umberto Scotti, Testi Rodolfo Lorenzini, allestimento Musicale Antonio Bande.
Il 5 marzo alle 13.00 Piazza del Popolo ospiterà l’evento CAVALIERI DEL PASSATO e CARRO DE' COMICI. Verrà proposta gratuitamente, da parte della PROTEZIONE CIVILE A CAVALLO, una rievocazione storica, con attori in costume a cavallo e il commento di Dino Ruggiero, sull’arrivo di Carlo Magno a Roma.
A seguire un Torneo medioevale con duelli, gare di abilità in costume e danze rinascimentali.
Dalle ore 15.30 si svolgerà invece la GIORNATA DELL’ORGOGLIO BUTTERO, con cui verranno ripercorse le tappe della grande storia della Maremma e dei butteri con la presenza - umana ed equestre – delle realtà “butteresche” più significative della nostra regione per la loro portata spettacolare, allevatoriale o culturale. Con la collaborazione della FITETREC-ANTE LAZIO; a cura di Rodolfo Lorenzini.
Sempre in piazza del Popolo il 7 marzo alle 16.00, ci saranno le grandi rappresentanze equestri militari e di Polizia italiane nell’ambito dell’iniziativa LA GRANDE STORIA DELLA CAVALLERIA MILITARE ITALIANA. Sarà l’occasione per ripercorrere le tappe ed i grandi contributi dell’equitazione militare italiana al patrimonio culturale equestre dell’umanità e per assistere alle rappresentazioni culturali e spettacolari dei vari corpi a cavallo.
Alle 18.30, con AMEDEO GUILLET – OMAGGIO ALLA CAVALLERIA ITALIANA, verrà proposto un omaggio teatrale a questo grande italiano, dapprima eccellente cavaliere, poi eroico militare in Africa orientale ed infine importante diplomatico in medio oriente, morto nel 2010 all’età di 101 anni: una storia emblematica, ma ricca di grandi valori etici ed epici, tradizionali, umani, che si innesta nel grande scenario della seconda guerra mondiale. Un cavaliere senza tempo, ammirato dai suoi nemici, dimenticato e poi riscoperto in patria sino alla decorazione con la massima onorificenza italiana tributata dal Presidente della Repubblica. Il racconto teatrale sarà integrato da immagini e filmati, nonché da suggestioni equestri dal vivo. Con Piero Baldini, Rodolfo Baldini e Rodolfo Lorenzini. Figurazioni equestri di Martina Giaimo, Giuseppe Cimarosa e con la partecipazione straordinaria dell’8° Gruppo Squadroni dei Lancieri di Montebello. Regia di Rodolfo Lorenzini, autore anche dei testi, e Umberto Scotti da un’idea di Marco Lepre.
Un posto speciale, nell’organizzazione del Carnevale romano, è stato riservato ai bambini con una serie di attività su piazza del Popolo. Tutte le mattine dal 26 febbraio all’8 marzo, dalle 9.00 alle 13.00, verrà proposto, a cura di Arianna Bonanno, un breve approccio agli amici quadrupedi per tutti i bambini della Capitale con animazione equestre, laboratori manuali e didattica sul Carnevale. Le mattine dei giorni feriali saranno riservate alle scuole di Roma. Le mattine del sabato e della domenica (26 e 27 febbraio, 5 e 6 marzo) saranno invece riservati alle famiglie.
Domenica 27 febbraio alle ore 9.30 il Corpo Forestale dello Stato darà la possibilità a bambini e ragazzi, con il BATTESIMO DELLA SELLA E DIMOSTRAZIONE DI "DOMA DOLCE", di salire sui cavallini di Monterufoli in un percorso appositamente attrezzato. A seguire verrà fatta una dimostrazione di doma "dolce", metodo di addestramento utilizzato in alcuni centri di selezione del Corpo forestale, in particolare con i cavalli murgesi di Martina Franca. A cura di Arianna Bonanno.
Domenica 6 marzo alle 9.30 i bambini dai 4 anni in su potranno sperimentare per la prima volta, con il BATTESIMO DEL PONY, l’emozione di salire su un pony lungo un percorso allestito nel ring della piazza, assistiti da animatori esperti. In collaborazione con FITETREC-ANTE LAZIO; a cura di Arianna Bonanno.
Sempre il 6 marzo alle 15.30, grazie all’organizzazione dell’Accademia del Teatro Equestre in collaborazione con la FITETREC ANTE LAZIO sarà possibile ammirare la SFILATA DELLE SCUOLE PONY IN MASCHERA E I CAROSELLI DEI BAMBINI. Nelle stesse due domeniche, dalle 13.00 alle 15.00, sono previsti ludi gladiatori, scuola gladiatori per bambini e scuola danze antiche a cura del GRUPPO STORICO ROMANO.
L’8 marzo alle ore 16.30 sarà la volta del CARNOVALE DE LI FANELLI con 1000 bambini dai 3 ai 12 anni che, accompagnati da un carro allegorico (che rappresenta uno scorcio di Roma) realizzato appositamente dai maestri di Passo Corese, sfileranno lungo il percorso piazza del Popolo - via del Corso. La parata si concluderà alle 17.30 dentro l'Arena di Piazza del Popolo con la premiazione delle scuole che hanno partecipato al concorso sul Carnevale Romano. Il concorso è stato realizzato in collaborazione con l'Assessorato alla Famiglia, all' Educazione e ai Giovani. I costumi dei bambini sono stati realizzati dall'Associazione Culturale Eolo.
Anche i teatri romani dell’Agis Lazio (ALDO FABRIZI, ANFITRIONE, ANTU’ SPAZIO TEATRO OFF, AMBRA JOVINELLI, DELL’ANGELO, DEL TORRINO, DI DOCUMENTI, ELISEO, FLAVIO, IL VASCELLO, MONGIOVINO, QUIRINO VITTORIO GASSMAN, SETTE, STABILE DEL GIALLO) partecipano ai festeggiamenti del Carnevale Romano con l’iniziativa CARNEVALE ROMANO… A TEATRO, proponendo una serie di spettacoli ed attività a tema per celebrare, insieme al pubblico, questo straordinario evento. Ma oltre alle proposte che sottolineano il rapporto profondo tra il teatro e il Carnevale, il pubblico potrà anche trascorrere questa festa a teatro scegliendo tra i vari spettacoli in programmazione: divertenti commedie, musical coinvolgenti, performance di danza, grandi classici e tanto altro ancora…
In queste giornate di festa l’intera città, dal centro alla periferia, sarà ricca di eventi carnascialeschi.
Una bella sfilata per il Carnevale è prevista in occasione del CARNEVALE CASTELVERDE VIII MUNICIPIO (il 27 febbraio dalle ore 15, il 6 marzo dalle ore 10.30 alle ore 12 e dalle ore 15 alle ore 18.30, l’8 marzo dalle ore 15). In scena carri allegorici e gruppi mascherati che percorreranno le strade e le piazze del municipio accompagnati da sbandieratori, giocolieri, clown e tanto altro ancora. A cura dell’Associazione Culturale “Castellaccio”.
Nel V Municipio il 5 marzo dalle ore 15 avrà luogo il CARNEVALE AL PARCO DELLA CACCIARELLA con allegorie in cartapesta, maschere, bande musicali da diversi quartieri di Roma, animazione per bambini. Si concluderà con un ballo in maschera. A cura dell’Associazione Culturale La Cacciarella.
Domenica 6 marzo, dalle ore 10.30, partirà da Piazza della Repubblica la grande sfilata di carri I COLORI DI RE CARNEVALE, in un contesto colorato e ricco di coreografie, animazioni, saltimbanchi, trampolieri, mangia fuoco e artisti di strada. La sfilata percorrerà il centro storico, da Via Nazionale a Largo Magnanapoli, per tornare sempre tramite Via Nazionale a Piazza Esedra. I sette carri allegorici, ideati e allestiti da più di trent'anni dai parrocchiani e dagli artisti della Parrocchia di Sant'Atanasio a Roma, saranno come sempre portatori dei temi d'attualità dell'anno appena trascorso.
Dalle ore 11 alle ore 18 sarà invece celebrato a Prima Porta, Largo Nimis, il CARNEVALE IN BORGATA. In programma parco bimbi con gonfiabili, clown, animatori e zucchero filato. A cura dell’Associazione culturale Vie Musicali.
Sempre il 6 marzo, dalle 14 alle 17.30 si svolge inoltre la seconda edizione del CARNEVALE LATINOAMERICANO a Roma con gruppi di danza e musica rappresentativi di Ecuador, Perù, Colombia, Bolivia, Messico, Panamá, Guatemala, Venezuela, Honduras, Brasile e Paraguay animeranno le strade da Piazza Venezia passando per i Fori Imperiali fino all’Arco di Costantino al Colosseo.
Nel pomeriggio della stessa domenica, dalle ore 15 fino a sera, ha luogo infine la nona edizione del GRAN CARNEVALE ROMANO su via Tiburtina (tra via Cave di Pietralata e Via Casal Bruciato), ideato e curato da Toni Sarnataro e Rosangela Castelli e prodotto da Ichnostudio, che vedrà anche quest’anno Via Tiburtina trasformata in un immenso palcoscenico di 30.000 mq di isola pedonale con un percorso di 1,5 km per la grande sfilata dei tanti Carri Allegorici e Gruppi Mascherati. L’evento quest’anno sarà dedicato al 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con le Maschere Romane, canzoni d’epoca interpretate dal vivo da personaggi come il burattinaio Gaetanaccio, i bulli Meo Patacca e Rugantino ed un colorato contorno di popolane, briganti, garibaldini, zuavi, bersaglieri, senza dimenticare lo stesso Vittorio Emanuele II, Teano e Garibaldi.
Anche le BIBLIOTECHE DI ROMA parteciperanno al Carnevale Romano con PANE, FIABE E CIOCCOLATA, un programma di attività d’animazione per bambini e letture dal vivo, ispirate alla tradizione carnascialesca capitolina, a cura dell’associazione “Oltre le Parole onlus”. Il programma prevede l’intervento di clown e fantasisti che si esibiranno in numeri originali, divertenti e coinvolgenti, dal 26 febbraio all’8 marzo (domenica esclusa) dalle ore 16.30 alle ore 18 nelle seguenti biblioteche: Sandro Onofri 1 marzo ore 16.30, Vaccheria Nardi 3 marzo ore 16.30, Casa dei Bimbi 7 marzo ore 16.30, Valle Aurelia 8 marzo ore 16.30.
La fascia di età adatta è quella che va tra i 4 e i 10 anni. L’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili.
Inoltre presso lo stand Biblioteche di Roma a Piazza del Popolo, sono previste letture spettacolo per bambini e giochi nelle mattine (dalle ore 11.00) del 27 febbraio, 5 e 6. Saranno fornite informazioni sul Carnevale e le sue origini. Programma a cura di Le Charlie's Angels della Casa dei Bimbi.
La sera dell’8 marzo, alle ore 19 GRAN FINALE CON GLI ARTISTI DI STRADA E DELLA COMMEDIA DELL’ARTE a Piazza del Popolo. A seguire, dalla terrazza del Pincio, un grande SPETTACOLO DI FUOCHI D'ARTIFICIO, a cura del Gruppo IX Invicta, ispirato alle sorprendenti scenografie pirotecniche dell’architetto Giovanni Paolo Panini. Nativo di Piacenza (1691) è ricordato per le sue splendide vedute di Roma, ma pochi sanno che fu spesso chiamato da Nobili e Re per costruire mirabolanti macchine pirotecniche da cui poi partivano spettacolari fuochi d’artificio.
Il palinsesto del Carnevale Romano è realizzato tenendo conto delle istanze dei residenti e nel rispetto dei beni culturali della Capitale, in accordo con la Sovraintendenza capitolina e le Soprintendenze statali, le quali hanno autorizzato un allestimento scenografico elegante, filologico e basso impatto.
Il Carnevale Romano è promosso da Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico e Comitato per il Carnevale Romano, costituito in seno alla Commissione Cultura.
L’organizzazione è a cura di Zètema Progetto Cultura.
E’ gemellato con il Carnevale di Viareggio e di San Pietroburgo.
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha conferito all’edizione 2011 una propria medaglia di rappresentanza.
Il Carnevale Romano ha il patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera Dei Deputati, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, del Ministero dell'Interno, del Ministero della difesa, del Ministero dello Sviluppo Economico, del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, del Ministero delle Pari Opportunità, del Ministero delle Politiche Europee, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Ministero del Turismo, del Ministero delle Pari Opportunità, del Ministero della Gioventù, del Ministero per le Politiche Europee, dell’Assessorato alla Famiglia e Scuola di Roma Capitale.
Sono partner del Carnevale romano Teatro dell’Opera di Roma, Biblioteche di Roma, Acea, Federalberghi Roma, Rsi Group, Gambero Rosso, Accademia del Teatro Equestre, Pro Loco di Roma, Agis Lazio, Fitetrec Ante Lazio.
La direzione artistica è di Leonardo Petrillo. Tutti gli eventi equestri sono ideati e curati da Marco Lepre per conto dell’Accademia del Teatro Equestre.
Info: 060608  http://www.carnevale.roma.it

Condividi
comments

Altro