Mibac 280x120banner fiere 345x120

MILANO. SCACCHI, A 15 ANNI CONTRO 120 AVVERSARI

A CityLife domenica 13 dicembre 2015 un campione di 15 anni tenta un record degli scacchi

scacchiIl prossimo 13 dicembre a CityLife, il campione di scacchi quindicenne Luca Moroni punterà a battere il record italiano di partite giocate contemporaneamente “in simultanea” affrontando 120 avversari! Il record attuale è di 112 partite.

CityLife e Luca puntano così ad entrare nel Guinness dei Primati.

Gli avversari di Luca saranno maschietti e femmine, dai 6 ai 15 anni, anche per adeguarsi alla giovane età del campione; Luca giocherà contemporaneamente le centoventi partite passando da un avversario all’altro e da una scacchiera all’altra senza soluzione di continuità.

Luca Moroni è un giovane astro nascente dello scacchismo italiano: è vice-campione del Mondo giovanile. Pochi giorni fa è infatti arrivato brillantemente secondo (!) nel campionato mondiale Under 16  svoltosi ad Halkidiki in Grecia.

L’inizio della esibizione è previsto per le ore 14; è prevedibile che la conclusione possa avvenire tra le 18.30 e le 19.  L’ingresso per il pubblico è libero e gratuito.

Per permettere al pubblico, soprattutto a chi non è particolarmente esperto del gioco, di seguire comunque l’esibizione, la stessa sarà commentata, alternando spiegazioni tecniche ad aneddoti e curiosità sul gioco degli scacchi. Sarà inoltre possibile ammirare i celebri “Scacchi giganti” di Enrico Baj, che saranno esposti per l’occasione: un’opera di grande interesse sia per gli appassionati di scacchi sia per i cultori d’arte.

L’esibizione si tiene nell’ambito della manifestazione Mercatino del Gusto a CityLife che inizia il 5 dicembre e prosegue fino al 24.

Domenica 13 dicembre, dalle ore 14.

Piazza Tre Torri – CityLife – Milano.

Come raggiungere la sede dell’evento:

in metropolitana linea 5 lilla fermata Tre Torri – a piedi ingresso da piazza Giulio Cesare o viale Cassiodoro.

In piazza Tre Torri dal 5 al 24 dicembre orario 11,00 – 20,00 si potrà visitare il Mercatino del Gusto a CityLife, si potrà pattinare sul ghiaccio e giocare a curling.

Luca Moroni

Nato a Desio (MB) il 1° luglio 2000,abita a Bovisio Masciago (MB) e frequenta con ottimi voti la 2.a liceo scientifico al Majorana di Desio. Ha cominciato a giocare a scacchi all'età di 6 anni ed è tesserato per il circolo di Ceriano Laghetto. Ha vinto diversi campionati giovanili di categoria, è  diventato Maestro Nazionale a 13 anni. A 14 anni ha ottenuto il titolo di Maestro Fide, il terzo in ordine decrescente dei titoli internazionali. Attualmente ha realizzato per due volte - sulle tre richieste - la percentuale di punti necessaria per ottenere il titolo di Maestro Internazionale (il secondo in ordine decrescente; il terzo e massimo è Grande Maestro). suoi ultimi prestigiosi traguardi sono stati il titolo di campione italiano under 14 a Tarvisio e la prestigiosa vittoria nell'open di Lugano (Svizzera) del 2014. Nel 2015 è stato convocato nella nazionale azzurra maggiore per giocare la Mitropa Cup (competizione tra dieci squadre nazionali dell’Europa Centrale). Si è poi qualificato per la Finale del Campionato Italiano Assoluto che si svolgerà a Milano (dal 30 novembre all’11 dicembre 2015) vincendo a sorpresa la forte Semifinale giocata a Porto S.Giorgio. Pochi giorni fa è arrivato brillantemente secondo (!) nel campionato del Mondo Under 16  svoltosi ad Halkidiki in Grecia, diventando così vice-campione del Mondo! Dopo la finale del Campionato Assoluto e l’esibizione a CityLife il 13 dicembre, Luca partirà alla volta del Quatar dove giocherà un forte torneo (dal 19 al 30 dicembre).

Esibizione a CityLife il 13 dicembre.

Luca Moroni si esibirà in simultanea contro 100 avversari – ragazzi e ragazze - dai 6 ai 13 anni; tutti appartenenti ai circoli scacchistici di Milano e dell’hinterland, che spesso seguono le lezioni anche nella propria scuola (dove gli scacchi sono insegnati tra le materie del doposcuola e presto – in base ad una nuova direttiva del MIUR – anche nelle ore curriculari). In particolare saranno presenti ragazzi e ragazze dell’Accademia Scacchi di Milano, della Società Scacchistica Milanese, della società Chess Project, della società Mimosa, della società Il Castelletto – tutte di Milano - e del circolo scacchistico di Cormano. L’inizio della esibizione è previsto per le ore 15; è prevedibile che la conclusione possa avvenire tra le 18.30 e le 19. Nella simultanea c’è sicuramente un lato spettacolare, anche perché, a differenza di quanto avviene nei tornei, durante la simultanea sia i giocatori sia il pubblico possono parlare a voce alta: senza suggerire, ovviamente! Per permettere al pubblico, soprattutto non particolarmente esperto del gioco, di seguire comunque l’esibizione, la stessa sarà commentata, alternando spiegazioni tecniche ad aneddoti e curiosità sul gioco degli scacchi.

La simultanea

La simultanea è una esibizione spettacolare nella quale un solo campione affronta contemporaneamente più avversari, passando di volta in volta da una scacchiera a quella adiacente. Per pensare alla risposta l’avversario ha il tempo impiegato dal campione per concludere il giro; quando ci si trova davanti il campione è obbligatorio muovere immediatamente. La simultanea su 100 scacchiere è una delle più difficili e faticose e giustifica il fatto che gli scacchi siano considerati uno sport: per completare un giro, ovvero effettuare una mossa su tutti i tavoli, sono necessari almeno 6-7 minuti, per cui in un’ora si giocano 8-9 mosse al massimo, con un rallentamento man mano che le posizioni si complicano e il campione sente la stanchezza dovuta soprattutto alla ‘camminata’. Difficilmente una esibizione di questo tipo dura quindi meno di 4 ore. Il primo a giocare contemporaneamente contro 100 avversari fu lo svizzero Hans Fahrni, a Monaco nel 1911; il suo risultato fu di 55 vinte, 6 perse e 39 pari; il tempo impiegato fu di sette ore e mezza. Il miglior risultato sulle 100 partite, ovviamente contro avversari qualificati, sembra essere quello di Capablanca che nel 1922 a Cleveland, Ohio, giocò 103 partite, vincendone 102 e pareggiando l'ultima, in sette ore.

Nella storia degli scacchi in Italia ben pochi giocatori si sono cimentati sulle 100 scacchiere, tanto che simultanee di questo tipo si contano sulle dita di una mano.

Il record italiano in simultanea è del Grande Maestro fiorentino Sergio Mariotti che il 3 dicembre 1994 a Potenza, nell'ambito della manifestazione Telethon, ha disputato 112 partite.

È inseguito ... a una lunghezza dal Maestro siciliano Davide Isonzo che il 31 maggio 1997 ha giocato a Siracusa 111 partite (+85 =19 -9).

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro