Mibac 280x120banner fiere 345x120

MILANO. E REGIONE LOMBARDIA AL CENTRO DELL'INNOVAZIONE

INNOVAZIONE INDUSTRIALE E VALORE PER IL PAESE:

NUOVE SFIDE E PROGETTI CONCRETI

On. Emilia Grazia De Biasi

Lo scenario economico attuale richiede scelte coraggiose, concrete ed urgenti che aiutino l’industria, che è un asse importante della crescita nazionale, ed il settore farmaceutico, in base ai dati più recenti, risulta essere tra i più positivi come trend attuale di sviluppo: è quanto emerso a Milano. 

“L'Italia ha centri di ricerca straordinari e riconosciuti nel mondo ma il Paese ancora fatica a riconoscere la cultura scientifica per il suo effettivo valore, come leva di sviluppo economico e umano e a dare spazio e futuro alle giovani generazioni,” dice l’on. Emilia Grazia De Biasi, Presidente 12a Commissione permanente (Igiene e Sanità), Senato della Repubblica. Il dibattito è aperto ed il convegno, organizzato il 19 febbraio presso il Centro Congressi Fondazione Cariplo, è un punto di partenza, non di arrivo perché molti nuovi dati sono stati raccolti  sia dalle relazioni degli esperti che dal confronto nella tavola rotonda finale.

Assessore Luca Del GobboL’Assessore Luca Del Gobbo, Università, ricerca e open innovation di Regione Lombardia spiega: ”Il primo ambito strategico su cui scommettere nel nostro Paese, e in particolare in Lombardia – che è già e di gran lunga il territorio più attrattivo d’Italia per gli investimenti esteri diretti – è la promozione della ricerca e dell’innovazione industriale”.

Inoltre le Regioni  possono candidarsi ai premi RegioStars, riconoscimento attribuito ogni anno ai progetti più innovativi sostenuti dai finanziamenti della politica di coesione e che vengono assegnati dalla direzione generale Politica regionale e urbana della Commissione europea. Hanno l'obiettivo di identificare buone pratiche di sviluppo regionale e progetti innovativi capaci di ispirare altre regioni e project manager.

Carlo Mango, Direttore Area Ricerca scientifica Fondazione Cariplo  sottolinea il ruolo fondamentale svolto per il Paese: ” In 25 anni di attività , la Fondazione Cariplo, con la sua azione filantropica, ha consentito la realizzazione di oltre 30 mila progetti di organizzazioni non profit, con un impegno di oltre 2 miliardi e 800 milioni di euro. Nel settore della Ricerca scientifica la Fondazione ha sostenuto in questi primi 25 anni ben 1.764 progetti per un totale di 421 milioni di euro”.

Stakeholders, ricercatori, politici, manager pubblici e privati, docenti universitari ed esperti a livello internazionale si trovano d’accordo sul fatto che la sfida del 2020 verso l’innovazione integrata richiede interventi concreti ed urgenti sul territorio nazionale. Tra i settori economici più attivi a livello nazionale ed internazionale ha dati positivi quello farmaceutico, lo spiega il dott. Fabrizio Greco, Amministratore Delegato AbbVie Italia, azienda biofarmaceutica globale, con un fatturato annuo  di  19,9 miliardi di dollari che distribuisce i propri prodotti in oltre 170 Paesi.

AD ABBVIE dott. Fabrizio Greco“Il nostro,” dice il dott. Fabrizio Greco,”è un approccio incentrato su paziente e innovazione. Siamo dal 1949 in Italia con oltre 1.300 i dipendenti e di recente abbiamo annunciato un investimento di 60 milioni di dollari per il sito produttivo italiano. Siamo presenti in Europa con 7.200 dipendenti, abbiamo 5 centri europei di produzione in Germania, Italia e Irlanda. Siamo perfettamente in linea con le istanze europee in quanto perseguiamo uno sviluppo sostenibile, ricercando l'equilibrio tra gli obiettivi finanziari, ambientali e la responsabilità d’impresa, puntando a creare sinergie territoriali. Voglio sottolineare come il comparto farmaceutico abbia continuato ad aggiungere valore al Paese perché è il primo settore per competitività e per incremento della capacità produttiva. L’Italia ha aumentato di più al mondo l’esportazione di medicinali dal 2010 al 2014”. Il settore farmaceutico italiano in Europa in effetti stando ai dati del Rapporto Meridiano Sanità su dati Istat, Eurostat e Farmindustria 2015, è al primo posto in termini di crescita dell’export tra il 2009 e il 2014, al secondo posto per valore della produzione; al quarto posto per investimenti in R&S e produttività per addetto. Inoltre il settore farmaceutico in Italia è al primo posto per investimenti in R&S e produzione di imprese a capitale estero. 

Daniela Bianco, partner e responsabile dell’area Health Care, The European House - Ambrosetti evidenzia: “L’Ambrosetti Innosystem Index monitora 5 aree e 14 indicatori dell’ecosistema dell’innovazione e l’Italia risulta lontana dai Paesi più innovativi del mondo. Tuttavia, nonostante il ritardo, ci sono numerose aree su cui l'Italia ha registrato dei miglioramenti quali l’export dei settori ad alta intensità di ricerca & sviluppo. Stando ai dati dell’Index la Lombardia è nella ‘top 20’ delle Regioni più innovative d’Europa”.

Luca Medici

 

Condividi
comments

Altro