Mibac 280x120banner fiere 345x120

Giromilano - locali da scoprire - dicembre 2017

Giromilano dic17


Cover MI24 Dicembre 2017 - 395xTratto da "Milano 24orenews" - dicembre 2017

Un breve viaggio per Milano alla scoperta di nuove “aperture”, come al solito molto particolari, della nostra città. Vedremo ristoranti che hanno aperto le porte a nuovi concept di “fare tavola”, ma non mancheranno le segnalazioni di antiche botteghe che fanno parte della storia milanese.

ANTICHE BOTTEGHE

BAR MAGENTA  (1907)

Si può ben dire che questo bar milanese è stato per gran parte della sua storia centenaria, un punto di ritrovo per gente, giovani e meno giovani, che amava sognare, fumare Gauloise e raccontare storie di ultimi libri letti, spesso di quella letteratura più impegnata e trasgressiva tanto di moda negli anni ‘60. L’ambiente conserva il fascino liberty dell’epoca, sono cambiati gli avventori e ovviamente anche il locale ha mutato il suo ambiente, ma merita comunque una visita.

PASTA FRESCA e GRANAGLIE  (1931)

E’ strano pensare e soprattutto credere che in questo negozio di Milano in via Ponte Seveso, dal 1931 si venda pasta fatta rigorosamente in casa! Per citarne solo un tipo, i ravioli, sono di mille tipologie parmigiana, borragine, zucca, carciofi, salmone a seconda della stagionalità dei prodotti per i ripieni. Un’altra specialità da provare è il pesto segnalato ai suoi lettori da Le Figarò.

L’ORTOLANO di PAOLO SARPI (1934)

Passeggiando in via Paolo Sarpi si fa una scoperta unica. In via Messina al numero civico 1 resterete colpiti dai profumi e dai colori che escono dalle ceste di frutta e verdura che occupano anche il pavimento, di questo ortolano, che nonostante i cambiamenti epocali della sua zona, è rimasto al suo posto e non da qualche anno, ma dal lontano ‘34.

FERRAMENTA AL MURUNASC  (1921)

Siamo in via Ceriani nel cuore del vecchio borgo di Baggio che oggi vi consigliamo di andare a vedere perché rinnovato da un recente bel restauro. In questa riqualificazione di tutto il borgo, si trova la ferramenta di Bruno Bernasconi che deve il nome del suo negozio, all’antico gelso detto appunto “el murum” che sorgeva tra le viuzze e la piazzetta.  La storia racconta che la “ferramenta” prima di riempirsi dei mille oggetti di oggi era  nata come bottega da maniscalco.

FASHION

ISSEY MIYAKE

“Milano è la città della creatività e sono orgoglioso di farne parte”. Così lo stilista e artista giapponese Issey Miyake aveva commentato l’apertura (a marzo di quest’anno) del suo primo flagship store in Italia, 500 mq su due piani nello storico edificio di Palazzo Reina, nel Quadrilatero della Moda. In questo store dal design originale sfilano abiti e accessori e tante piccole opere, dall’effetto suggestivo, di questo stilista sopravvissuto al bombardamento di Hiroshima. Via Bagutta 12.

www.isseymiyake.com

ACCESSORIZE

L’insegna parla da sola, da Accessorize si trovano accessori, di tutti i tipi e per tutte le stagioni. L’assortimento è davvero vasto: borse, collane, anelli, portafogli, ventagli, costumi da bagno, ciabattine, infradito, ballerine, spille, ciondoli, guanti e anche tante idee sfiziose per acconciature fashion, dai cerchietti a mollette e fermagli. E poi cappelli di tutte le fogge, dal basco grigio con stelline a contrasto al berretto tricot con pon-pon. Più un’ampia gamma di sciarpe e stole, tutte super trendy. Questa è una catena di negozi tutti con le identiche caratteristiche. Il marchio è inglese nato a Londra nel 1984 oggi presente in tutto il mondo con un migliaio di negozi. 

www.accessorize.com

GOURMET

ECRUDO

Volete provare un viaggio fra i profumi dei sapori mediterranei? Cogliere l’incontro tra le culture culinarie che impiegano davvero i prodotti della terra a chilometro corto? Volete gustare a tavola i sapori del mare e della terra grazie a proposte gastronomiche rispettose delle stagioni? Ecrudo,  locale aperto pochi mesi fa, è il posto giusto. La cucina di Ecrudo è affidata ad Angelo Mancuso, con il coordinamento di Umberto Vezzoli. Via Savona 11.

www.ecrudo.it

YUM

Alle tante proposte di cucine straniere presenti in città si aggiunge nelle vicinanze di Sant’Ambrogio questo piccolo locale dal design essenziale, dove si possono assaporare le delicate prelibatezze tipiche della cucina filippina, ricette originali per creare un menù dove potrete scegliere tra la pasta tipica filippina, il riso e poi piatti di carne e verdure, da accompagnare con la loro birra. Pietanze squisite e sapori inediti. Viale Coni Zugna 44.

www.yummilan.com

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro