Mibac 280x120banner fiere 345x120

MILANO. 35° RADUNO PER IL FERRARI CLUB

Ferrari-Milano

FERRARI CLUB  2019 AL 35° RADUNO 

  

Tutto è pronto a Milano in via Palestro a Milano, davanti al PAC, domenica 29 settembre 2019 per il 35° Raduno Internazionale - Incontri di classe, evento organizzato dal Ferrari Club Milano. Giunge così alla 35* edizione il Raduno Internazionale delle vetture Ferrari, ospitato dalla città di Milano fin dal 1984. Ritrovo previsto a partire dalle ore 8.00 in Via Palestro per le operazioni di punzonatura e la consegna agli equipaggi provenienti da Stati Uniti,  Francia, Inghilterra,Svizzera e  dei documenti relativi alla manifestazione.

Per gli appassionati sono stati mesi intensi di emozioni e storia quelli appena trascorsi: dopo i festeggiamenti dei 90 anni della Scuderia Ferrari (che all’epoca gareggiava con le Alfa Romeo) e i 90 anni del GP di Monza, ora è festa per i 40 anni di sodalizio.

“Spesso siamo partiti da piazza Duomo e il sogno di tornare è mio e ti tanti possessori che partecipano al raduno milanese sempre con tanto entusiasmo. Sono orgoglioso di quanto fatto in questi anni - afferma Enzo Dell’Orto, fondatore e storico presidente del Farrari Club Milano – e il raduno del 29 settembre sarà l’occasione anche per ricordare un grande amico mio personale e del Club, Mike Bongiorno, scomparso dieci anni fa, ma che ha sempre partecipato a questo appuntamento.” Dalle architetture del PAC della Villa Reale verso le 11.00 ci sarà la partenza della sfilata delle vetture attraverso il centro storico che sarà preceduta da un corteo motociclistico formato da Polizia Locale, Polizia Stradale e Carabinieri. Un lungo percorso che anche quest’anno vuole toccare vie e luoghi simbolo del capoluogo meneghino. Destinazione Boffalora Sopra Ticino (MI), al Ristorante Garden, per il pranzo e le premiazioni, per concludere con “Allegria!”, la celebre espressione dell’amico Mike Bongiorno, nonché per continuare quella passione vissuta e descritta anche nel libro Enzo, la Ferrari mi ha tradito (edito da La Memoria del Mondo) che racconta, attraverso interviste e documenti inediti, i quarant’anni di entusiasmo e partecipazione di Enzo Dell'Orto, appassionato del Cavallino, e dei numerosi soci

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro