Mibac 280x120banner fiere 345x120

MILANO. POESIA .MUSICA, TEATRO ALLA CENTRALE DELL’ACQUA

TEATRO OUT OFF

Lunedi 14 ottobre 2019 ore 21,00

CENTRALE DELL'ACQUA PIAZZA DIOCLEZIANO, 5 MILANO

ACQUA

MM SpA in collaborazione con il Teatro OUT OFF presenta “Liquida” sezione teatro La quarta e ultima rappresentazione è “ SCOPPI, URLA, RISATE” reading di poesie di Ferlinghetti con Roberto Trifirò Dopo la prima parte della rassegna Liquida che ha portato alla Centrale dell’Acqua a maggio 2019 alcuni tra i massimi poeti italiani (Milo De Angelis, Maurizio Cucchi, Umberto Fiore, Giancarlo Pontiggia), e il 12 giugno 2019 un concerto del musicista e compositore Roberto Cacciapaglia, vede con il secondo appuntamento del 30 settembre proseguire la sezione dedicata al teatro che con cadenza settimanale conclude la prima edizione della rassegna multidisciplinare con 4 appuntamenti teatrali. Nella sezione teatro a cura di Lorenzo Loris e Roberto Traverso quattro monologhi di tre autori italiani (Testori, Tondelli, Baldini) e del grande poeta americano Lawrence Ferlinghetti interpretati rispettivamente da Elena Callegari, Mario Sala, Gigio Alberti e Roberto Trifirò. Il filo rosso che lega la scelta degli autori e dei testi è la stessa linea di raccordo tra la società “liquida” descritta dal grande sociologo e filosofo Zygmunt Bauman e il Novecento che abbiamo seguito nella poesia e nella musica cercando di rappresentare il contrasto tra i vecchi riferimenti e i nuovi valori condivisi della modernità.

RAPPORTI LIQUIDI

Zygmunt Bauman, sociologo e filosofo polacco, ritiene che la nostra vita di relazioni sia influenzata dal cambiamento frenetico della società. Ci viene continuamente chiesto di essere flessibili e di abituarci ai cambiamenti. Secondo Bauman, questi rapporti, che definisce “liquidi”, assomigliano sempre di più a delle connessioni più che a delle relazioni, sono rapporti che vivono di un monologo più che di un dialogo, che si creano e si cancella con un click del mouse. Attraverso quattro autori diversissimi tra loro: Testori, Baldini, Tondelli e Ferlinghetti, abbiamo voluto rappresentare un percorso di sfaldamento di queste relazioni, sono quattro autori che utilizzano il monologo come forma capace di ricondurci, attraverso lo sproloquio, la confessione, lo sfogo e la declamazione poetica, a quella che in apparenza può sembrare un’identità solida e forte, ma che ci rivela una persona fragile, debole e spezzata o forse faremmo meglio a dire “liquida”.

SCOPPI, URLA, RISATE.

reading di poesie di Lawrence Ferlinghetti   on Roberto Trifirò Poeta, pittore, editore, all'età di 100 anni Lawrence Ferlinghetti è un'icona della controcultura americana. Dopo essere stato uno degli animatori della beat generation, primo editore dell'urlo di Allen Gisberg, amico di Jack Kerouac e Gregory Corso, autore di poesie e testi teatrali, ha sempre portato avanti di pari passo l'attività letteraria e quella politica, animato da un pacifismo ecologista e anarchico che ne ha fatto una delle grandi voci critiche del sistema politico economico degli Stati Uniti. E’ inoltre il fondatore del the city Lights bookStore: la leggendaria libreria indipendente di San Francisco che dal 1955 ad oggi non ha mai smesso di essere un luogo simbolo della cultura alternativa. Roberto Trifirò scrive: Inizio il mio viaggio attraverso le parole delle sue poesie e dei suoi scritti per cercare di essere il portavoce dei suoi canti, attraverso la pregnanza e la musicalità dei suoi testi, mettendomi al loro servizio. Sperando di ben viaggiare, per poter ben comunicare il viaggio. "Come poeta, mi immagino nei panni di un reporter onnisciente venuto dallo spazio, che invia i suoi dispacci a un capo redattore supremo convinto della necessità di rappresentare senza censure le tragicomiche pagliacciate di quelle creature bipedi note con il nome di esseri umani. I miei sono dunque reportage su ciò che succede quaggiú." (Lawrence Ferlinghetti)

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro