Mibac 280x120banner fiere 345x120

MILANO. IL PRINCIPE ALBERTO II DI MONACO ALLA BICOCCA PER IL MAR MEDITERRANEO

S.A.S.ALBERTO DI_MONACO_E_RETTORE_BICOCCAMARCELLO_FONTANESI

 

Aula Magna piena di giovani alla Bicocca,

 per ascoltare l'intervento di S.A.S. Alberto II

 

(F.to : S.A.S. Alberto II ed il rettore della Bicocca, Marcello Fontanesi)

 

MILANO:. Autentico ambasciatore mondiale per la protezione del pianeta e dei suoi mari, S.A.S. Alberto II , martedì 6 gennaio, ha portato ai giovani della Bicocca di Milano, il suo messaggio ed il suo impegno per l'ambiente con la sua Fondazione, incontrando ieri, nel prestigioso ateneo italiano, studenti e ricercatori. «Il Mediterraneo si può salvare solo se tutte le parti coinvolte si responsabilizzano, coscienti del fatto che agendo insieme si lavora per il futuro di tutti, salvando anche il proprio». Con questo messaggio il principe Alberto II di Monaco ha aperto ieri pomeriggio il suo intervento nella conferenza “La protezione del Mare Mediterraneo dall’inquinamento: i risultati conseguiti e le sfide future” organizzata dall’Associazione Italiana della Fondation Prince Albert II de Monaco in collaborazione con la Facoltà di Giurisprudenza e con il Dipartimento Giuridico delle Istituzioni Nazionali ed Europee dell’Università di Milano-Bicocca. Protezione dall’inquinamento, governance e ricerche scientifiche sulla “risorsa” Mediterraneo sono state il filo conduttore della conferenza alla quale hanno partecipato, oltre al principe Alberto II di Monaco, che ha presentato i programmi della sua Fondazione in campo ambientale e di ricerca, il rettore dell’Ateneo Marcello Fontanesi, Lucien Chabason, senior advisor dell'Institut du développement durable et de relation internationales e Tommaso Vitale, professore associato di Sociologia nell'università parigina Sciences Po.   «La ricerca svolge un ruolo molto importante nella difesa e nella conoscenza del Mediterraneo e, più in generale, del mare e degli oceani - ha sottolineato il rettore Marcello Fontanesi presentando i numerosi progetti nei quali è impegnato l’Ateneo - La visita del principe Alberto II di Monaco, oltre che un onore per il nostro Ateneo, è un momento di confronto e testimonianza per la comunità scientifica dell’importanza che rivestono la protezione delle acque del mare e dell’ecosistema marino, oltre che della responsabilità che noi tutti abbiamo per la protezione dell’ambiente». Fontanesi ha poi ricordato la figura di Roberto Marchetti, pioniere dell’ecologia come disciplina scientifica autonoma il cui impegno è stato determinante per la nascita del primo corso di laurea in Scienze Ambientali istituito presso l’Università di Milano-Bicocca. «È una sfida globale, in cui servono risposte urgenti e concrete alle tre principali problematiche ambientali: biodiversità, cambiamento climatico e accesso all’acqua – ha detto il principe Alberto II di Monaco - Il Mediterraneo ha già subito gravi danni, ma siamo ancora in tempo se agiamo insieme coinvolgendo non solo le istituzioni e gli scienziati ma anche le popolazioni. È importante tutelare il Mediterraneo dagli effetti del global warming, dell’acidificazione delle acque e dalla proliferazione di specie esotiche. Credo molto – ha proseguito – nel sole come fonte energetica alternativa e come opportunià di sviluppo per i paesi della sponda sud del Meditterraneo». Al termine del suo intervento, Alberto II ha ricevuto dal rettore Marcello Fontanesi una medaglia commemorativa dell’Ateneo e il libro H2O sull’acqua pubblicato nel 2008 dall’Università in occasione del decennale di fondazione.

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro