Mibac 280x120banner fiere 345x120

COMO. INCONTRI DI GIUGNO ALLA LIBRERIA UBIK

UBIKINCONTRI DI GIUGNO

LIBRERIA UBIK COMO
Gli incontri si terranno in piazza San Fedele.
In caso di maltempo, si terranno all’’interno della libreria
INGRESSO LIBERO


 
APERITIVI IN GIALLO:  Quinta edizione - Una settimana di incontri con alcuni dei più noti e interessanti scrittori italiani di romanzi polizieschi e noir.
MARTEDÌ  12 giugno 2012  ore 18 FABRIZIO CARCANO dialoga con GIORGIO ALBONICO Gli angeli di Lucifero e  La tela dell’eretico (Mursia)Raccontare una storia di vendette, esoterismo e satanismo della cronaca nera dei nostri giorni. E' quello che fa Fabrizio Carcano nel suo romanzo d'esordio Gli angeli di Lucifero  costruendo una trama che nulla ha da invidiare agli angeli e ai demoni d'oltreoceano.  La storia comincia con il trafugamento dal cimitero di Chiaravalle della salma del Marchese Acerbi, seguono in rapida successione tre omicidi sotto la Madonnina, compiuti e rivendicati dalla stessa mano. Indizio dopo indizio il lettore si ritrova a seguire la storia fino all’ultima pagina: giustizia non sarà fatta ma i segreti saranno svelati e lo spettro del Diavolo di Porta Romana potrà tornare nelle tenebre.Una via crucis segnata da suicidi rituali e roghi purificatori è quella che – nel secondo libro di Carcano, La tela dell’eretico -  il commissario Bruno Ardigò e il giornalista Federico Malerba devono percorrere per venire a capo di un’indagine li precipita in un mondo di eresie medievali e di misteri. Come antichi inquisitori si trovano a investigare sugli ultimi seguaci dei catari che proteggono il segreto sul loro più illustre adepto: Leonardo.Mentre Milano si anima per le imminenti elezioni, Ardigò e Malerba si addentrano in una Lombardia arcana e inattesa fino al cuore dell’intrigo: un capolavoro sconosciuto per il quale vale la pena di uccidere e di morire.Cronista, milanese, giornalista prima al Giorno, poi alla Prealpina, al TgCom, Affari Italiani Carcano nella sua opera prima si dimostra abile nel maneggiare le tecniche del romanzo di genere.

                                              COMO 
MERCOLEDI’ 13 giugno 2012 ore 18  MASSIMO GARDELLA dialoga con ALESSIO BRUNIALTI
Il male quotidiano (Guanda)Un brutale ritrovamento segna l'inizio della nuova indagine dell'ispettore Remo Jacobi, uomo di cinquant'anni disilluso, divorziato e senza figli. O così dice. Vive con l'anziano padre rumeno in un borgo rurale e il suo curriculum di poliziotto è ormai composto di casi che ha scelto deliberatamente di affossare. E convinto che un velo di male puro si sia sovrapposto alla realtà quotidiana e si è rifugiato nella misantropia per sopravvivere a un mondo che percepisce sempre più incomprensibile e ostile. Ma di fronte all'ennesima, insulsa atrocità, Jacobi si ribella e lungo quelle rive antiche e lussureggianti comincia a combattere una lotta che ha origini lontane: nei deserti della Somalia teatro di guerra di mercenari disposti a tutto, e nell'Europa dell'Est dove altre violenze hanno piegato definitivamente la logica del vivere civile. Fino ad approdare in una più vicina ma non meno torbida metropoli, dove ad aspettare Jacobi ci sono una donna e la possibilità di un sentimento che forse potrebbe riscattarlo.

 
GIOVEDI’ 14 giugno 2012  Ore 18 ALESSIA GAZZOLA dialoga  con GRAZIA LISSI
Un segreto non é per sempre (Longanesi) Dura la vita per Alice Allevi, che ha appena superato la delusione per non aver vinto un micro seminario di Scienze Forensi. Non che le interessasse tantissimo l’argomento: il fatto è che il seminario si sarebbe tenuto a Parigi, e a Parigi vive Arthur. Ma la vita lavorativa ha in serbo per lei altre sorprese, e nello specifico una causa d’interdizione. Lui è Konrad Azais, un famosissimo scrittore, best seller in tutto il mondo, grande esperto di enigmistica. A richiedere l’interdizione sono i figli, che ritengono il padre ormai vittima della demenza senile visto che ha dichiarato di voler lasciare tutti i suoi beni a una sconosciuta. Quando poi Azais muore in circostanze misteriose, che nemmeno l’autopsia riesce a chiarire, Alice inizia un’indagine combinando le sue conoscenze di medicina legale, l’intuito e la ricerca tra librerie e le opere di Azais… Alessia Gazzola è nata a Messina nel 1982. Medico chirurgo dal 2007, si è specializzata in Medicina legale nel luglio 2011. L’allieva, il romanzo con cui ha esordito nel 2011, ha avuto un grandissimo successo: 4 edizioni, 60.000 copie vendute, in corso di pubblicazione in 4 paesi europei (Germania, Spagna, Turchia e Francia) e diritti venduti per la produzione di una serie televisiva. 

 

VENERDI’ 15 Giugno 2012  ore 18 MASSIMO PISA dialoga con DARIO CAMPIONE Milano cold cases. Delitti senza un colpevole (Dalai Editore)Esistono, i delitti perfetti. Diventano cold cases, etichetta anglofona di successo, per l'ottimismo della volontà degli investigatori, che li tengono in freezer sperando di scongelarli. Ma esistono. Non serve il più sofisticato dei piani, né la più raffinata delle menti criminali. Basta un dettaglio, un pezzo spaiato, un testimone voltato dall'altra parte, una disattenzione o un eccesso di prudenza da parte di chi indaga. Che arriva sempre dopo, corre a handicap, gode di supporti scientifici sempre più precisi ma gioca una partita umanissima e mortale contro un assassino. La recente storia nera di Milano è piena di omicidi. Di mala, di mafia, di 'ndrangheta. Non si ammazza soltanto di sabato, come scriveva Giorgio Scerbanenco. E non muoiono soltanto i soldati di bande e cosche. Finisce sotto il piombo, o con un coltello in gola, anche gente comune: certo, c'è il pregiudicato con la fedina torbida ma anche il ragazzo dal presente specchiato. Il mecenate e la moglie inquieta, professionisti e clochard. In questo libro ci sono diciotto casi, diluiti in diciotto anni. Radiografati, scarnificati, indizio per indizio, dettaglio per dettaglio. Piccoli omicidi, spesso dimenticati come le loro vittime, spariti dalla memoria come i loro assassini. Per diciotto volte perfetti.
  
MERCOLEDI’ 6 giugno 2012 ore 18 DONATO GALLI
La chimica delle genti. Un percorso culturale tra la gente e per la gente. La chimica? ….e che cosa è?Tutti i fatti della nostra esistenza possono essere letti ed interpretati nelle chiavi culturali più disparate. Va da sé che il trascurare o il non tener conto della chiave culturale scientifica porta come minimo ad uno scorretto dimensionamento ed interpretazione dei fatti.Quella chimica, in particolare, è l'unica cultura in grado di spiegarci non come, non quando, non dove, ma perché le cose accadono.Donato Galli è chimico tossicologo. Già Direttore Salute, Sicurezza e Ambiente del Gruppo Esseco e Responsabile SSA e IT dell’Associazione Industriali di Novara, dopo aver gestito l'area Igiene e Tossicologia Ambientale di Ciba Italia. Ha svolto attività di ricerca e sviluppo come Assistente presso il Laboratorio di Tossicologia e Igiene Industriale dell'Istituto di Medicina del Lavoro dell’’Università degli Studi di Milano. E' professore di Tossicologia Industriale presso l'Università dell'Insubria a Como.

GIOVEDI’ 21 giugno 2012 ore 18 MARIA GABRIELLA ANANIA dialoga con Psicologa e giornalista risponde ai lettori (Il Ciliegio edizioni)Dalla raccolta della corrispondenza tra i lettori del quotidiano La Provincia di Como e M. Gabriella Anania nella rubrica “L’angolo della psicologa” è nato un libro di domande e risposte sui temi più svariati: dalla famiglia ai rapporti interpersonali o di coppia ai problemi  sul lavoro, dai quesiti riguardanti il ruolo di genitori a quelli che interessano la sfera più personale e intima di ciascuno. Un prezioso manuale che offre un punto di vista qualificato sui problemi della vita di ogni giorno.Maria Gabriella Anania, psicologa e psicoterapeuta, vive e lavora a Cantù.
GIOVEDI’ 28 giugno 2012 ore 18  DONATO GALLI
La chimica delle genti.  Un percorso culturale tra la gente e per la gente.La chimica: aspetti concreti ed applicazioni nell'esistenza quotidianaTutti i giorni, innumerevoli volte al giorno, sin dal momento del nostro concepimento nel ventre materno, le molecole di cui siamo costituiti reagiscono tra di loro ed hanno bisogno diun continuo apporto di nuove sostanze.Gli oggetti di cui ci serviamo sono, a loro volta, costituiti da molecole la cui natura  determina la bontà o meno della nostra stessa qualità di vita.Donato Galli è chimico tossicologo. Già Direttore Salute, Sicurezza e Ambiente del Gruppo Esseco e Responsabile SSA e IT dell’’Associazione Industriali di Novara, dopo aver gestito l'area Igiene e Tossicologia Ambientale di Ciba Italia. Ha svolto attività di ricerca e sviluppo come Assistente presso il Laboratorio di Tossicologia e Igiene Industriale dell'Istituto di Medicina del Lavoro dell’’Università degli Studi di Milano. E' professore di Tossicologia Industriale presso l'Università dell'Industria a Como.  Ingresso libero.

Organizzazione e ufficio stampa: Paola Carlotti - Ellecistudio

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro