Mibac 280x120banner fiere 345x120

MILANO CAPITALE MONDIALE DELLA PACE E DEL DIALOGO

MILANO CAPITALE MONDIALE DELLA PACE E DEL DIALOGO

di Lama Paljin Tulku Rinpoce

rinpoce 3Dopo aver portato un importante aiuto economico ed un vibrante messaggio di umana solidarietà alle vittime del terremoto in Emilia, Sua Santità il XIV Dalai Lama ha trasformato per due giorni Milano nella capitale mondiale della pace e del dialogo. Il dialogo come via alla felicità è da anni al centro del suo impegno sociale ed interreligioso ed è anche stato l’argomento principale trattato dal Dalai Lama negli incontri avuti nel corso della sua permanenza nel capoluogo lombardo. Ne ha parlato in Consiglio Comunale, dove ha ricevuto il Sigillo della città, ne ha dato dimostrazione andando a pregare in Duomo, ne ha fatto l’oggetto di una seguitissima conferenza agli studenti universitari. Su questo tema ha inoltre intrattenuto gli oltre diecimila fedeli e simpatizzanti provenienti da ogni parte del mondo, che hanno affollato il Forum di Assago per seguire i suoi insegnamenti il 27 e 28 giugno e che sono tornati alle loro case portando nella mente e nel cuore quelle parole di speranza che ti possono cambiare la vita.

LA VIA DELLA FELICITÀ

In un periodo così difficile per questa travagliata famiglia umana afflitta dai mille mali di un’epoca che il buddismo definisce, non a torto, di degenerazione, il Dalai Lama sta da anni, infaticabilmente, spendendo le proprie energie per trasmettere in ogni dove la propria convinzione che la sofferenza deriva dalla confusione e dalla separazione e che sia possibile eliminarla cambiando il nostro modo di pensare, poiché, quando soffriamo, una grandissima percentuale del dolore è causata dal nostro atteggiamento mentale. La realtà della sofferenza altrui, ha sottolineato il Dalai Lama, va considerata tenendo innanzitutto conto della nostra sofferenza. E su questo piano sono molto utili la meditazione e la preghiera, che servono per addestrare la mente a raggiungere la calma necessaria per ridurre le emozioni negative ed alimentare i pensieri positivi al corpo e alla mente. Il Dalai Lama sostiene da sempre questa tesi e ritiene che il pensiero positivo dovrebbe essere il fondamento di tutte le religioni, alle quali spetta, oggi più che mai, il compito di aiutare questa umanità disorientata a liberarsi dalle paure e dalla conflittualità attraverso un’etica che non nasca dalle leggi e dai dogmi, ma dalla nostra consapevolezza.

I VALORI VERI DELLA VITA

Il Dalai Lama, in collaborazione con esperti di discipline umanistiche, psicologi ed educatori, ha costituito in America un gruppo di studio che sta elaborando un progetto per insegnare nelle scuole di ogni ordine e grado, un nuovo modo di pensare fondato sui valori veri della vita: la pace, la solidarietà, la compassione, la non violenza. In pratica: insegnare ai giovani la via della felicità per migliorare se stessi e la felicità come strumento per costruire il futuro, perché il secolo in cui viviamo possa passare alla storia come il secolo del dialogo. Questo punto di vista è stato condiviso anche dai numerosi personaggi pubblici venuti a rendergli omaggio e dai rappresentanti delle diverse religioni, presenti sul palco durante le due giornate di insegnamento e concordi nel richiedere a Colui che è considerato il più famoso diffusore della spiritualità nel mondo, di tornare presto: perché se è vero che per essere felici abbiamo bisogno degli altri, Milano ha ancora bisogno della sua sapienza e della sua saggezza.

Titolo evento:

Dalai Lama a Milano

Data evento:

27-28 giugno 2012

Luogo evento:

Milano – Forum Assago

Photo Gallery

© Nick Zonna

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro