Mibac 280x120banner fiere 345x120

MARCHE. CIViTANOVA MARCHE (MC) ''POPSOPHIA'' 2011 dal 15 luglio al 7 agosto 2011

CIVITANOVA MARCHE

POPSOPHIA 2011.

Periodo: dal 15 luglio al 7 agosto 2011

 

Civitanova Marche. “Popsophia”, festival del contemporaneo.

Dal 15 luglio al 7 agosto 2011 si svolge a Civitanova un festival annuale, denominato “Popsophia, festival del contemporaneo”. La consapevolezza che l’arte e la cultura, rese accattivanti e accessibili, siano risorse importanti ha spinto a progettare un appuntamento annuale che possa diventare punto di riferimento nel calendario estivo della Regione Marche. La battaglia delle idee arriva nella popular culture, usando “le armi migliori” a disposizione della filosofia: dal pensiero critico alla “decostruzione”. Pensato come un festival annuale, ‘Popsophia’, ha per tema i linguaggi del “contemporaneo”, declinati in un programma vasto e multidisciplinare, in grado di far conoscere ed apprezzare all’opinione pubblica tutte le implicazioni culturali della realtà quotidiana.  Il luogo di svolgimento dell’iniziativa corrisponde il venerdì al lido Cluana ed al corso principale di Civitanova Marche, mentre il sabato e la domenica il festival occuperà l’intero centro storico di Civitanova Alta, scrigno antico della città che sorge nell’entroterra collinare, a tre chilometri dalla costa, ma immediatamente raggiungibile dal casello autostradale dell’A14 o dalle statali 16 Adriatica e 77 Val di Chienti. Il festival prevede la trasformazione di gran parte del centro storico in una vera e propria cittadella dell’arte, dello spettacolo e del pensiero a servizio prima di tutto dei civitanovesi e poi di tutti i turisti della costa adriatica e non solo per loro.

Gli spazi
Con il Festival si punta alla valorizzazione dei tanti spazi recuperati in questi ultimi anni e destinati alla cultura. I grandi contenitori di eventi intellettuali e artistici possono permettere di elaborare una formula inedita: non un singolo tema o un singolo appuntamento, ma la contemporaneità di conferenze, di laboratori scientifici, di giardini tematici e caffè letterari. Utilizzando a pieno regime piazze, teatri, chiese e chiostri si realizzerà quella piccola città ideale, luogo di intrattenimento, che stimoli il pensiero, la curiosità, la discussione e il piacere di stare insieme.

Le mostre
Il festival viene inaugurato da un complesso di sei mostre, svolte in collaborazione con la Pinacoteca Civica Galleria d’Arte “Marco Moretti” e tutte attraversate dal tema della ‘cura del bello’.
- “La filosofia del bello. Mode e modi di essere nell’Italia della Belle Epoque”; la mostra a cura di Stefano Papetti espone quadri, abiti, accessori e foto di quel periodo storico, culturale e artistico che va dalla fine dell’Ottocento e si conclude una quindicina d’anni dopo con lo scoppio della prima guerra mondiale.
- “D’Annunzio segreto”; la mostra, a cura di Giordano Bruno Guerri, accoglierà più di cento oggetti, preziosi e di uso comune, che hanno accompagnato la vita del Vate e delle sue donne, rimasti fino a ora inaccessibili agli occhi del pubblico. La mostra è patrocinata dal “Vittoriale degli Italiani”. - “Segni, forme, colori”; la mostra, a cura di Riccardo Ruggeri, ricrea uno studio di ‘video arte’, basato sulla creazione e riproduzione di immagini in movimento mediante strumentazioni video
- “Sogno e realtà”; la mostra raccoglie le foto inedite di Bengt Wanselius, (15 anni come fotografo di casa al Royal Dramatic Theatre di Stoccolma, ha collaborato con i più noti registi teatrali come Arthur Miller, Andrzej Wajda, Robert Lepage, e con Ingmar Bergman per quasi 20 anni) dedicate alle bellezze della regione Marche, interpretate da Saburo Teshigawara, coreografo di punta della scena internazionale della danza contemporanea, ospite del festival Civitanova Danza 2010.
- “Il bello possibile”; mostra seleziona alcune emblematiche costruzioni recenti, progetti attuali, critica estetica e architettura contemporanea.
- “La musica delle cose”; una lettura per immagini (sale dell’ex Liceo Classico), a cura di Raffella Toffolo.

I temi
La formula si articola in quattro weekend tematici: Filosofia, Fashion, Fiction e Futuro (le quattro effe). Quattro weekend che ospitano la ricchezza e la complessità della cultura contemporanea ed impegnano le migliori energie intellettuali in un appuntamento intelligente, dove tutti i saperi si rimescolano e dove tutto converge verso la comprensione della “modernità”: dalla musica alla moda, dalla televisione al cinema, fino ad approdare alla riflessione filosofica sulla contemporaneità.

I protagonisti
A Popsophia grandi personalità della cultura e dello spettacolo giocheranno la loro partita culturale sui temi della contemporaneità. Hanno dato la loro disponibilità a presenziare ad uno degli appuntamenti. Fra i primi a confermare la propria partecipazione ci sono: Umberto Galimberti, Giordano Bruno Guerri, Umberto Curi, Giulio Giorello, Alessandro Bergonzoni, Franca Leosini, Remo Bodei, Giacomo Marramao, Platinette, Arnaldo Colasanti, Barbara Alberti, Francesca Rigotti, Massimo Cacciari, Luciano Canfora, Simone Regazzoni Leonetta Bentivoglio, Carola Barbero, Vincenzo Mollica, Aldo Busi, Elio Matassi, Quirino Principe, Margherita Hack, David Riondino, Federico Moccia, Enrico Ghezzi. Popsophia ha già costituito un suo comitato scientifico e alla presidenza del “Consiglio Culturale” ha nominato il prof. Umberto Curi, ordinario di Storia della Filosofia al Liviano di Padova.

Le Rassegne
Il Festival propone una nuova strategia di gestione dell’appuntamento culturale, degli attori che lo gestiscono e lo progettano e dell’impatto che deve avere in ambito sociale ed economico. Tutte le iniziative convergono verso tratti unificanti nel tempo e nei luoghi:
PENSARE IL FUTURO – Grandi pensatori contemporanei sul tema del futuro – Ogni venerdì
DANZA URBANA – Piccola rassegna coreutica – Ogni venerdì, a cura di Civitanova Danza
POP FILOSOFIA – Il pensiero critico affronta la ‘popular culture’ – Sabato e domenica
POP MUSIC – Musica live, con riflessioni sulla canzone moderna -Sabato e domenica
CRIME ANTOLOGY – ‘L’indagine’ tra cultura e giustizia – Sab e dom., a cura dell’Unione Camere Penali
LA CLASSICA – Musica del ‘900 classica e contemporanea -Sabato e domenica
GIARDINO DELLA SCIENZA – Appuntamento con l’intrattenimento scientifico – Sabato e domenica, a cura dell’Istituto Sant’Agostino
CAFFE’ LETTERARIO -‘Tiratardi’, tra musica e letteratura – Sabato e domenica, a cura della Biblioteca Comunale Silvio Zavatti
LA CONSULENZA FILOSOFICA – Incontri per pensare fino a tardi -Sabato e domenica, a cura del Circolo Didattico Via Tacito
DANNUNZIANA – Vita e poesia del Vate –Sab. e domenica, a cura dell’Istituto Superiore Leonardo Da Vinci
MUSICA E SOCIETA’ – La storia raccontata dalle canzoni – Sabato e domenica

Informazioni:
Azienda Speciale Teatri di Civitanova
Via Bruno Buozzi, 6 Civitanova Marche (MC)
Tel: 0733 812936
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro