Mibac 280x120banner fiere 345x120

CIOCCOMAGNIFICAT: A VICOFORTE UN TUFFO NEL CIOCCOLATO PER CHI VISITA LA CUPOLA ELLITTICA PIU’ GRANDE DEL MONDO

cioccolato r

Silvio Bessone

Silvio Bessone, mastro cioccolatiere con negozio, fabbrica, locanda e museo proprio di fronte al Santuario di Vicoforte (Cuneo) ha voluto  "fondere"  l'iniziativa "Magnificat" - che fino al 31 ottobre prossimi organizzerà salite e visite accompagnate alle magie architettoniche della cupola ellittica del Santuario, la più grande del genere al mondo - con Cioccomagnificat, un percorso  in un' altra straordinaria creazione dell’ uomo, Il Cioccolato. D'altronde c'è un filo conduttore che unisce il Santuario e il cioccolato: il duca Carlo Emanuele I di Savoia.  Fu il principe sabaudo a volere la costruzione della grande basilica, immaginandola come  il mausoleo del suo casato, e fu sua moglie Caterina, figlia di Filippo II di Spagna, a fargli apprezzare la cioccolata che iniziò così ad affermarsi come bevanda nella corte sabauda di Torino e poi in tutta Italia.

I partecipanti a "Magnificat" potranno fare gratuitamente deliziose degustazioni nella "Cioccolocanda" di Bessone e immergersi nel cioccolato e nella sua storia (necessaria prenotazione). Avranno così l'opportunità di conoscere tutti i segreti del cacao, e della sua trasformazione in cioccolato, e, volendo, di visitare tutte le strutture create dal geniale mastro cioccolatiere: la locanda vera e propria, il ristorante, la fabbrica e il museo. La locanda ha sette camere dedicate a Paesi produttori di cacao, (Venezuela, Messico, Brasile, Sri Lanka, Ecuador, Repubblica Dominicana) e al ‘Gianduia’ (la pasta di cioccolato con le nocciole), dove tutto parla del "cibo degli dei": decorazioni, profumi, arredi.

Il Museo si dipana attraverso un percorso che parte dalle foreste tropicali, con una piccola coltura di piante del cacao, passa attraverso le casse di fermentazione e i banchi essicatori, presenta video di raccolti e lavorazioni, sfocia nell' “annusario”, composto da decine di teche con all’interno semi di cacao provenienti da ogni parte del mondo e che sprigionano gli aromi più differenti.  Ci sono  anche un angolo “magazzino” , con una decina di sacchi di prodotto vergine dai diversi continenti, e uno spazio destinato a piccoli corsi di cioccolateria, degustazione e dimostrazioni tecniche. La visita prosegue nel salone “Cacao”, dove sono esposti alcuni macchinari storici tra cui una sgusciatrice di nocciole per produrre il gianduia, stampi antichi, un metate precolombiano donato dal Presidente del Messico ed altri oggetti.

Chi volesse fare un' esperienza unica può soggiornare alla Cioccolocanda e provare l' incredibile sensazione  di benessere di un bagno in una vasca di pregiato legno orientale colma di cioccolata calda.

Prenotazioni al numero 0174563312

silvio bessone r

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro