Mibac 280x120banner fiere 345x120

TORINO. 2 ottobre: alla Biennale Italia-Cina "Il pittore del Sole" Stefano Marangon

Biennale Italia – Cina

意大利中国  双年展

Elisir di lunga vita - Torino, Vercelli, Serralunga d'Alba

27 giugno – 8 novembre, 2015

Venerdì 2 ottobre 2015

al Mastio della Cittadella di Torino, evento dedicato alle scuole.

Marangon disegnerà con la lente solare la rappresentazione del Bosone di Higgs

 e farà provare gli studenti. Raverta parlerà del dio Ra nella storia.

ALLA BIENNALE ITALIA-CINA IN ANTEPRIMA MONDIALE

IL LAB-WORKSHOP DEL PITTORE DEL SOLE STEFANO MARANGON

E DELL’ARCHEOLOGA FEDERICA RAVERTA

Parteciperanno tre classi dell’istituto Beccari di Torino

Biennale italia cina rUn evento sensazionale, un lab-workshop dedicato interamente al sole, dall’antichità ad oggi, che verrà presentato in anteprima mondiale al Mastio della Cittadella di Torino venerdì 2 ottobre (dalle ore 9.30) per la Biennale Italia-Cina dal “pittore del sole” Stefano Marangon e dall’archeologa Federica Raverta.

Momento clou, quando Stefano Marangon, attraverso un sistema di lenti speciali da lui creato, userà i raggi solari (che arriveranno a circa 890°C) come un pirografo: i raggi, su una lastra di legno ”ricalcheranno” incidendolo a fuoco il disegno fatto a matita del Bosone di Higgs, che rappresenta l’energia primordiale della nostra esistenza. L’esperimento, inventato dall’artista e mai tentato da nessuno in precedenza, è dedicato agli studenti: saranno infatti ospiti tre classi dell’istituto Beccari di Torino, che potranno cimentarsi in prove pratiche di incisione solare, fino a  vedere, novità assoluta, il proprio nome scritto in geroglifico antico.

L’esperimento con il sole sarà il momento clou di un articolato lab-workshop dal titolo “Il cammino del sole” che durerà tutta la mattina, condotto da Stefano Marangon e dall’archeologa Federica Raverta.

Storia e arte si fonderanno in poesia e lavoro concreto: Federica Raverta parlerà di Ra, il Dio del Sole, in un entusiasmante viaggio di parole e immagini attraverso le antiche dinastie egizie; Stefano Marangon, invece, parlerà del sole contemporaneo, forza, sistema ed evoluzione, partendo dalle lenti e dalla sicurezza con video e immagini. Quindi il laboratorio pratico all’esterno del Mastio.

STEFANO MARANGON

Conosciuto come il pittore del sole, Stefano Marangon, classe 1974, ha sperimentato e affinato la tecnica “pirografia solare” con la quale realizza incisioni monotipo ecologiche: attraverso l’utilizzo di lenti di varia dimensione e convessità che filtrano e amplificano le potenzialità dei raggi solari, l’artista incide il supporto in legno con straordinaria abilità, modulando l’intensità e la precisione del segno, a tratti più deciso, altre volte dotato di incredibile leggerezza. La matrice, incisa grazie all’azione del sole, diventa in questo modo opera autonoma e unica, recando impressa la traccia dei raggi luminosi modulati e mediati attraverso la sensibilità dell’artista. Gli anni di studio della luce del sole lo hanno portato ad avere una conoscenza della stessa molto approfondita, studiandola nelle varie latitudini e longitudini del mondo. Il suo studio e la sua creatività si sono trasformati in un nuovo laboratorio workshop. Grazie alla Mostra evento “Le tracce del Sole” al Museo della Scienza e Tecnologia di Milano del 2013 e ai workshop, Marangon trasforma i laboratori rendendoli sempre più affascinanti e coinvolgenti per i bambini e per il pubblico che assiste. Nel 2014, a “Parafuture”, ha lavorato con 500 bambini. Nel febbraio del 2015 l’intuizione di creare nuovi e inediti laboratori per i bimbi: l’unione professionale con l’archeologa Federica Raverta ha trasformato questa forma d’arte in un vero simbolo di proiezione dall’antichità al presente.

FEDERICA RAVERTA

Federica Raverta, nata a Milano nel 1975, decide di iscriversi all’università per studiare archeologia greca, ma durante il primo anno di corso segue l’insegnamento di Egittologia, ne rimane folgorata  e decide di cambiare il suo piano di studi. Si laurea presso l’Università degli Studi di Milano nel 2003 e segue il corso di specializzazione in Archeologia Orientale all’Università degli Studi di Torino. Partecipa come archeologa a numerose campagne di scavo sia in Italia (Calabria, Lazio, Piemonte) sia in Egitto, per studiare e riaprire al pubblico una delle tombe della piana dell’Assassif a Luxor. Grazie alla sua esperienza come guida in mostre e musei, e ai cicli di lezioni sull’Antico Egitto tenuti in circoli di appassionati in Lombardia, acquisisce una notevole pratica nella divulgazione della storia e dell’archeologia per mezzo di lezioni e conferenze mirate a ogni tipologia di pubblico e fascia di età. Dall’incontro con Stefano Marangon nasce l’idea di ampliare il laboratorio-workshop dell’artista  inserendo una parte dedicata al culto del sole nell’Antico Egitto per spiegare anche ai più piccoli l’importanza del ruolo di questo astro nella vita sulla Terra e l’antichità del simbolo e delle credenze religiose ad esso legate, attraverso un entusiasmante viaggio nelle immagini e nelle leggende di questa antica civiltà.

BIENNALE ITALIA – CINA è un progetto ideato da Origini by EBLand srl; direttore artistico e curatore principale, Sandro Orlandi Stagl; curatori Mian Bu (Being 3 Gallery) e Su Lei. Comitato organizzatore: presidente e direttore Italia, Paolo Mozzo (Origini by EBLand Srl); coordinamento e organizzazione a Torino, Mauro Dolla (MAF Servizi Srl); coordinamento istituzionale, Marco Minari e Paolo Mighetto (L&scape); direttore Cina, Ji Xiaofeng (Being 3 Gallery). Con la partecipazione delMiBACT (Polo Museale del Piemonte), EXTO-EXPO 2015 e con il patrocinio di Regione Piemonte, Città di Torino, Città di Vercelli, Comune di Serralunga d'Alba, GAI (Giovani Artisti Italiani), Fondazione Medicina a misura di Donna onlus, IGAV (Istituto Garuzzo Arti Visive), PAV (Parco Arte Vivente), Barolo & Castles Foundation.

Catalogo di Maretti Editore.

www.biennaleitaliacina.com

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro