Mibac 280x120banner fiere 345x120

LE PIZZE BREVETTATE DI "GIO' IL PIZZINO" E QUELLE VERACI DI BATTIPAGLIA SI SFIDANO A MONDOVICINO OUTLET VILLAGE

Mondovicino-PizzaBeer-30aprile-159 LD

 

LE PIZZE BREVETTATE DI "GIO' IL PIZZINO" E QUELLE VERACI DI BATTIPAGLIA

SI SFIDANO A MONDOVICINO OUTLET VILLAGE

A Piazza in Langa sabato 7 luglio show cooking di Giuseppe Giordano, che produce l'unica pizza al mondo protetta da un brevetto. Il giorno dopo Valentino Tafuri, pizzaiolo campano, cucinerà con le eccellenze di Slow Food

Di pizze ce ne sono di mille tipi diversi. Ma nessuna è come quella di Giuseppe Giordano, il pizzaiolo di “Giò il pizzino”, rinomato locale di Alessandria. E al suo show cooking di “Pizza in Langa”, sabato 7 luglio dalle ore 12.30 alle 13.30 e dalle ore 15 alle 16, a Mondovicino Outlet Village (Mondovì) vedremo qualcosa di davvero speciale: il “pizzino”, una perfetta unione tra la tradizione napoletana e quella piemontese. Una sorta di tegamino senza fondo, una teglia a cerchio bucata. Questa particolare corona circolare unisce la cottura della pizza sul mattone caldo del forno con quella della pizza al tegamino piemontese, che proprio Giordano, per primo sfornò nel Nord d'Italia 55 anni fa. Giordano ha brevettato il suo metodo di cottura, ricevendo anche un riconoscimento dalla Camera di Commercio di Alessandria.

Valentino Tafuri è invece un tradizionalista e nel suo show cooking di domenica 8 luglio dalle ore 12.30 alle 13.30 e dalle ore 15 alle 16 insegnerà a sfornare la pizza più “vera” che ci sia:«Quella che nasce da acqua, farina, sale e lievito – dice – che per me sono gli ingredienti della vita». Salernitano, ha aperto il suo primo locale quando aveva soli 24 anni e oggi si definisce un “virtuoso della pizza”, perché per lui non è semplicemente cucina, ma arte. Il suo locale è il “3 voglie” di Battipaglia, dove la pizza è una sorta di dogma. «A Mondovicino – afferma ancora –vorrei proporre una pizza che unisca varie eccellenze di Slow Food, dal pomodoro di Napoli alla cacioricotta cilentana, all’aglio di Caraglio. Magari preparerò anche un pane campano, che le massaie piemontesi potranno utilizzare per la tipica ricetta della soma d’aj”.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro