Mibac 280x120banner fiere 345x120

TORINO. SALONE DEL LIBRO, "FERRO SETTE" DI FRANCESCO TROCCOLI, domenica 13 maggio 2012

ferro SETTEFerro Sette

 di Francesco Troccoli


al Salone del Libro di Torino

 

 TORINO:.  Dopo il grande successo della presentazione romana, l’autore Francesco Troccoli sarà presente allo stand dell'Armando Curcio Editore (G121) domenica 13 maggio dalle ore 11.00. "Con la complicità di un io narrante che sembra voler cautamente strizzare l’occhio al lettore, Tobruk Ramarren ha trascinato nel suo viaggio anche noi che con la fantascienza, a dire il vero, non abbiamo avuto mai un rapporto così intimo. Siamo certi che saranno in molti a non rimanere affatto delusi." (Il Democratico) "...adatto a un pubblico di ogni età, consigliato per i giovanissimi che cercano narrativa avventurosa e fantastica. L’autore padroneggia il dialogo, si trova a suo agio nel far incedere la narrazione facendo interagire tra loro i personaggi e non lascia pagine morte, prive di eventi importanti da raccontare" (Kulturvirtualpress)  "Troccoli è riuscito a confezionare una trama che, pur prestandosi a un’interessantissima seconda chiave di lettura, non rinuncia al piacere dell’intrattenimento." (Strepitesti "...idee a iosa. Aggiungo che Troccoli scrive bene: tenere il ritmo per oltre 300 pagine e chiudere in crescendo non è proprio facile." (Daniele Barbieri FERRO Sette  Collana Electi

Roma, Armando Curcio Editore, aprile 2012

pp. 320, cm 14x21,5, € 15,90

ISBN 978-88-97508-20-5 

"Dormire è un atto di semplice sopravvivenza, produrre è lo scopo della vita umana. Per reggere la spietata concorrenza, bisogna che tutti facciano la loro parte, fino in fondo." Un giorno l'umanità potrebbe dover fare i conti con una realtà simile a quella narrata in Ferro Sette. Sarà quello, il momento per riscoprire il Tobruk Ramarren che c'è in ciascuno di noi.” Lanfranco Fabriani, Premio Urania 2001 e 2004.

Il libro 

Futuro remoto: l’umanità ha smarrito le basi della sua stessa natura. Due vecchi commilitoni si ritrovano, nemici. Il primo, Tobruk Ramarren, è una ignara pedina di un potere occulto; il secondo, seguendo un’antica intuizione, si ribella a quella che sembra l’unica vita possibile. Nelle viscere di un piccolo pianeta minerario ai confini dell’Alleanza, il protagonista s’imbatterà in una sorprendente comunità di reietti, custodi del segreto che li rende liberi. Lo scontro tra i Dominatori e lo sparuto gruppo di rivoluzionari è inevitabile, così come la sorpresa di Tobruk Ramarren di fronte alla scoperta che gli cambierà la vita. Una sorprendente visione di un possibile futuro della civiltà del nostro tempo, e di una ribellione che scaturisce dalla natura più segreta e preziosa dell’essere umano.

L’autore  Francesco Troccoli è scrittore, traduttore e speaker. Nel bel mezzo di una invidiabile carriera in una multinazionale farmaceutica, cambia vita e si dedica alla scrittura di genere fantastico e alle traduzioni. Ha vinto numerosi premi letterari, tra i quali il Giulio Verne e il Nella Tela, pubblicato oltre trenta racconti su raccolte e riviste e ricevuto numerosi apprezzamenti della critica. Candidato al Premio Italia 2012 per il miglior racconto su pubblicazione professionale, blogger tra i più attivi del settore in Italia, firma le pagine di «Fantascienza e dintorni» ed è membro del collettivo di autori «La Carboneria letteraria». Ferro Sette è il suo primo romanzo.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro