Mibac 280x120banner fiere 345x120

CATANIA. ‘‘TALENT SHOW HUMAN SPACE’’: RESOCONTO SERATA FINALE



G. Rizzo, M. Selvaggio, E. Ragusa, S. Pulvirenti

Talent Show Human Space

Resoconto serata finale

Arte, talento e cultura, all’interno del luogo più popolare e popoloso dei nostri tempi: il centro commerciale. Questo l’ultimo obiettivo del Talent Finder Network e del suo creatore Davide Guglielmino che, in collaborazione con il Parco Commerciale Le Zagare e il supporto organizzativo di What’s Sicily Events, domenica sera ha allestito uno spettacolo nello spettacolo senza precedenti.

Location ideale l’anfiteatro del Parco Commerciale Le Zagare dove la finale del Contest multimediale Human Space, con la premiazione delle opere finaliste, si è trasformata in un vero e proprio Talent Show, condotto dalla giornalista Simona Pulvirenti e animato dalle performance degli artisti in gara e dei vari ospiti che si sono avvicendati sul palcoscenico. A creare le prime suggestioni sonore Marco Selvaggio, che con il suo hang drum ha incantato gli oltre cinquecento spettatori seduti in platea. Fasti rock di una Catania da qualche anno assopita, nell’esibizione di Miss Apple e la sua “one-girl band” tutta personale; un accattivante Giorgio Rizzo alle percussioni, e Vanessa Cozza, già eletta Miss Catania Le Zagare, a sfoderare interessanti qualità canore.

Tra una performance e l’altra sono stati premiati gli artisti più votati sul web attraverso il meccanismo dell’ “I like”, selezionati da una giuria di qualità, presieduta dal regista e scenografo Manuel Giliberti, e composta da Elena Russo, architetto e designer, Mario Bucolo, focus manager e fotografo, Valerio D'Urso, fotografo, Melania La Colla, autrice teatrale, Giorgio Rizzo, musicista, Riccardo Raimondo, poeta, e Gabriella Trovato, accessories designer, Elio Ragusa, marketing Le Zagare, che ha confermato o smentito il voto degli utenti.

Prima classificata per la categoria Pittura, “Scoperta” di Giulia La Ganga Vasta, seconda “Bogotà” di Martina Belkin Gibilisco, terza “Ritratto dell'anima” di Giuseppe Scollo; per la categoria Design vincitrice l’unica opera idonea pervenuta, “Catania Underground” di Vlady Art; per Videomaking confermato il primo posto al medio metraggio plurivotato sul web “Latte di mamma”, per la regia di Francesco Maria Attardi, secondo “Ficurine” di Marco Gozzo, che ottiene anche una menzione speciale da parte della giuria; ribalta il voto degli utenti la vittoria di “Trinacria” di Rosario Leotta, per la sezione Fotografia, mentre la favorita sul web, “Contrasti” di Damiano Schinocca, arriva seconda e terza “Humanspace?” di Antonio Licari; per la Scrittura commuove ed emoziona il racconto di Francesco Russo “Mano nella mano”, dedicato al padre scomparso, recitato abilmente dall’attrice Giorgia D’Urso, primo classificato, seguito da “L'ultima confessione” di Salvo Scalora e “Vivere o sopravvivere” di Agata Grasso; ultima categoria in gara Musica, con “Maschera di Cenere” di Marco Selvaggio al primo posto e “Infinity Love” di Antonio Pistarà al secondo.

Punta di diamante dell’evento, la proiezione in anteprima di “Latte di mamma”, prodotto da Argotfilm, per la regia di Francesco Maria Attardi, la sceneggiatura di Giuseppe Brancato, e con Salvo Barbagallo, Francesca Barresi, Federico Magnano San Lio, Francesca Ferro, Annamaria Raccuja, Giuseppe Brancato, Mariarita Leotta, Giovanni Giudice, Cristina Valenti e Agostino Zumbo, successo mediatico, con ben 1372 like, e di pubblico, entusiasta e plaudente.

Ufficio stampa

Talent Finder Network




Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro