Mibac 280x120banner fiere 345x120

FOLIGNO. EDIZIONE 2012 DELLA "GIOSTRA DI QUINTANA"

foligno giostra_della_quintanaFOLIGNO

GIOSTRA DELLA QUINTANA

EDIZIONE 2012

 

 

 

 

GAREGGIARE DEI CONVIVI, DOMANI ALLE 19 L’APERTURA DELLE BUSTE. GIOVEDI’ 14 GIUGNO LA TRADIZIONALE PUNZONATURA DELLE LANCE DI GIOSTRA E DEI COSTUMI DEI CAVALIERI. 

 

FOLIGNO: quale sarà il Rione vincitore della fase di giugno del Gareggiare dei Convivi. Alle ore 19, infatti, il Presidente della Commissione Artistica, Stefano Trabalza aprirà le buste dei giurati per procedere poi alla somma dei punteggi. Ricordiamo che la Giuria presieduta dal professor Giancarlo Malacarne, dal giornalista ed enogastronomo Alex Revelli Sorini e dal sommelier Marco Servili, secondo l’articolo 13 del Regolamento, assegna da 1 a 20 punti al Piatto Gara (attinenza storica, ingredienti, presentazione e riuscita del piatto), da 1 a 5 punti al vino (qualità e abbinamento al piatto) e da 1 a 20 punti all’aspetto generale storico (allestimento e spettacoli). Giovedì 14 giugno, dalle ore 16 fino alle 18, la Giuria di Gara procederà, a Palazzo Candiotti, alla tradizionale punzonatura delle lance e dei costumi dei cavalieri. Il presidente Mariano Angioni, insieme agli altri membri, dovrà accertare il peso e la lunghezza della lancia e della bandierina di ogni rione così come la regolarità del cappello e del costume di gara di ogni cavaliere. In base all’articolo 11 del Regolamento di Gara la lancia deve avere una lunghezza di 3150 millimetri, un diametro di 24-26 millimetri, un peso da 2 a 3 chilogrammi, l’impugnatura deve essere a 1600-1700 millimetri dal puntale, mentre la bandierina di 220 per 150 millimetri deve essere posizionata a 280 millimetri dal puntale.

   

GAREGGIARE DEI CONVIVI: IL RIONE LA MORA SCEGLIE IL DIVINO E L’UMANO PER CELEBRARE IL PASTICCETTO DI MOLIGNANE DI MARCO BISTARELLI. 

 

Un’altra straordinaria serata di spettacolo e grande gastronomia per il Gareggiare dei Convivi. Il Rione La Mora ha sfruttato l’intero territorio rionale per accompagnare il Presidente dell’Ente, Domenico Metelli, la Madrina Roberta Sclippa, i giurati e gli ospiti fino alla corte del grande banchetto. Il tema della performance, ideato e diretto da Daniela D’Aurizio, è stato il numero 7 letto in due registri: quello divino, con il 7 declinato nella varie culture e religioni antiche, e quello umano con una riduzione della travolgente pièce teatrale “Cenerella, la gatta de Fuligno”, liberamente tratta dalla fiaba di Giambattista Basile del 1634, estratta da Lo cunto de li cunti, e tradotta in dialetto folignate dal poliedrico Raoul Maiuli.


   

DA MONTECITORIO ARRIVA LA TARGA D’ARGENTO PER LA 66° EDIZIONE DELLA GIOSTRA DELLA QUINTANA

 

 

E’ arrivato ieri l’ennesimo prestigioso riconoscimento per la Giostra della Quintana. Questa volta si tratta di una targa d’argento, inviata dal Presidente della Camera dei Deputati, Gianfranco Fini in occasione della 66° edizione della Giostra della Quintana. Proprio ieri, infatti è arrivata a Palazzo Candiotti la targa d’argento che raffigura appunto Montecitorio, accompagnata dalla lettera firmata da Roberto Sorbello, Consigliere Capo Servizio dell’Ufficio del Cerimoniale della Camera, e indirizzata al Presidente dell’Ente, Domenico Metelli. “Sono felice per la nostra manifestazione – ha dichiarato il Presidente – la targa del Presidente Fini testimonia ancora una volta l’altissimo valore culturale e storico della Quintana. Voglio dividere questo ennesimo successo – ha concluso – con tutto il Popolo della Quintana, il vero artefice della grande Festa di Foligno”

   

“PAN, STORIA DI SATIRI E DI UOMINI”: IL GRANDE SPETTACOLO ITINERANTE DI DOMANI SERA DELLA COMPAGNIA “ZORBAOFFICINE CREATIVE” DI ANDREA CAVARRA.

 

 

“Pan, storia di satiri e di uomini”. E’ questo il titolo del grande spettacolo itinerante in programma domani a Foligno a partire dalle ore 22. L’evento è firmato da Andrea Cavarra, direttore artistico di “Zorbaofficinecreative”. Cavarra, scenografo di fama internazionale, ha curato anche Mistero Buffo di Paolo Rossi e Sogno di una notte di mezza estate di Massimiliano Civica. Lo spettacolo è una parata bucolica in cui un pastorello ed una pastorella, entrambi musicisti, portano al pascolo il loro gregge di satiri che sono anch’essi musicisti, ma anche acrobati e giocolieri. Grande è l’impatto visivo e acustico in parata grazie alle musiche ed ai costumi, ma anche coinvolgente e comico nelle performance statiche. Questa parata spettacolo di Zorbaofficinecreative vuole unire i canoni del teatro di piazza con quelli del teatro d’attore e della Commedia dell’Arte.

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro