Mibac 280x120banner fiere 345x120

COURMAYEUR.(AO) RAI1 L'ANNO CHE VERRA'

 REGIONE AUTONOMA VALLE DAOSTA

Presentazione L'anno che verrà

Courmayeur, 30 dicembre 2014

 

In  Valle d'Aosta per il quarto anno consecutivo la RAI sceglie Courmayeur per il Capodanno e l’Amministrazione regionale sceglie la RAI come strumento privilegiato di promozione. Una scelta non scontata, come hanno evidenziato da entrambe le parti, sia il Presidente della Regione, Augusto Rollandin, sia il capo struttura di RaiUno Antonio Azzalini. Al Jardin de l’Ange di Courmayeur, di fronte ad un numeroso pubblico, si è tenuta la ormai tradizionale conferenza stampa di presentazione dell’evento televisivo L’Anno che verrà che, attraverso lo spettacolo, la musica, artisti nazionali ed internazionali, la comicità e il divertimento, porta la Valle d’Aosta nelle case dei tanti telespettatori nella notte di San Silvestro, traghettandoli nel 2015. L’anno scorso furono 11 milioni i telespettatori che brindarono con le montagne della regione, numeri sempre in crescita, poiché, come ha evidenziato Azzalini, “non si tiene conto dei 20 milioni di Italiani in giro per il mondo, che non fanno share ma che guardano il programma”. Per la Valle d’Aosta sarà una preziosa occasione per mostrare anche le tante particolarità del territorio, come ad esempio le nuove Funivie del Monte Bianco, complesso futuristico, punta di diamante della Valle per Expo 2015.

Augusto Rollandin – Presidente della Regione Autonoma Valle d’Aosta Per noi, è un investimento importante. E’ il modo per fare circolare l’immagine della Valle d’Aosta in Italia e oltre, e per dar la possibilità di fare una verifica di quello che siamo stati capaci di fare fino ad oggi, di quello che possiamo fare per il futuro. L’investimento è legato in particolare alle Funivie del Monte Bianco, che si apriranno proprio con l’Expo, con l’evento dell’anno prossimo. Per noi l’Expo è un po’ “l’espoir”, che ci porta a dire che vorremmo che da lì partisse un messaggio forte di ciò che la Valle può dare nel suo complesso. Quindi sia da Courmayeur, sia da tutte le località e  vallate, possiamo far capire che c’è ancora la forza, la voglia e l’ottimismo per ripartire in modo importante.

Aurelio Marguerettaz – Assessore regionale al turismo Capodanno è a Courmayeur ma Capodanno è soprattutto in Valle d’Aosta, perché per noi la RAI è uno strumento per valorizzare le tante cose belle, le tante cose importanti che facciamo. La prima è la Funivia del Monte Bianco. Quest’anno siamo alla vigilia di un’apertura importante e quindi questa trasmissione, che viene vista da milioni e milioni di Italiani e non solo, serve per fare promozione e per noi è un investimento. Lo spettacolo, gli artisti, sono degli interpreti. Non li voglio naturalmente mettere in secondo piano, ma per noi l’attore principale è la Valle d’Aosta. Ad accogliere il nuovo anno contribuiranno la verve, la simpatia e la spontaneità di Flavio Insinna, amato dai telespettatori RAI quale conduttore della trasmissione “Affari tuoi”. Attore prestato alla tv, come ama dire lui, ma conduttore capace di arrivare dritto al cuore delle persone, Insinna sarà alla guida  di una complessa macchina organizzativa: 400 addetti RAI, 34 artisti e 34 ballerini, 400 metri quadri di palco su cui gestire il grande show.

Flavio Insinna – Presentatore e attore Quelli bravi direbbero: dalla splendida cornice del Palaghiaccio di Courmayeur daremo un saluto al vecchio anno. Lo so, c’è poco di bello da ricordare di questo 2014, proviamo ad affacciarci al 2015 in grande leggerezza, in grande allegria, in un posto meraviglioso. Non lo dico perché sono qui e perché mi hanno assunto da poco alle Funivie del Monte Bianco!  Io non venivo da tantissimo tempo, ogni tanto guardandomi intorno torno bambino, poi devo pensare però alle prove, a quello che sarà “L’Anno che verrà”, il titolo della meravigliosa canzone di Lucio Dalla prestato all’evento che ogni anno prende le mosse qui da Courmayeur su RAI UNO. Sarà una serata di grande allegria, di grande musica, di grande sorprese, di ritmo, balletti, sorrisi. Insomma uno può scegliere anche di non pensare per alcune ore, possiamo staccare la spina, come si suole dire, poi però l’anno nuovo lo dobbiamo iniziare. Se uno viene, ad esempio, in Valle d’Aosta e vede tutta la costruzione della Funivia, uno dice: ma se l’ingegno italiano, il sacrificio italiano, possono fare questa cosa così in verticale, volendo parlare della verticalità della Valle d’Aosta, possibile che quando siamo in orizzontale, a Roma, in Parlamento, non si riesce a fare qualcosa per gli Italiani? Quindi domani sera sarà  grande festa, e poi un 2015 di grande impegno.

Alla conferenza stampa ha preso parte anche Albano, uno dei grandi artisti attesi la sera del 31 dicembre sul palco del Forum Sport Center, con tanti altri ospiti come Pino Daniele, Patty Pravo e Raf. Qual è l’auspicio per il nuovo anno per Albano?

Albano – Artista Deve essere un anno bianco a tutti i costi, nel senso migliore della parola, il bianco rappresenta la pace, il colore delle colombe, il bianco rappresenta l’essenza della purezza e mi auguro davvero che diventi un anno puro sotto tutti i punti di vista.

 
 
 
30 dicembre 2014 - Presentazione L'anno che verrà
 
 
30 dicembre 2014 - Presentazione L'anno che verrà
 
 
 
 
 
 
Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro