Mibac 280x120banner fiere 345x120

Maison Anselmet : bis d'argento ai Decanter World Wine Awards

Maison Anselmet:

 bis d'argento ai Decanter World Wine Awards

Prisonnier

Giorgio Anselmet

Si è appena concluso il Decanter World Wine Award (DWWA2013), il più completo e autorevole punto di riferimento a livello mondiale  per gli amanti del vino. Questa competizione di eccellenze, giunta alla 10a  edizione, deve tanto successo al suo unico sistema di valutazione, basato su commissioni formate da giudici di caratura mondiale. I vini sono degustati alla cieca (bottiglie inserite in sacchetti che ne impediscono la identificazione) in gruppi suddivisi per regione d’origine e fascia di prezzo, in modo da tener conto dell’espressione di “terroir” e di categorie equiparabili.

Quest'anno le etichette in gara sono state 14.362 provenienti da 52 nazioni e sono state giudicate da 75 Masters of Wine e da 13 Master Sommeliers parte fondamentale di un già importante team di 219 critici e degustatori esperti ciascuno della propria regione.

Per giudicare i vini in gara ci sono voluti diversi giorni, ma ora le medaglie sono state assegnate e Giorgio Anselmet, della omonima Maison, festeggia i tre vini presentati alla competizione con altrettante medaglie:

  • Medaglia d'Argento per Le Prisonnier 2009
  • Medaglia d'Argento per Arline
  • Menzione speciale per Chardonnay Élevé en Fût de Chène 2009

Maison Anselmet è alla sua seconda avventura con Decanter e per la seconda volta questa piccola realtà valdostana dimostra tutto il suo valore. Giorgio però, da tenace vigneron di montagna, mentre si concede un brindisi per assaporare i meritati riconoscimenti, sta già pensando a come far meglio, al prossimo obiettivo.

La soddisfazione per i riconoscimenti ottenuti è tanta, ma non sarebbe  la stessa cosa se non ci fossero anche le moltissime testimonianze di tutti coloro, italiani e stranieri, che ci vengono a trovare, assaggiano i nostri vini, ascoltano la nostra storia e ci scelgono ogni giorno.

Anno dopo anno con estrema dedizione e infinita passione Giorgio ha infatti selezionato vigneti, ampliato la superficie coltivata e aumentato la produzione in termini quantitativi e qualitativi. Non sono mancante nel corso degli anni, le innovazioni tecniche e tecnologiche, le scelte coraggiose che “fanno la differenza” e confermano Maison Anselmet come  una realtà di qualità e sempre votata alla crescita.

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Altro