PRECISAZIONE DI EXPO 2015 SPA - IN RIF. ALL'ESPRESSO DEL 30 DICEMBRE 2012

EXPO2015-LOGO

espresso

Con riferimento all’articolo apparso oggi sul settimanale L’Espresso, la società Expo 2015 precisa quanto segue.

Expo 2015 è la sfida di un’Italia pulita, in grado di organizzare un grande evento in modo corretto e trasparente.

Soprattutto in un momento in cui si stanno formalizzando rilevanti contratti di partecipazione con Paesi e imprese di primaria importanza, è fondamentale la collaborazione di tutti i soggetti – istituzionali e non – interessati al comune obbiettivo.

Expo 2015 S.p.A., per parte sua:

           in data 13 febbraio 2012 ha siglato un Protocollo di Legalità con la Prefettura di Milano, firmato anche da tutte le organizzazioni imprenditoriali e sindacali

           il 9 agosto 2012, non appena aggiudicati i lavori e in aderenza al Protocollo di Legalità ha attivato la richiesta di verifiche antimafia, inserendo tutti i dati inerenti le aziende componenti il Raggruppamento Temporaneo d’Impresa aggiudicatario nella piattaforma informatica Si.G.Expo, che assicura il flusso di informazioni verso la Prefettura-Gruppo Interforze

           solo in data 25 ottobre 2012, in assenza di comunicazioni ostative da parte degli organismi deputati alla prevenzione antimafia, ha provveduto alla stipula del contratto, inserendo nello stesso le clausole di auto-tutela previste dal Protocollo di Legalità che consentono interventi anche successivamente, qualora emergano fatti rilevanti.

Expo 2015 S.p.A., pertanto, ritiene di avere adottato tutte le misure opportune per il raggiungimento del prioritario fine di una gestione dell’evento assolutamente corretta e trasparente e manifesta la massima fiducia in tutte le Autorità di prevenzione e di controllo, che adotteranno – se del caso – i provvedimenti di loro competenza.

Milano, 30 novembre 2012

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Attualità