CONCORSO EUROPEO “ I GIOVANI E LE SCIENZE 2014” – SELEZIONE ITALIANA

INVENZIONI UTILI  E  CURIOSE  REALIZZATE  DA  GIOVANI DAI 15 AI 20 ANNI

Mostra aperta al pubblico:

 sabato 3 maggio dalle 10.00 alle 17.30

lunedì 5 maggio dalle 9.00 alle 10.45

 

Cerimonia di premiazione dalle 10.45 alle 13 alla Fast

P.le Morandi 2 - Milano

 

Un eco rilevatore tattile per i non vedenti, uno zainetto mangia smog, un nuovo metodo per il monitoraggio di alcuni inquinanti gassosi, uno studio sullo sciame meteorico delle Geminidi e un altro sui muoni; macchine frigorifere alimentate dal calore emesso dai loro condensatori: ecco alcuni degli studi e dei prototipi realizzati dai neo Archimede 2014.

Milano per tre giorni è al centro della ricerca e dei nuovi talenti europei in varie discipline come astronomia, chimica, fisica, informatica, medicina, biologia,  ed ospita una grande mostra , aperta al pubblico e gratuita, con ben 40 stand in cui sono visibili le invenzioni e i risultati delle ricerche di 92 studenti italiani provenienti da diverse Regioni e 8 stand realizzati dai 18 esteri invitati all’iniziativa e provenienti da Belgio, Germania, Olanda, Russia, Spagna, Brasile, Messico e Tunisia. Sono molto interessanti le ricerche e le invenzioni dei giovani partecipanti alla 26° edizione del più importante concorso dell’Unione europea per i giovani scienziati (EUCYS-European Union Contest for Young Scientists) di età compresa tra i 15 e i 20 anni. La finale europea si terrà il prossimo settembre a Varsavia. Ben 34 sono i membri della giuria, tutti qualificati esperti provenienti da università e politecnici, istituzioni di ricerca anche internazionali.

UFFICIO STAMPA TEL 3389282504 email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

MOTIVATI E INTELLIGENTI I GIOVANI NEOARCHIMEDE 2014 SI ADOPRANO PER TROVARE SOLUZIONI SU VARI TEMI QUALI :  SALUTE, TECNOLOGIE APPLICATIVE, TUTELA DEL TERRITORIO, LOTTA ALL’INQUINAMENTO, NUOVE RISORSE E MAGGIORE RISPARMIO ENERGETICO

 

I lavori dei piccoli geni 2014 riguardano vari temi dalla salute a nuove apps per il turismo, proposte per eliminare lo spreco alimentare, soluzioni per combattere l’inquinamento, studi su energia, conoscenza del territorio e del cielo, applicazioni tecnologiche in senso lato. Qualche altro esempio concreto? Uno stormo di quadricotteri per l’acquisizione di immagini ad alta quota e poter monitorare le frane; l’ osservazione della stella doppia ADS9378. Alcuni hanno ad esempio scoperto che si può usare il fico d’india come coagulante vegetale nella tecnologia lattiero-casearia; oppure altri studenti, per quanti sono affetti da atassia e dismetria, hanno realizzato un apposito macchinario per la riabilitazione; altri hanno individuato, invece, possibili soluzioni mediche per l’atrofia muscolare; e altri ancora hanno scoperto che lo sciroppo di mirto ha proprietà antinfiammatorie e antisettiche, può curare alcuni problemi dell’apparato digerente e del sistema respiratorio e addirittura ha una funzione preventiva per alcune neoplasie. Insomma “La ripresa italiana ed europea inizia dai giovani”, dice Stefano Rossini, Presidente della FAST, Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, che organizza ogni anno per la Commissione europea questa importante manifestazione,” lo testimonia la qualità dei lavori presentati dai NeoArchimede 2014. Hanno buona preparazione scientifica, curiosità, fantasia e creatività mescolate a un pizzico di sognante ingenuità. Tutti elementi utili per pensare e costruire un futuro di successo. Al nostro fianco abbiamo istituzioni che sostengono l’iniziativa, come Regione Lombardia, Fondazione Cariplo e Aica; tutti, come noi, credono nei giovani”.

 

Questo concorso è il più prestigioso a livello comunitario perché voluto sia dal Parlamento europeo, che dal Consiglio e dalla Commissione europea. I migliori selezionati italiani parteciperanno alla finale europea di Varsavia che assegnerà premi per settemila euro ai vincitori europei; e a Milano sono previsti riconoscimenti quali viaggi di partecipazione ad altri eventi internazionali previsti in Europa (Barcellona, Bruxelles, L’Aia, Londra, Mosca, Stoccolma, Zilina) e nel mondo (Pittsburgh negli Usa, Novo Hamburgo in Brasile, Taipei a Taiwan) e attenzione anche ai docenti. “In tutte le edizioni di questo  concorso europeo,” dice Alberto Pieri, segretario generale della Fast,”gli studenti italiani si sono sempre distinti per inventiva e per creatività e molti di loro hanno anche brevettato oppure avviato delle start up dopo aver partecipato alla nostra iniziativa”. L’evento si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica; è inserito nel programma “Io merito” del MIUR per la valorizzazione delle eccellenze. I giovani partecipanti testimoniano come ci  sia attenzione da parte dei ragazzi e delle ragazze su temi sociali, economici, ambientali, e di salute e come abbiano il desiderio di migliorare il mondo in cui vivono e di trovare soluzioni concrete per i problemi della nostra società”.  Altri esempi? Nel mondo ci sono almeno 400 milioni di individui con l’intestino colpito da “Enterobius vermicularis” e tre studenti hanno sviluppato una nuova metodica di biologia molecolare per identificare tale parassita; altri hanno studiato l’uso di frutta e verdura per ottenere energia ed altri ancora producono biodiesel dalle microalghe; oppure progettano un bioreattore a sistema chiuso utilizzando Euglena gracilis arricchita con liquami zootecnici.

 

PROGRAMMA DELLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

5 maggio 2014 - Ore 10.45-13.00

FAST, P.le Morandi 2  - Milano

Cerimonia per la premiazione dei migliori progetti

Coordinano: Stefano Rossini, presidente Fast;

Alberto Pieri, segretario generale Fast

Hanno confermato la partecipazione:

. Giovanni Caprara, responsabile redazione scientifica Corriere

della Sera, presidente Ugis, coordinatore Giuria

. Abraham Elmaagac, direttore Inespo, International

Evironment Sustainability Project Olympiad, Rotterdam, Olanda

. Barbara Forni, Ufficio d’informazione a Milano del Parlamento

europeo

. Roberto Hidalgo, presidente Milset, Università di Puebla, Messico

. Carlo Mango, direttore Area Ricerca scientifica, Fondazione Cariplo

. Andrea Mariani, direttore Comunicazione Xylem Water Solutions

. Mario Melazzini, assessore Attività produttive, Ricerca e innovazione,

Regione Lombardia

. Richard Myhill, direttore Liysf, London international youth

science forum, Londra

. Roberto Negrini, delegato del Rettore del Politecnico di Milano

e past president Fast

. Giulio Occhini, direttore generale Aica

. Ksenia Salnikova, direttore International Research School, Mosca

. Claudia Sorlini, presidente Consiglio scientifico Expo 2015

. Cristina Tajani, assessore Politiche lavoro, Sviluppo economico,

Università e ricerca, Comune di Milano

. Patrizia Toia, vicepresidente Commissione Itre, Parlamento europeo

. Antoine Van Ruymbeke, presidente Milset Europe, Bruxelles

 

UFFICIO STAMPA  email  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Corsi