Novara. Premiazione del Quarto concorso Calice d'oro

Relatori CalicedOro r

Sala della degustazione dei vini premiati r

Novara, 15 maggio 2015Si è svolta questa mattina la cerimonia di premiazione del quarto Concorso Enologico “Calice d’Oro dell’Alto Piemonte”, la manifestazione promossa dalla Camera di Commercio di Novara, in collaborazione con gli Enti camerali di Biella, Vercelli e Verbano Cusio Ossola e Vercelli.

Vincitori CalicedOro r

L’incontro si è aperto con i saluti di Maurizio Comoli, presidente della Camera di Commercio di Novara. Erano inoltre presenti Giuseppe Martelli, presidente del Comitato Nazionale Vini, nonché direttore generale Assoenologi, Cristina D'Ercole, segretario generale della Camera di Commercio di Novara, Maria Rosa Fagnoni, presidente dell'ATL di Novara, Sara Paladini, Assessore al Commercio del Comune di Novara e Marco Baldino, vice prefetto di Novara

Duecentosettantadue le aziende coinvolte nella produzione di vino, di cui oltre metà nel Novarese; 22 le aziende premiate.

Ecco i vincitori del Concorso:

Azienda Il Roccolo di Mezzomerico per il vino Colline Novaresi DOC Nebbiolo “Valentina” 2009 (categoria “Colline Novaresi, Coste della Sesia e Valli Ossolane DOC rossi e rosati”);

Azienda Rovellotti Viticoltori in Ghemme per il vino Ghemme DOCG riserva “Costa del Salmino” 2007 (categoria “Nebbioli da invecchiamento”). 

vincitore

La cerimonia di premiazione si è conclusa con una degustazione di nove vini, selezionati tra quelli premiati, guidata da Giuseppe Martelli a cui hanno preso parte blogger e giornalisti, anche di testate nazionali e di settore, produttori, ristoratori e sommelier.  

I 656mila ettari del 2014 sono circa la metà di quelli messi a coltura solo trent'anni fa. Tuttavia l'Italia ha incrementato il valore della propria immagine internazionale. Oggi è l'estero il motore della viticoltura italiana, in quanto il consumo interno è già inferiore a 40 litri pro capite e nel 2016 ci si aspetta non tocchi i 36 litri. Ecco perché l'internazionalizzazione anche delle piccole imprese deve essere intesa come necessitàA margine della premiazione Giuseppe Martelli ha voluto citare alcuni numeri relativi alla viticoltura italiana. Per anni primo Paese produttore di vino, l'Italia nel 2014 ha ceduto lo scettro alla Spagna (40 contro 48 i milioni di ettolitri), anche come conseguenza della diminuzione della superficie vitata. 

Riccardo Lagorio

15 maggio 2015


.



 

 

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Corsi