Milano. Oggi in Expo “Panettone Day” 07.10.2015

Expo panettone-day

Oggi in Expo il “Panettone Day”: oggi il dolce tipico milanese è stato assaggiato da migliaia di visitatori di tutto il mondo. Promotori dell’iniziativa: Camera di commercio di Milano e il Comitato dei Maestri Pasticceri.

Cinquemila i panettoncini del marchio Tre Marie, sponsor dell’iniziativa, dati al pubblico. Insieme distribuite le tovagliette in carta del “Panettone tipico della tradizione artigiana milanese”, da usare anche per la colazione, con la descrizione, in italiano e inglese, delle duecento pasticcerie che producono il dolce milanese come una volta, metà in città e metà fuori Milano.

Per Alfredo Zini, consigliere Camera di commercio di Milano: “Un dolce che piace a  italiani e stranieri all’insegna di buon gusto e qualità”. 

Per Liberata Dell’Arciprete, consigliere Camera di commercio di Milano in rappresentanza dei consumatori: “Per il consumatore il logo è garanzia di un prodotto fresco e naturale.

Per Stefano Fugazza, presidente dell’Unione Artigiani della Provincia di Milano: “Valorizziamo la qualità di un prodotto creato nel Rinascimento e simbolo della nostra città”.

Per Pietro Restelli, presidente associazione Panificatori - Confcommercio Milano, Carlo Freni, consigliere di Epam – Confcommercio Milano e Sergio Monfrini, presidente Assofood - Confcommercio Milano: “Questa iniziativa è un’opportunità per mettere in luce la capacità delle imprese del settore”.

Per Vincenzo Mamoli, segretario di Confartigianato Lombardia: “Creare con le mani e la mente un  dolce, come se fosse una scultura. Ecco perché il panettone milanese è unico”.

Tre Marie, sponsor del “Panettone Day”. Tre Marie è paladina del Buono di Milano, un buono legato ai valori della città a cui appartiene, alla selezione di ingredienti di alta qualità e ad un processo lento e curato che rispetta la tradizione. I nostri prodotti sono fatti ancora dove sono nati, nel cuore di Milano, secondo la ricetta del panettone basso dell’autentica tradizione milanese. Tre Marie è orgogliosa di essere sponsor del Panettone Day in Expo per far conoscere il Panettone come eccellenza del nostro territorio e dare la possibilità di acquistarlo tramite un buono sconto in uno dei nostri punti vendita dislocati nel territorio lombardo (Agrate Brianza, Capriolo, Cosio Valtellino, Figino Serenza, Lallio, Legnano, Mandello, Milano, Pero e Sesto San Giovanni).

Il panettone tradizionale: iniziativa della Camera di commercio di Milano. Sono circa duecento i pasticceri e i panettieri che hanno aderito all’iniziativa a Milano e provincia. Il loro panettone è un prodotto fresco, senza conservanti e artigianale. Il marchio “panettone tipico della tradizione artigianale milanese” è depositato presso l’Ufficio Brevetti della Camera di commercio di Milano. Una iniziativa promossa dalla Camera di commercio di Milano, dal Comitato dei Maestri Pasticceri Milanesi, dalle Associazioni dei pasticceri, dei panificatori, degli artigiani e dei consumatori. Che cosa distingue il panettone artigianale milanese? Viene realizzato secondo un regolamento tecnico con determinati ingredienti, nelle proporzioni stabilite e seguendo le tecniche della lavorazione artigianale.

Un “panettone per Expo”: così è il panettone di Fugazza di via Vallazze 103 con gli ingredienti da ogni continente.

Gli espositori di panettoncini con la forma del Duomo di Milano sono a cura di StudioLarianiarchitettura.

Panettone milanese, è simbolo delle feste, batte i dolci internazionali e se ne parla all’estero quanto in Italia. Emerge dall’analisi della Camera di commercio di Milano attraverso Voices from the Blogs, spin off dell’Università degli Studi di Milano sui commenti dei dolci delle feste, realizzata a settembre 2015. Il 45,3% dei commenti in rete è internazionale. Nel mondo, il panettone (dibattito considerato a 100) insieme al pandoro (27% di dibattito rispetto al panettone), superano il Cristmas Pudding (si ferma al 118,6% rispetto al 127% dei dolci italiani insieme), al terzo posto lo Stollen (65,6%), poi i gingerbread cookies (46,9%).  In Europa dopo il panettone col pandoro (124,6%) si parla per le feste di Stollen (115,9%) e di Christmas Pudding (101,8%), poi di Glogg (53,9%) e Candy Cane (44,3%).

I milanesi spendono 20 milioni in panettone ogni anno. Ogni famiglia, secondo un’indagine della Camera di commercio consuma cinque panettoni a inverno e sulla tavola di Natale la metà non rinuncia a quello artigianale, in un caso su due unito ad altri panettoni di marca. Uno su quattro lo sceglie senza canditi. Venti milioni la spesa milanese annuale. 

7 ottobre 2015

 

Condividi
comments

EXPO