LOGO ITALIADAGUSTARE mozzarellabufala125x60 parmigiano115x60 barcampari 115x60

FERMO.LA KERMESSE DEL MADE IN ITALY "TIPICITA 26° EDIZIONE 2018"

TIPICITA 208 TAGLI DEL NASTRO

FERMO INAUGURATA  “TIPICITÀ 2018”

TIPICITA 2018 CELEBRA I 200 ANNI DI LEOPARDI 

Sabato 3 marzo, alle 15.30, si è svolta l’inaugurazione di “TIPICITA 26* edizione 2018” presso il Teatro dei Sapori di Fermo,  la kermesse delle qualità marchigiane, i rappresentanti dei territori che ospitano alcuni Parchi Letterari del Sud, Centro e Nord Italia si sono riuniti a Fermo per raccontarsi e celebrare Leopardi e la Sua Recanati luogo simbolo dell’ispirazione nelle Marche, in Italia e nel mondo intero.Un evento Tipicita dal 3 al 5 marzo 2018.  Un territorio variegato tra monti laghi pianure mare un viaggio tra i Colli Euganei del Petrarca, lungo le bucoliche campagne mantovane di Virgilio, attraverso le montagne abruzzesi di d'Annunzio. Ma anche i luoghi dell'esilio di Dante, del confino lucano di Carlo Leviper citarne alcuni. "Cibo, turismo e manualità sono i tre pilastri che caratterizzeranno la manifestazione per raccontare un vero e proprio modo di vivere all’italiana, ricercando la qualità ed esaltando i “genius loci” nascosti nei piccoli Comuni del territorio." "Tipicità è una porta di accesso verso la nostra terra - afferma il sindaco di Fermo Paolo Calcinaro è un ponte per la promozione del nostro territorio che viene così conosciuto in tutta Italia e all’estero”.  In questo contesto, unico nel suo genere. “E' un'edizione di grande soddisfazione – esordisce Angelo Serri – già in queste prime ore c'è grandissima vivacità nel padiglione espositivo, che è tutto esaurito da un mese e mezzo, segno che la nostra regione si sta risvegliando ed è sulla strada buona”. In questi 25 anni, ricorda Serri, Tipicità è partita dal cibo per poi trasformarsi in uno strumento di marketing territoriale, cercando di connettere tutte le eccellenze della regione e di farle lavorare insieme per ottenere un effetto moltiplicatore importante.  E ora, dopo l'edizione scorsa segnata profondamente dal terremoto, Tipicità riparte come “crocevia della qualità”, con “un altro passo avanti – spiega Serri - in cui si incontrano biologico, biodiversità, innovazione, cioè tutto ciò che ci sta spingendo verso la rigenereazione e la ricostruzione: Tipicità è ancora una volta un laboratorio di idee”.“Dobbiamo saper cogliere ogni segnale di miglioramento della nostra regione – evidenzia ancora il primo cittadino di Fermo Paolo Calcinaro – ed è un piacere vedere il brand di Tipicità accostato a un numero sempre maggiore di manifestazioni di eccellenza nel territorio marchigiano: questo per noi è una grandissima risorsa perché si mette in circuito il bello di una Regione che non a caso ha un nome al plurale”.Regione Marche che era presente nella persona dell'Assessore al bilancio Fabrizio Cesetti, secondo cui “Tipicità ha il merito di saper raccontare le Marche allinterno di una capacità organizzativa straordinaria”. Anche nelle sue parole il leit motiv è quello di un'edizione di definitivo rilancio dopo le difficoltà e le paure dell'anno scorso: “Ci eravamo impauriti, eravamo timorosi di non farcela – prosegue Cesetti – ma credo che a distanza di un anno siamo a qui con la consapevolezza ritrovata che molto è stato fatto e che le Marche hanno avuto la capacità di rialzarsi grazie ai loro cittadini e al lavoro dei sindaci, che con determinazione, forze e passione ci danno la possibilità di guardare con maggiore fiducia al futuro”.Al centro del “mondo di Tipicità”, però, non possono che esserci gli imprenditori del territorio, a cui ha voluto dedicare un pensiero il Presidente della Camera di Commercio di Fermo Graziano Di Battista: “Sono loro i veri attori di questa manifestazione: noi amiamo dire che il nostro territorio è una meraviglia, ma se è ben curato e così bello e ci permette di produrre delle genuinità il merito va proprio a loro”. I Parchi Letterari, 23 in Italia e 2 in Europa, intendono illustrare ai visitatori di Tipicità l’evoluzione delle comunità locali attraverso la letteratura. Sono i luoghi stessi che comunicano le sensazioni che hanno ispirato tanti autori per le loro opere e viceversa, molte delle più celebri opere letterarie e poetiche, ambientate in luoghi reali legati alla vita di un autore, consentono di reinterpretare il territorio in un equilibrato connubio tra paesaggio, patrimonio culturale e attività economiche, in cui l’esperienza del passato rivela una proposta per il futuro. Uno stand dedicato a I Parchi Letterari aperto durante la tre giorni .Oltre 120 eventi in programma, più di 200 realtà in rassegna, grandi chef e prestigiosi ospiti, delegazioni da altre regioni italiane e dall’estero. Organizzata dal Comune di Fermo, con UBI Banca nel ruolo di project partner e con la collaborazione della Regione Marche, delle Università di Ancona, Camerino e Macerata, insieme ad una nutrita squadra di enti locali di tutta la regione, Tipicità 2018 non è una fiera, ma un racconto delle tipicità locali Marchigiane un’intensa esperienza con tanti contenitori  ed eventi tematici per immergersi nei “cluster del buon saper vivere”

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Gusto