LOGO ITALIADAGUSTARE mozzarellabufala125x60 parmigiano115x60 barcampari 115x60

MODENA CASTELFRANCO. "LA BATTAGLIOLA" IL LAMBRUSCO, SECONDO LA FAMIGLIA SALVADORI

LA BATTAGLIOLA  logo

CASTELFRANCO 

TENUTA"LA BATTAGLIOLA" della Famiglia SALVADORI

DA 4 GENERAZIONI  IL VERO LAMBRUSCO

LA BATTAGLIOLA

L'AZIENDA 

La Battagliola si estende per ventisei ettari nella Provincia di Modena nel comune di Castelfranco, in Emilia, inserita nella zona DOC Castelvetro. E’ un’azienda tramandata da quattro generazioni dal ramo materno della famiglia Salvadori, ma conosce la sua vera inclinazione, per una felice intuizione di Alberto Salvadori, attuale titolare, ora coadiuvato dalla figlia Beatrice, che la converte da terreno seminativo a vigneto, piantando le prime barbatelle nel 2001. Alberto Salvadori sceglie il vitigno più vocato in quella zona: il Lambrusco Grasparossa DOC di Castelvetro e soprattutto decide fin da subito di produrre un Lambrusco di qualità. In seguito aggiungerà un altro autoctono: il Pignoletto DOC.  In vigna si osserva la massima attenzione ricercando una bassa resa (12.000 ceppi per ettaro).LA BATTAGLIOLA Lambrusco

Si utilizza il cordone speronato (innovativo per le uve di Lambrusco), con una potatura a due gemme sole per sperone, che limita la produttività.

L’impianto è strutturato per svolgere le lavorazioni di diserbo meccanicamente, escludendo la chimica dal sotto filare. Sulle colline di Castelvetro le esposizioni sono perfette, il terreno è magro e ghiaioso, questo conferisce maggior eleganza, corpo e complessità al vino esprimendo al meglio il suo carattere.

Etichette LA BATTAGLIOLA

Le condizioni ideali hanno sempre consentito alla famiglia Salvadori di non intervenire mai in maniera correttiva, cercando semmai di preservare con attenzione il territorio e custodirne il linguaggio più autentico. In cantina le vinificazioni avvengono a temperatura controllata, seguendo il protocollo del metodo Charmat, le fermentazioni sono lente e controllate. La Battagliola è un piccolo gioiello, nato da un sogno che non ammette compromessi. 

Beatrice Salvadori e Alberto Salvadori

LA STORIA  UN  SOGNO PREMONITORE 

Alberto Salvadori, terza generazione di spedizionieri internazionali, per gran parte della sua vita ha condotto l'impresa famigliare paterna che, il 16 aprile 2019, ha compiuto un secolo di vita. Oggi la Fratelli Salvadori è gestita dal figlio Tommaso rappresentante della quarta generazione.   Nel 1999 viene a mancare la mamma Anna Maria, che gli affida in eredità il podere di Piumazzo: La Battagliola.  La Battagliola era nata ad opera del nonno materno Goffredo nel 1921 come terreno agricolo, dove si allevavano maiali, conigli e mucche, si coltivava frutta e si produceva Parmigiano Reggiano. Fu poi riconvertita completamente a seminativo.  Alberto una notte fece un sogno tanto credibile da sembrare vero ed ebbe un’intuizione che gli fece capire che questa terra avrebbe cambiato la sua vita e che lui stesso avrebbe cambiato il destino della Battagliola. La Battagliola diventò così il suo sogno, un piccolo gioiello che avrebbe fatto esprimere in tutta la sua vocazione, per tramandarlo nel tempo con un’anima, più bello e spirituale di come appariva in quel momento. Fra il 2001 e il 2008 piantò centomila barbatelle di Lambrusco Grasparossa, massima espressione di questa terra, e da imprenditore della logistica divenne agricoltore.  Tutta la famiglia unita si immerse in questa avventura: il cugino Massimo dedicato alla parte agronomica, la figlia Beatrice, laureata alla Cattolica di Milano impegnata nel commerciale, nel reparto amministrativo e nelle pubbliche relazioni e il figlio Tommaso, impegnato nelle vendite all’estero. I primi anni non furono facili. La prima vendemmia non andò bene, ma le difficoltà non hanno mai fermato Alberto.  Vedere crescere i primi grappoli di uva di un rosso profondo, quasi blu, lo emozionava, come non avrebbe mai immaginato. E gli anni passavano. Ogni vendemmia era una festa dove tutti davano una mano.  Le prime etichette sono state decise, durante una grande cena tra amici. Dopo tanti viaggi la terra lo aveva riportato a casa. Alberto e la sua famiglia coltivano con tutta la dedizione possibile, Lambrusco Grasparossa e Pignoletto in un luogo splendido. Producono vino con la passione, la cura e l’attenzione indispensabili per preservare la memoria storica del territorio ed esprimere con maggiore eleganza i tratti di un carattere e una tipicità irripetibile. Tenendo fede al suo sogno e alla volontà della madre, oggi, insieme alla sua famiglia, arrivata alla quarta generazione, ha la soddisfazione di passare il testimone alla figlia Beatrice.

Ristorante Pavarotti Milano

LA TRADIZIONE E LA  RINASCITA  NEL LAMBRUSCO 

«Non seguiamo la moda del "Big Bubble", proponiamo un Grasparossa legato alla tradizione; siamo lontani dal concetto anni ottanta del Lambrusco della “massima resa e basso costo”. Riportiamo il legittimo equilibrio per ottenere un prodotto di alta qualità, con un’estrema cura del vigneto, una vendemmia meticolosa, che prevede una rigida selezione e una fermentazione lenta e controllata per ottenere un perlage più fine e cremoso. Il vitigno Lambrusco rinasce, acquista una veste nobile e un nuovo splendore».  Spiega Alberto Salvadori, titolare dell’azienda.  Si parte da una profonda e antica tradizione territoriale, seguendo un percorso di nuove conoscenze acquisite e applicate, che migliorano la viticoltura e perfezionano l’attività in cantina, per arrivare ad una maggiore espressività ed eleganza, frutto di un gusto che si evolve e diventa più esigente e istruito.  Questo vitigno rappresenta un archetipo selvaggio, scorbutico, anticonformista, che non può e non deve essere addomesticato. E’ un vino simbolo dell’Emilia, sempre sulla bocca di tutti, conosciuto in tutto il mondo, ma soprattutto bevuto e apprezzato dagli abitanti della sua terra.

Emiliano  Falsini Enologo

Il Lambrusco Grasparossa può essere considerato il prodotto di una sorta di cru dell’Emilia, che deve mantenere le caratteristiche territoriali che lo rendono unico ambasciatore nel mondo, senza scendere a compromessi.

La nobile tradizione si risveglia, con eleganza, vigore e personalità.

 

 

 AZIENDA AGRICOLA "LA BATTAGLIOLA"  

Via Muzzacorona, 118   

PIUMAZZO Modena   

Tel 051.0929023  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.    www.labattagliola.it  

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Gusto