LOGO ITALIADAGUSTARE mozzarellabufala125x60 parmigiano115x60 barcampari 115x60

BOLZANO. Il meglio di Caldaro (20 maggio) e dal 15 al 26 maggio partono I pirati del Kalterersee

“Il meglio di Caldaro”: una serata-evento all’insegna del buon bere e del terroir altoatesino.

strada del vino

E 1000 km all’arrembaggio delle tavole italiane

Venerdì 20 maggio, dalle 19 alle 23, appuntamento nella piazza di Caldaro per scoprire le etichette di eccellenza dell’annata 2015, mentre l'originale iniziativa

“I pirati del Kalterersee”

raggiungerà l'isola di Capri su due ruote

Appuntamento “classico” della primavera di Caldaro, sulla Strada del Vino dell’Alto Adige, torna anche quest’anno la serata-evento dedicata a uno dei più conosciuti vini altoatesini, il Kalterersee (Lago di Caldaro): in programma venerdì 20 maggio, dalle 19 alle 23, nella piazza principale del paese, l’edizione 2016 de “Il meglio di Caldaro” sarà caratterizzata da un nuovo concetto, teso a evidenziare la versatilità del Kalterersee, vino morbido ed elegante, perfetto alleato di infiniti abbinamenti culinari. Nel corso della serata, gli ospiti avranno la possibilità di degustare i vini Kalterersee 2015 insigniti del sigillo Charta e, grazie alle strutture gastronomiche associate al Consorzio wein.kaltern e alle contadine di Caldaro, di apprezzare la poliedricità del Kalterersee nell’abbinamento con specialità culinarie appositamente create: da quelle tradizionali a base di Speck, a diversi tipi di pasta e primi piatti fino al più insolito sushi. Le etichette proposte compariranno prossimamente sul sito www.wein.kaltern, sulla rivista “wein.magazin 2016” e saranno presentate al Merano WineFestival 2016 di novembre. A completare la festa, musica dal vivo.

Invitante e armonico: il Kalterersee

Color rosso rubino, leggero ed equilibrato, con un bouquet piacevolmente fresco e fruttato, il vino Kalterersee (Lago di Caldaro) dà il meglio di sé se bevuto giovane, entro l’anno successivo alla vendemmia. La sua schiettezza sembra ricordare il carattere degli abitanti di Caldaro: persone semplici, ma con una spiccata dose di originalità, tanto da sentirli spesso affermare “a noi il Kalterer scorre nelle vene”. Vino con una versatilità che ha pochi eguali, ideale con qualsiasi antipasto, primi piatti, carni bianche e alla griglia, formaggi e con tutte le pietanze tipiche della cucina altoatesina, ma anche piacevole da gustare fuori pasto. Dal XVI secolo il vitigno del Kalterersee è protagonista della viticoltura dell’Alto Adige e con il suo metodo tradizionale di coltivazione “a pergola” caratterizza il paesaggio attorno al borgo di Caldaro, conferendogli quei dolci e tranquilli tratti mediterranei che lo contraddistinguono.

Un successo crescente, garantito dal sigillo di qualità
Charta del Kalterersee

Wein.kaltern è il nome del consorzio istituito nel 2000 per promuovere la viticoltura e la cultura enologica a Caldaro. Oggi, a più di 15 anni di distanza, l’impegno costante del sodalizio rappresenta il presupposto per il successo sempre crescente dei vini caldaresi e, in particolare, di quello più rappresentativo della zona: tanto più perché si è giunti, nel 2010, alla stesura della Charta del Kalterersee, documento condiviso dai viticoltori che impone di ottemperare a severissimi standard in tutto il processo produttivo. La Charta definisce così i criteri di qualità e le caratteristiche organolettiche del vino, identifica le plaghe di produzione della Schiava – il vitigno autoctono del Kalterersee – garantendo inoltre metodi di vinificazione tradizionali, età minima degli impianti e una fondamentale riduzione delle rese. Nell’ambito di una degustazione alla cieca in più riprese, una giuria tecnica indipendente decide se i vini di una determinata annata hanno i requisiti per potersi fregiare del sigillo di qualità previsto dalla Charta. Solo i vini che ottengono un giudizio positivo potranno esibire la capsula protetta che attesta l’unicità del prodotto con impresso il sigillo rosso, l’anno di produzione e la dicitura “Kalterersee D.O.C.”

 “I pirati del Kalterersee”, dodici tappe per un “Giro d’Italia”  enogastronomico, raccontando il vino del Lago di Caldaro

Proprio nello stesso periodo in cui il ciclismo vive le gesta sportive della “Corsa rosa”, sulle strade della penisola, ecco un altro, originalissimo, “Giro d'Italia”, ovvero “I pirati del Kalterersee”, ideato dai due Kellermeister Andrea Moser e Gerhard Sanin, responsabili enologi rispettivamente della Cantina Kaltern e della Erste+Neue della Cooperativa di Caldaro. Prendendo spunto dalla loro comune passione per le due ruote, percorreranno in tandem oltre 1000 km, da Caldaro sino all’isola di Capri, portando il Kalterersee e la sua cultura in giro per l’Italia, per far conoscere l'incredibile versatilità di questo vino, suggerendo inusitati abbinamenti con il meglio della cucina regionale italiana. L'iniziativa si svolgerà dal 15 al 26 maggio, in dodici tappe, partendo da Caldaro, attraverso Trentino, Veneto, Emilia, Toscana, Lazio e Campania. Andrea e Gerhard saranno seguiti da un'auto ammiraglia e da due fotografi-videomaker che documenteranno non solo l'avventura su due ruote, ma anche le loro incursioni in ristoranti, aziende, mercati e i loro incontri con chef, ristoratori, giornalisti, blogger e opinion leader. Per seguire il percorso dei “pirati” in tempo reale si può fare riferimento alla pagina Facebook www.facebook.com/kalterersee.rocks o al sito www.kalterersee.rocks.

Per maggiori informazioni su “Il meglio di Caldaro”: www.wein.kaltern.com e www.bolzanodintorni.info

Muoversi green. Le proposte per chi vuole lasciare a casa l’auto

  • In treno, con le Ferrovie Austriache e Tedesche

Con i treni DB-ÖBB EuroCity si raggiunge comodamente Bolzano da Verona a partire da soli 9 € (da Bologna e Venezia SL a partire da 19 €). I bambini fino a 14 anni viaggiano gratis, se accompagnati da un genitore o da un nonno. Per maggiori informazioni: www.megliointreno.it

  • Mobilcard Alto Adige

Con Mobilcard, si possono utilizzare tutti i mezzi pubblici del Trasporto Integrato per scoprire l’Alto Adige. Biglietto valido per 7 giorni a 28 €, oppure 3 giorni a 23 € e 1 giorno a 15 €. Mobilcard Junior (sotto i 14 anni) costa la metà, mentre i bambini fino a 6 anni viaggiano gratis.

  • Winepass PLUS

Abbina museumobil Card e l’offerta lungo la Strada del Vino. Il WinePass PLUS è incluso nel prezzo di pernottamento di strutture scelte e apre le porte al mondo affascinante della Strada del Vino dell’Alto Adige. Per informazioni: www.stradadelvino-altoadige.it

Informazioni:

Consorzio Turistico Bolzano Vigneti e Dolomiti

tel. 0471 633 488

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.bolzanodintorni.info

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Gusto