BAFF - BUSTO ARSIZIO FILM FESTIVAL coming soon_115x60 cenadelitto2 115x60 inmondadori KOLOSSAL

PRESENTATA L'EDIZIONE 2016 DELLA GUIDA MICHELIN

GM ITALIE-2016 3D 300

di Riccardo Lagorio...

Niente scossoni in vetta alla classifica dei migliori ristoranti d’Italia per l’edizione 2016 della Guida Michelin, la 61°, presentata questa mattina a Milano. Rimangono 8 locali a potersi fregiare di Tre Stelle; 38 quelli con Due Stelle. Sono invece 26 i nuovi Stellati, portando a un totale di 288 le insegne che vantano oggi Una Stella. Entrano nell’empireo della ristorazione volti nuovi, ma soprattutto giovani al di sotto dei 35 anni. È il caso di Martina Caruso del Signum di Salina o dell’Osteria Arbustico di Valva (SA) che ha Christian Torsiello al timone. La Lombardia è la regione con più stelle, Napoli risulta la città più stellata d’Italia, il Veneto la regione dove si riscontrano maggiori novità (meritatissime secondo noi le nuove stelle all’Aqua Crua di Barbarano Vicentino e a La Tana di Asiago). Roma conferma la propria predisposizione alla buona tavola anche grazie alla stella andata a Massimo Viglietti dell’Enoteca al Parlamento Achilli, mentre sono 3 i nuovi stellati di Milano. Tra gli oltre 2600 ristoranti segnalati, 1114 sono quelli che propongono un pasto completo a meno di 25,00 euro. Risultano invece 271 i Bib Gourmand, con l’accesso di 24 nuove realtà dove, secondo definizione della Rossa, si mangia bene a prezzi competitivi. In questo caso sono il Veneto e l’Emilia Romagna a farla da padrone con 32 locali segnalati. In questa categoria vogliamo segnalare la Trattoria La Madia di Brione (BS), unico locale che espone dettagliate le origini di tutti gli ingredienti utilizzati in cucina e l’Osteria da Nando in Aosta per lo squisito ambiente e la semplice ma gustosa proposta. Citato anche lo Chalet Mattias di Livigno, ma purtroppo Mattias Speri è salito al cielo il 7 agosto…

I rigorosi criteri di selezione, applicati in modo omogeneo in 24 Paesi, rendono la Guida Michelin un riferimento nel campo della ristorazione. Gli ispettori Michelin operano in modo anonimo seguendo una consolidata metodologia in tutto il mondo e pagano il conto al ristorante, valutando esclusivamente la qualità della cucina in base a cinque criteri definiti da Michelin: qualità dei prodotti, gusto e abilità nella preparazione dei piatti e nella combinazione dei sapori, cucina rivelatrice della personalità dello chef, rapporto qualità/prezzo e continuità nel tempo e nel menu. La Guida Michelin è disponibile dall’11 dicembre nelle librerie al prezzo di 22,00 euro.

Milano, 10 dicembre 2015

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Libri