BAFF - BUSTO ARSIZIO FILM FESTIVAL coming soon_115x60 cenadelitto2 115x60 inmondadori KOLOSSAL

È ANGELO BRUSCINO IL VINCITORE DEL PREMIO LETTERARIO IL MOLINELLO 2016

Libro Mondadori bruschino

 

Libro Mondadori

"Il Bivio. Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi" di Angelo Bruscino vince il Premio Letterario  Il Molinello 2016. Oggi a Siena la cerimonia
Il presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi riceve il riconoscimento per il libro edito da Mondadori

Sarà all’insegna del ricordo del grande poeta Mario Luzi la ventesima edizione del Premio Letterario Internazionale “Il Molinello”, Medaglia del Presidente del Senato, organizzato dall’Associazione Culturale Il Molinello. La Cerimonia di premiazione si svolgerà oggi sabato 5 marzo 2016 alle 16 a Siena al Grand Hotel Apogeo di Bettolle -Sinalunga  e sarà condotta dal giornalista RAI Massimo Lucchesi. La Giuria del “Molinello”, composta dall’ideatrice del Premio e Presidente Nicla Morletti, dai giornalisti e critici letterari Giulio Panzani e Marco Delpino e dal docente di lettere e critico letterario Giovanbattista Alfano, ha reso noti i nomi dei vincitori della ventesima edizione. E il Premio Speciale della Giuria per la saggistica va all'imprenditore napoletano e Presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confapi Angelo Bruscino per il libro “Il bivio – Sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi” edito da Mondadori.
Sono onorato di essere stato scelto per la sezione speciale del Premio Molinello, dichiara Bruscino, un riconoscimento così longevo e prestigioso, sono felice perchè ricevere questo premio ha un significato che va oltre il riconoscimento al mio lavoro personale: vuol dire che l'argomento di cui tratta, cioè i giovani e la loro attuale situazione lavorativa e sociale in Italia diventa di interesse nazionale e questo mi fa ben sperare nel cambio della cultura di sistema.
Riscontro con piacere
- continua Bruscino - nel ricevere questo premio che c'è una presa di coscienza, che la situazione attuale non è più accettabile, che deve cambiare, che le logiche e la visione che abbiamo applicato fino ad oggi a questo paradigma devono essere aggiornate ai tempi in cui viviamo. Questo evento è guidato quindi dalla sensibilità verso i giovani e dall'interesse e l'apertura verso il cambiamento.”

Il volume. Riuscirà l'Italia a valorizzare i suoi giovani e a renderli protagonisti della ripresa economica?  Questo uno degli interrogativi che ha dato vita a "Il Bivio, sogni e speranze dei giovani italiani in tempo di crisi" (Mondadori): il nuovo libro dell'imprenditore della green economy e Presidente Nazionale dei Giovani di Confapi Angelo Bruscino. "L’Italia riparte, è ferma, ripartirà ? - si chiede Bruscino nel volume - Non bastano i dati Istat per decretare il futuro del nostro paese, ma questa domanda va rivolta alla nostra più importante risorsa strategica i “Giovani” che nell'ultimo periodo fanno notizia, non solo per la fuga di cervelli, ma per la loro creatività e coraggio che sembra aver dato una scossa importante alla natalità di giovani imprese e startup.  Questo sentimento è lo stesso che ho cercato di trascrivere nelle pagine del mio libro  e che spero possa essere interpretato anche dai decisori politici, all'alba di una competizione elettorale che coinvolge le nostre maggiori Metropoli e che stenta ad interpretare i sogni ed i bisogni dei nostri giovani. Stiamo sottovalutando la nostra risorsa più preziosa e l’unica capace di ereditare e costruire un domani migliore, questo Saggio cerca di dare un contributo positivo alla rinascita della nostra nazione attraverso il racconto di un'Italia difficile, ma anche eccezionale e capace di salire alla ribalta con le sue giovani imprese, le sue espressioni creative ed innovative ". Questo saggio è infatti un’istantanea di storie, sogni e speranze dei giovani italiani, che oggi vivono e si barcamenano tra numerose incertezze, tra crisi economica e sociale, tassi di disoccupazione soprattutto giovanile mai toccati prima e una visione del futuro che sembra più nera del passato e che, nonostante tutto, testimonia anche la forza di una meglio gioventù che con il suo lavoro ed impegno sta trasformando la nostra nazione in un luogo dove è ancora possibile sognarsi e vincere la sfida con il resto del mondo. 

Angelo BruscinoAngelo Bruscino (Avellino 1980) è un imprenditore impegnato nella green economy. Riveste il ruolo di amministratore e socio in diverse aziende che si occupano del recupero di materie prime e secondarie derivanti dalla raccolta differenziata e dalla depurazione delle acque. Giornalista pubblicista è autore di numerosi articoli a carattere economico e politico, collabora con diversi quotidiani e siti di informazione da ultimo l’Huffington Post. Impegnato nell'approfondimento dei temi che riguardano la crescita sostenibile, è un convinto assertore di un nuovo paradigma sociale che vede la nascita in Italia di un modello di industria per l’ambiente. E' fellow del think tank Competere.Eu e socio della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Nel 2014 è stato eletto presidente dei Giovani Imprenditori della Confapi. Nella sua attività di saggista ha pubblicato per Libreriauniversitaria.it i saggi: Lo sviluppo sostenibile (2008) e Il turismo sostenibile (2011), per Tullio Pironti Editore il libro: Quanto ci costa essere italiani. Diario della giovane impresa ai tempi della crisi (2013).

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Libri