BAFF - BUSTO ARSIZIO FILM FESTIVAL coming soon_115x60 cenadelitto2 115x60 inmondadori KOLOSSAL

Benedetta Craveri vince la seconda edizione del Premio Lupicaia del Terriccio

... con Gli Ultimi Libertini edito da Adelphi

20.000 euro e una doppia magnum di Lupicaia per festeggiare la vittoria.

craveriLa serata conclusiva del Premio Lupicaia ha avuto luogo sabato 18 giugno presso l’azienda vinicola Castello del Terriccio alla presenza di numerose personalità della cultura italiana, tra le quali Paolo Mieli che ha aperto i lavori con una speciale lectio magistralis, Isabella Bossi Fedrigotti, Presidente di giuria, i quattro giurati, a loro volta autori e giornalisti di primissimo piano: Niccolò Capponi, Rossella Caracciolo Sleiter, Lorenza Foschini, Andrea Kerbaker e Lavinia Spingardi, volto di Sky Tg24 chiamata a moderare gli interventi.

La Craveri, scrittrice e critica letteraria romana, nipote di Benedetto Croce, descrive così la sua opera: «Questo libro racconta la storia di un gruppo di aristocratici la cui giovinezza coincise con l'ultimo momento di grazia della monarchia francese»: sette personaggi emblematici, scelti non solo per «il carattere romanzesco delle loro avventure e dei loro amori», ma anche (soprattutto, forse) per «la consapevolezza con cui vissero la crisi di quella civiltà di Antico Regime ... con lo sguardo rivolto al mondo nuovo che andava nascendo». Con la «grazia somma della cultura, della curiosità, del pensiero, della scrittura magnifica» che le è stata riconosciuta dai critici, e ancor più dai lettori, l'autrice di Amanti e regine percorre queste sette vite parallele fino all'evento in cui tutte convergeranno – la Rivoluzione – e dopo il quale ciascuno degli «ultimi libertini» seguirà il proprio destino.

Premio Lupicaia del Terriccio

Con questa seconda edizione il Premio Lupicaia del Terriccio acquista un respiro ancor più internazionale, scegliendo di premiare al secondo posto a pari merito Philippa Gregory con The Taming of the Queen (Simon & Schuster) e Álvaro Enrigue, con Morte Improvvisa (Feltrinelli) e inserendo ben due Premi Speciali attribuiti a Sybil Von Der Schulenburg con Per Cristo e Venezia (il Prato) e Vito Bianchi con Otranto 1480 (Laterza).

Grande soddisfazione da parte del cavalier Gian Annibale Rossi di Medelana il risultato di questa iniziativa culturale che ha fortemente voluto per valorizzare il ruolo del vino come testimone di cultura e medium di conoscenza.

Castello del Terriccio, di proprietà di Gian Annibale Rossi di Medelana, rappresenta una delle maggiori proprietà agricole di Toscana: circa 1700 ettari giacenti lungo il limite settentrionale della Maremma toscana tra Castellina Marittima e Cecina. Oltre ai circa 60 ettari a vigneto, l’azienda è composta di boschi, macchia mediterranea, ulivi, coltivazioni di cereali e pascoli destinati agli allevamenti, in campi liberi, di cavalli e di vacche limousine. Con Lupicaia e Castello del Terriccio, annoverati sin dai loro esordi tra i più grandi vini rossi di sempre, l’azienda ha scritto pagine importanti nella storia del vino italiano e ha contribuito al successo della enologia maremmana, toscana e italiana nel mondo. 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Libri