BAFF - BUSTO ARSIZIO FILM FESTIVAL coming soon_115x60 cenadelitto2 115x60 inmondadori KOLOSSAL

Dossier Europa (parte I, II e III)

dossier europa alfonsodi Riccardo Alfonso

Dossier Europa Parte prima

dossier europa parte primaL’Europa è il contenuto monografico di questo lavoro. Raccoglie una selezione dei lanci d’agenzia on-line apparsi sul sito della Fidest che hanno parlato dell’Europa comunitaria. Ritengo, nel riproporre tali elaborati, di contribuire all’idea europea e di capire se essa ha un futuro o se resta, nonostante tutto, un sogno che dopo anni di speranze e persino di certezze si è infranto miseramente. Lo faccio partendo da un anno, il 2005 un po’ arretrato rispetto all’attualità per capire meglio quanta speranza in tutti noi è stato riposto in questo sogno che storicamente si può dire millenario, ma pur sempre attraversato da fieri individualismi e nazionalismi che l’hanno infranto sul nascere. Le notizie riportate sono state suddivise in otto aree tematiche e sta oggi al lettore capire cosa è cambiato e quanto non lo sia stato a distanza di otto anni dalla fotografia, in versione giornalistica, che è stata fatta dell’Europa.

Dossier Europa parte seconda

dossier europa parte secondaIn questo mio andare a ritroso nel tracciare un identikit della storia europea degli anni 2003-2005 e che furono allora la cronaca riportata dalla Fidest nei suoi lanci mi sono chiesto, e lo faccio ancora con le stesse perplessità di allora, se esiste una coscienza europea e la risposta che oggi mi pongo non mi sembra diversa da quella di ieri. Se la definissimo, infatti, per quelli che sono gli attuali comportamenti, dovremmo convenire che non esiste, o se lo è si trova in un luogo molto lontano e imprecisato. Ma cosa vorremmo ricavarci da questa coscienza europea in ultima analisi? Soprattutto la consapevolezza che il riscontro delle volontà vada affrontato in modo diverso, per renderlo meno conflittuale e più ragionato. Esiste una logica dominante espressa dalle regioni del Nord che non è possibile renderla condivisibile con quelle regioni del Sud.
Alla fine mi sono chiesto se non abbia qualche fondamento quella notizia che tempo fa fu diffusa circa un progetto di un’Europa divisa in due parti e con l’intento di costruire con quella del Sud una comunità europea fondata dai paesi che si affacciano sul Mediterraneo nelle tre sponde: europea, africana e asiatica e con un autorevole sponsor che fu identificato nella Federazione Russa e persino dalla Cina. 

Dossier Europa parte terza

dossier europa parte terzaIn questo mio andare a ritroso nel tracciare un identikit della storia europea degli anni 2003-2005 e che furono allora la cronaca riportata dalla Fidest nei suoi lanci mi sono chiesto, e lo faccio ancora con le stesse perplessità di allora, se esiste una coscienza europea e la risposta che oggi mi pongo non mi sembra diversa da quella di ieri. Se la definissimo, infatti, per quelli che sono gli attuali comportamenti, dovremmo convenire che non esiste, o se lo è si trova in un luogo molto lontano e imprecisato. Ma cosa vorremmo ricavarci da questa coscienza europea in ultima analisi? Soprattutto la consapevolezza che il riscontro delle volontà vada affrontato in modo diverso, per renderlo meno conflittuale e più ragionato. Esiste una logica dominante espressa dalle regioni del Nord che non è possibile renderla condivisibile con quelle regioni del Sud.
Alla fine mi sono chiesto se non abbia qualche fondamento quella notizia che tempo fa fu diffusa circa un progetto di un’Europa divisa in due parti e con l’intento di costruire con quella del Sud una comunità europea fondata dai paesi che si affacciano sul Mediterraneo nelle tre sponde: europea, africana e asiatica e con un autorevole sponsor che fu identificato nella Federazione Russa e persino dalla Cina.

Editore: Fidest; Saggi-Venduti da: Amazon Media EU S.à r.l. 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Libri