Banner Mostre Milano 115x60 Banner Mostre Bologna 115x60 Banner Mostre Firenze 115x60 Banner Mostre Roma 115x60 Banner Mostre Napoli 115x60

LUCCA | PIETRASANTA. Laura Tartarelli Contemporary Art: inaugurazione mostra dell'artista "Dicò"

inaugurazione mostra dicò

Manca poco più di un’ora all’inaugurazione (alle 18.00) della

mostra personale di Dicò

con la scenografia delle sculture di Daniele Basso.

Due artisti di fama internazionale.

inaugurazione mostra dicò 2

 

Galleria "Laura Tartarelli Contemporary Art"

giovedì 11 luglio 2019 - ore 18

Pietrasanta (LU) via Garibaldi, 22

 

Info:

Mob. 347/8456750

e-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

DICÒ

L’ARTISTA CHE STREGATO HOLLYWOOD

Dicò (nome d’arte di Enrico Di Nicolantonio) è uno dei più dirompenti e originali artisti del panorama italiano e internazionale, voce fra le più innovative del Neo-Pop. Nasce a Roma (classe 1964) e, attratto dal mondo dell’arte contemporanea, frequenta l’Istituto d’Arte di via di Ripetta dove matura le sue prime esperienze negli studi e laboratori di artisti, che lo aiutano a elaborare le prime prove artistiche. Ma la curiosità e la sua mente eclettica lo spingono alla ricerca di nuovi stimoli e linguaggi espressivi dell’arte. Trascorre lunghi periodi in America: la Pop-Art diventa la sua area di riferimento privilegiata e tutte le innovative suggestioni cromatiche e visuali che assorbe in questi soggiorni negli States, presto confluiscono in quello che diverrà il suo originale stile creativo. Per un caso la reazione causata dalla fiamma di un accendino, in direzione di una lastra di plexiglass, fa nascere in lui la consapevolezza che nel fuoco può trovare l’energia per dedicarsi alla pittura con uno sguardo nuovo. A metà strada fra gli echi pop alla Andy Warhol e le combustioni materiche di Alberto Burri, l’artista romano riesce a trovare un giusto equilibrio fra i due stili fino a crearne uno tutto suo, riconoscibile e mai banale, in cui la forza del linguaggio sta nell’originalità compositiva e nell’espressività data dall’unione di elementi diversi. Molti definiscono Dicò “artista diversamente pop”: le sue opere su tavola nascono dalla studiata combinazione di resine, materiali industriali, sovrapposizioni materiche, combustioni e corrosioni. Il potere del fuoco rende i suoi lavori unici e riconoscibili, dando quella plasticità scultorea che i critici hanno denominato “il miracolo della combustione”. L’arte, la tecnica e la passione di Enrico si fondono creando opere che in modo straordinario danno nuova vita e nuova veste a eventi e miti della Storia, del Cinema, della Musica, dell’Arte. Il successo delle sue opere, dallo straordinario impatto visivo, oltrepassa i confini nazionali: molte star di Hollywood rimangono stregate dalle opere di Dicò. L’artista decide di omaggiare con i suoi capolavori personaggi come Dustin Hoffmann, Owen Wilson, Penelope Cruz, Ivana Tramp, Kerry Kennedy, e viene addirittura invitato dal premio Oscar Morgan Freeman a Los Angeles per esporre tre opere nel dicembre 2015.

 

LAURA TARTARELLI

L’ARTE DI “AMARE L’ARTE”

Laura Tartarelli respira l’arte sin da bambina, accanto al padre - maestro di cera di artisti dell’arte contemporanea (del calibro di Arnaldo e Giò Pomodoro, Fernando Botero e Igor Mitoraj), al nonno e allo zio, artigiani del marmo presso prestigiosi laboratori di scultura d'arte contemporanea in Versilia. Ha quindi l’occasione di conoscere tanti artisti, scultori e pittori - noti e meno noti: alcuni di essi le affidano la promozione delle loro opere. Laura inizia così con passione, come cultrice e divulgatrice d’arte, il suo percorso professionale. Il debutto a Pietrasanta con la prima mostra. I primi collezionisti hanno modo di apprezzare i lavori che espone, e allo stesso tempo aumentano gli artisti che le affidano la promozione delle loro opere. Apre la prima galleria a Forte dei Marmi in via Pascoli ,dove presenta opere di Dalì, dipinti del gruppo Gutai, sculture dei maestri Igor Mitoraj, Ka Jasuda, Maria Gamundi ma anche di artisti emergenti nazionali e internazionali. Da quest’anno la galleria avrà (in più ai soliti) artisti esposti come Dicò, Andrea Roggi, Aurelio Amendola e Giulio Galgani. L’organizzazione Bros Group invita la galleria ad esporre a Milano all’evento che si è svolto presso le Officine del Volo in via Mecenate durante il Salone del Mobile 2018. Qui Laura Tartarelli scopre il talento di Lunart, Luna Berlusconi in veste di artista emergente e le propone di occuparsene in esclusiva. Senza la minima esitazione Luna decide di affidare alla sua galleria la promozione dei propri lavori. Dal dicembre 2018 apre a Pietrasanta la Laura Tartarelli Contemporary Art. Laura ha sviluppato importanti collaborazioni tra cui quelle con Stefano Contini (uno dei più importanti galleristi d’Italia), con il direttore Maurizio Vanni del Museo d’Arte Contemporanea di Lucca, con il presidente Tucci di Villa Bertelli (Forte dei Marmi) e con il Regional Manager Sanpaolo Invest (per Arte e Finanza), per cui espone opere d’arte durante i convegni. Da qualche anno collabora con la ditta di Perignano (PI) Giannoni & Santoni (producer di affreschi digitali) e con l’architetto Alberto Bartalini, creatore del Teatro del Silenzio di Lajatico. Partecipa alla selezione degli artisti emergenti per la manifestazione estiva “Arti Insolite”, sempre a Lajatico, ove quest’anno la Laura Tartarelli Art Gallery ha una sede espositiva proprio sulla piazza centrale. Espone e collabora con i Cantieri navali Italian Sea Group (Marina di Carrara) e i cantieri Maiora (Viareggio). Ha partecipato al Salone del Mobile 2019 di Milano insieme con la ditta Dolfi. Alla FW di Montecarlo Maggio 2019.

 

 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Mostre