Banner Mostre Milano 115x60 Banner Mostre Bologna 115x60 Banner Mostre Firenze 115x60 Banner Mostre Roma 115x60 Banner Mostre Napoli 115x60

Arriva a Pietrasanta la mostra di Pasquale Galbusera | 13 dicembre - 6 gennaio

Arriva a Pietrasanta la mostra di Pasquale Galbusera | 13 dicembre 2018 - 6 gennaio 2019Galbusera Il Barnareggino 300

Inaugurazione 13 dicembre 2018

Galbusera Il BarnaregginoDopo il successo dello scorsa primavera presso il Museo de "La Abadia" di Buenos Aires (sono stati oltre 20.000 i visitatori alla mostra e alle visite guidate con performance teatrali), una piccola parte della mostra di Pasquale Galbusera arriva a Pietrasanta alla Laura Tartarelli Contemporary Art - in via Garibaldi 22 - per poi proseguire per Palazzo Coveri a Firenze (febbraio 2019) e al MAC di San Paolo del Brasile (Novembre 2019).

Nel 2020, invece, il Bernareggino inaugurerà tutti gli Arredi sacri e la sua Via Crucis per la nuovissima Cattedrale di Danzica dedicata a San Giovanni Paolo II.

La mostra sarà curata da Maurizio Vanni autore del libro "Viaggio di sola andata" edito da Skira in un doppio volume di oltre 700 pagine.

"Per Pasquale Galbusera, - scrive il Direttore del Lucca Museum - il fare arte corrisponde a un immaginario e sorprendente viaggio che vive lontano dalle prigioni ovattate di un'esistenza convenzionale, legata a pregiudizi e luoghi comuni. Ogni vero artista sa che per iniziare qualunque tipo di esplorazione emozionale ed esperienziale deve mettersi completamente in gioco, reinventandosi una, cento, mille volte, sospinto dall'avidità di una nuova modalità percettiva, dalla libertà espressiva e da quella lucida follia che gli permette di indagare le dimensioni dell'ignoto".

"L'arte di Galbusera include tutte quelle componenti che potrebbero consentirci di definirla “umanistica”, ma non naturalistica. Se l'uomo, direttamente o indirettamente, è quasi sempre presente nelle sue iconografie, la natura è solo allusa attraverso un'ossessiva ricerca di sintesi. Forme, materiali, superfici, spazio e luci sono pianificati senza mai tenere in considerazione il dato fenomenico, ma al tempo stesso pare evidente una insistita relazione con l'essenza di una realtà personale che si apre in tempi differiti di fronte agli occhi del fruitore. Per Galbusera, il viaggio è inteso come desiderio e necessità di aprire la propria mente a qualcosa che non sta comodamente davanti ai suoi occhi, come una costante tensione verso la conoscenza nell'intraprendente, eccitante e imprevedibile abbandono all'inesplorato. È un progetto di vita, prima ancora che culturale, che coinvolge sensi, mente, anima e corpo, che contempla una metamorfosi interiore costante e trasforma ogni espressione artistica in un sismografo esistenziale".

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Mostre