radio itradiovasco 230x120

LUCA - PIETRASANTA. DAP FESTIVAL 2019

Liberti

LUCA - PIETRASANTA

DAP FESTIVAL

dal 16 giugno al 29 giugno 2019

III edizione

SMALL STORIES FOR  GROWN UP CHILDREN

domenica 23 giugno 2019  Dap Festival (Danza in Arte a Pietrasanta)

alle ore 21.30 porta in Sant’Agostino l’amore fra uomini

Dont kiss

Prosegue il cartellone degli spettacoli di danza contemporaneo portati a Pietrasanta da Dap Festival, l’evento ideato dalla coreografa Adria Ferrali che fino al 29 luglio coinvolge nomi di prestigio del panorama internazionale. E domenica 23 giugno, il coreografo Fabio Liberti con la partecipazione della danzatrice Lucia Pasquini, il danzatore Jernej Bizjak e la cantante danese Nina Sveinstrup Clausen, alle ore 21.30 porta in Sant’Agostino “Small Stories for Grown Up Children”. Inoltre, a precedere la rappresentazione serale, alle ore 20.45 presso la fontana del Pontile di Marina di Pietrasanta i ballerini russi Stanislav Ponomarev e Ksenyia Mikheeva offriranno un assaggio gratuito de La Dolce Vita, esibizione in cui la danza contemporanea incontra Fellini e si apre ad un pubblico eterogeneo per dimostrare di non essere un’arte di nicchia, bensì accessibile a chiunque.

Institute 0.1 è un collettivo coreografico che con il supporto di Danish Arts Foundation accoglie per l’occasione il coreografo italiano Fabio Liberti e la sua collaborazione con l’artista Gigi Piana e l’attore Klemen Janezic. Molto conosciuto in Danimarca per le sue fruttuose collaborazioni con New Danish Dance Theater, Liberti non è solo un danzatore di talento, ma anche un coreografo pluripremiato scelto per partecipare al Concorso per la Coreografia Masdanza e primo premio all’International Choreographic Warsaw Zamirowania Dance in Polonia.

“Don’t Kiss”, coreografia centrale di “Small Stories for Grown Up Children” composto da tre pezzi, definisce una specifica tipologia di relazione maschile che farà parlare di sé. I due danzatori protagonisti in questa messa in scena sono uniti alle labbra in un bacio senza fine. Il trasporto della prima ed appassionata fase della relazione è caratterizzato da un forte entusiasmo, seguito da una successiva fase di conflitto, fino a un momento in cui tutto diviene più tenero. La critica ha definito quest’opera “straordinaria”.

Nato nel 1981, Fabio Liberti studia a Codarts, Rotterdam Dance Academy, Paesi Bassi. Danza con AIEP - Ariella Vidarch, Milano, Teatro San Gallo, Svizzera, Stadttheater Hildesheim, Germania, Conny Janssen Danst, Rotterdam e Balletto Teatro di Torino.

Al fianco di Liberti in questa rappresentazione in Sant’Agostino a Pietrasanta, la danzatrice italiana Lucia Pasquini del Dansk Danseteater e lo sloveno Jernej Bizjak che insieme a lui esegue il passo a due “Don’t Kiss”.

Il Dap Festival, giunto alla terza edizione, è una manifestazione ideata da Adria Ferrali con lo scopo di fare interagire la danza contemporanea con le altre arti, dalla musica alle visive. Ma anche di avvicinarla alle persone, portandola fuori dai teatri, i luoghi canonici delle esibizioni. Ecco il perché delle “invasioni”, i momenti che precedono gli spettacoli delle 21.30 in cui le compagnie ed i coreografi giunti fino a Pietrasanta da tutto il mondo, alle 20.45 circa mostrano alla piazza piccoli assaggi di sé. Inoltre, essendo anche un progetto educativo, Dap Festival al mattino fa scuola a oltre un centinaio di allievi confluiti nella Piccola Atene della Versilia da Russia, America, nord e centro Europa.

Il Dap Festival si snoderà fra il teatro Comunale, la chiesa di Sant’Agostino e il teatro all’aperto de La Versiliana, quest’ultimo sede del grande spettacolo conclusivo di sabato 29 giugno. Fra gli artisti protagonisti di questa terza edizione: le americane Miriam Barbosa (29 giugno) e Katherine Crockett, la Mn Dance Company diretta dai coreografi sloveni Michal Rynia e Nastja Bremec Rynia, il Venezia Balletto con coreografie di Sabrina Massignani, gli israeliani Vertigo con le appassionate creazioni di Noa Wertheim, un appuntamento che denuncia la violenza sulle donne in collaborazione con Doppia Difesa (la fondazione di Michelle Hunziker contro le discriminazioni, gli abusi e le violenze di genere), il Royal Danish Ballet (25 giugno) con Tim Matiakis, Tamara Fragale, il siciliano Giovanni Napoli che presenta le sue coreografie con il supporto della Michele Merola Contemporary Dance Company, la star del balletto classico Maria Kochetkova (29 giugno) accompagnata dal famosissimo danzatore Joaquin De Luz solista del New York City Ballet ed il coreografo e danzatore danese Sebastian Kloborg (29 giugno), il coreografo francese Bruno Pradet (29 giugno), la compagnia di Stoccolma fondata dal coreografo Sigge Modigh che colleziona danzatori solisti del Royal Swedish Ballet, Roberto Zappalà (24 giugno), il russo Stanislav Ponomarev, il coreografo italiano Fabio Liberti (23 giugno), una pole-dance all’avanguardia in stile Twyla Tharp e molto altro.

Il cartellone di Dap Festival prosegue lunedì 24 giugno al Teatro Comunale di Pietrasanta con Come le Ali, meditazione su Caino e Abele messa in scena dalla Compagnia Zappalà Danza. E come al solito la serata in teatro sarà preceduta in piazza Duomo da un’Invasione (gli spettacoli gratuiti che aprono la danza alla piazza). L’invasione delle 20.45 di lunedì vedrà in azione The Russian Invasion.


Info e programma: www.dapfestival.com

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Musica