banner ticketone 115x60 Banner teatro.it 115x60 

SINGIN’ IN THE RAIN (Cantando sotto la pioggia), a Milano dal 15 novembre

Singin in the rain

Un milanese nel cast di

SINGIN’ IN THE RAIN

Cantando Sotto La Pioggia

IL MUSICAL

ROBERTO VANDELLI

Fa parte del cast ufficiale della nuovissima produzione di SINGIN’ IN THE RAIN – CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA Il Musical, un milanese: Roberto Vandelli.

Dopo una lunga serie di audizioni e provini svoltisi durante i mesi scorsi, questo professionista di Milano è tra i 21 artisti che daranno vita a “Il miglior musical di tutti i tempi!” (American Film Institute), in programma dal 15 novembre 2019 all’11 gennaio 2020 al Teatro Nazionale Che Banca! di Milano per la regia di Chiara Noschese.

Roberto Vandelli interpreterà il ruolo di Roscoe Dexter.

SINGIN’ IN THE RAIN – CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA Il Musical, una produzione inedita tutta made in Italy, firmata da Stage Entertainment, arriva al Teatro Nazionale Che Banca! di Milano. A stupire e affascinare il pubblico, oltre all’intreccio amoroso, cambi di scena spettacolari, costumi scintillanti, in perfetto stile anni '20, quando il cinema era muto e la comunicazione era affidata unicamente l’immagine, e un effetto speciale super romantico, la pioggia che cadrà direttamente sul palco. Tutto questo per far vivere al pubblico in sala l’emozione e la magia dei grandi musical live.

I biglietti per SINGIN’ IN THE RAIN – CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA Il Musical sono già disponibili sul sito www.teatronazionale.it, www.ticketone.it, presso il Box Office e l’Ufficio Gruppi del Teatro.

regia Chiara Noschese

Coreografie Fabrizio Angelini

Supervisione musicale Simone Manfredini

Direzione musicale Andrea Calandrini

Scenografie Lele Moreschi

Costumi Ivan Stefantutti

Traduzione e Adattamento Testo Franco Travaglio

Traduzione e Adattamento Liriche Gianfranco Vergoni

Disegno Fonico Armando Vertullo

Disegno Luci Francesco Vignati

Assistenza alla regia Eleonora Lombardo

Singin in the rain loc

 

SINOSSI

Non è tutto oro ciò che luccica a Hollywood. Don Lockwood è un’acclamata stella del cinema muto e, insieme alla splendida Lina Lamont, forma una delle coppie più ammirate dello show business. Peccato che Lina, in realtà, sia una starlette viziata e insopportabile. L’avvento del sonoro porta un ulteriore grattacapo a Don e al produttore R.F. Simpson: la voce di Lina, infatti, è sgraziata e squillante. Ecco, quindi, arrivare la dolce Kathy Selden, forse meno appariscente, ma decisamente più talentuosa di Lina. In gran segreto, Kathy doppierà la bionda star che nel frattempo, ingelosita dalla storia d’amore tra lei e Don, ne combinerà di tutti i colori pur di mettere i bastoni tra le ruote alla sua antagonista. La resa dei conti arriverà alla prima del film Il Cavaliere della Danza, durante la quale Lina verrà smascherata nella maniera più esilarante e plateale che ci sia. Considerato uno dei primi esperimenti di cinema nel cinema, Singin’ in the Rain mostra i retroscena di Hollywood e ci insegna che, dietro lustrini e paillettes, si possono nascondere gelosie, invidie e ripicche. Ma che è anche possibile trovare il vero amore e combattere contro tutto e tutti per farlo trionfare. Singin’ in the Rain è considerato l’apice della carriera dell’iconico Gene Kelly, uno dei più grandi performer di musical della storia. Nel 2008, l’American Film Institute inserisce Singin’ in the Rain al quinto posto nella classifica dei 100 più grandi film statunitensi di sempre. Si trova, invece, saldamente al comando in quella dei migliori film musicali. Dopo il debutto sui palchi teatrali nel West End londinese nel 1983, Singin’ in the Rain ha ben presto stregato il mondo. Giudicato dalla critica come il miglior musical di tutti i tempi, è stato incoronato simbolo del teatro musicale americano e mondiale.

Singin in the Rain  Luca Vantusso

 

Roberto Vandelli

Nato a Milano il 5/12/1964 e diplomato in Dizione all’ Accademia dei Filodrammatici di Milano, entra a far parte della Compagnia del Teatro Gerolamo di Milano diretta da Umberto Simonetta come assistente alla regia e partecipa agli spettacoli “Ah, se fossi normale” e “Serata a teatro”. Le esperienze teatrali di Roberto sono moltissime, dalle più recenti alle più lontane temporalmente: 2018 “Stanze Pirandelliane”, produzione Teatro Scientifico e tournée “Flashdance”; 2017 “Flashdance il musical”, regia Chiara Noschese; 2016 “Doppia coppia” di Derek Benfield, Teatro San Babila, Milano, regia Marco Vaccari; 2012/2013/2014/2015/2016 “Riccardo III” di W. Shakespeare, diretto e interpretato da Massimo Ranieri, musiche originali di Ennio Morricone; 2011/2012 “Rosso profondo” di Luigi Lunari, che ha diretto e interpretato; 2010/2011 “Tre sull’altalena” di L. Lunari, di cui ha curato anche la regista, produzione Teatro Stabile Verona; “La Tempesta. Pre-testi” dai canovacci dell’Arte a Shakespeare (Prospero), Teatro Scientifico, Estate Teatrale Veronese; 2009/2010 “Il bugiardo” di Carlo Goldoni, regia di P. Valerio, produzione Teatro Stabile Verona, “Margherita d’Antiochia” di P. Quaretta, regia Jana Balkan, Teatro Scientifico, “Il suonatore meraviglioso” dalla fiaba di Ezio Maria Caserta; 2008/2009 “Enrico IV” di L. Pirandello, regia di P. Valerio, produzione Teatro Stabile di Verona (Landolfo), con Ugo Pagliai e Paola Gassman, “Don Giovanni, Arlecchino e il Convitato di pietra” dal canovaccio di Domenico Biancolelli, testo e regia di Luca Caserta, Estate Teatrale Veronese; 2007/2008 “Pericle principe di Tiro” di W. Shakespeare, regia di Paolo Valerio, produzione Teatro Stabile di Verona, con Daniele Pecci “L’amante militare” di Carlo Goldoni, regia di P. Valerio, produzione Teatro Stabile di Verona (Pantalone); 2006/2007 “Sette Piani” da un racconto di Dino Buzzati, regia di Paolo Valerio, produzione Teatro Stabile di Verona – Teatro Stabile del Veneto, con Ugo Pagliai, Paola Gassman; 2005/2006 “Per… il solito vizietto” di P.B. Hilton, regia di A. Capodici, produzione Teatro Massimo Palermo con Fabio Testi e Barbara Chiappini; 2004/2005 “Senza sedia ovvero Parto da padre” di Gianluca Dell’Atti; agosto 2005, Teatro Catena “Cirano se vi pare” di Massimo Fini, regia Edoardo Fiorillo, Teatri Storchi; Modena “Amleto” di W. Shakespeare, regia di P. Valerio, Atlantide Teatro; 2003/2004 “Edith Piaf – L’hymne à l’amour” di Giuseppe Manfridi, regia di Carlo Lizzani, produzione G. S. T. con Antonella Steni; 2002/2003 “Albe tre” di Paolo Puppa, regia di Walter Manfrè Teatro Scientifico; “La locandiera” di C. Goldoni, regia di Andrèe Ruth Shammah Teatro Franco Parenti (Fabrizio); “Sior Todaro Brontolon” di C. Goldoni, regia di Andrèe Ruth Shammah, con Eros Pagni e Ivana Monti, Teatro Franco Parenti (Pellegrin); 2001/2002 “Nasce una stella”, regia di R. Vandelli Teatro Scientifico; “Ruzante in Campo”, regia di Jana Balkan Teatro Scientifico (Ruzante); 2000/2001 “Torno subito”, regia di Roberto Vandelli Teatro Scientifico; “Sogni pirandelliani”, regia di E. M. Caserta, messinscena di Jana Balkan Teatro Scientifico; “Altre storie”, testo e regia di E. M. Caserta, messinscena Jana Balkan, Teatro Scientifico; 1999/2000 “Addio amore (Beatrice Cenci)” di Franco Cuomo, regia di Walter Manfrè, Teatro Scientifico; “Un delitto perfetto” da A. Hitchcock, adattamento e regia di Roberto Vandelli, Teatro Scientifico; 1998/’99 “Serata Feydeau”, regia di Roberto Vandelli, produzione Teatro Scientifico. “Trappola per topi” di Agatha Christie (C. Wren), regia di Guido Ferrarini, Teatro Dehon, Bologna; “La peste di Milano del 1630”, regia di T. Pulci, Festival di Anagni, Festival “Segni Barocchi”; 1997/’98 “Gli innamorati” di Goldoni, regia di E. Cantoni (Fulgenzio), Compagnia dei Borghi; “Potere alla passione” di S. Mrozek, su progetto di E. M. Caserta (Alberto), Teatro Scientifico; “I cavalli alla finestra” M. Visniec (Il Messaggero), Compagnia dei Borghi; 1996/’97 “L’altra Cenerentola” di T. Cucchiara (Messo), Teatro Greco di Roma; “Il bambino è mio” di L. de Bei, regia di E. Cantoni, Compagnia dei Borghi, Parma; 1995/’96 “La Confessione”, regia di Walter Manfrè, monologo di G. de Chiara, Teatro Nazionale, Milano; “L’altra Cenerentola” di T. Cucchiara con Miranda Martino, tournée estiva; “L’avaro” di Molière, regia di L. Leonesi (Mastro Giacomo), Teatro Dehon (BO); 1994/’95 “Blood Brothers” di W. Russell, regia di V. Molinari (nella stagione ‘95/’96 regia di C. Nistri) con M. Fiordaliso (sig. Lyons); “Judith” di F. Della Valle con Aldo Reggiani (Generale Arimaspe), Teatro Ghione, Roma; “Le Confessioni di S. Agostino” con Mariano Rigillo (Alipio), Festival del Teatro Medioevale e Rinascimentale di Anagni; 1993/’94 “Noblesse Oblige” di L. Santucci, regia di A. R. Shammah (Romeo) con Gianrico Tedeschi, Teatro Franco Parenti; “La gastalda” di C. Goldoni, regia di E. M. Caserta (Lelio – Brighella), Teatro Scientifico; 1992/’93 “L’Adalgisa” di Gadda, regia di U. Simonetta con Rosalina Neri (Remigio), Teatro Franco Parenti; “Tommaso Moro” da W. Shakespeare con Raf Vallone (Lincoln), Teatro Scientifico – Estate Teatrale Veronese; 1991/’92 “Trappola per una rondine” di G. Contarino con A. Bosic e A. Foà, Teatro Scientifico; “L’anima del commercio” da testi di U. Simonetta, regia di R. Vandelli, Teatro dei Satiri, Roma; “La commedia dell’arte”, regia di E. M. Caserta, Festival di Avignone (Brighella, trampoliere, mangiafuoco), Teatro Scientifico; 1990/’91 “Anna Christie” di E. O’ Neill con Mario Valdemarin (Johnny il prete), Teatro Scientifico; “Hiroshima mon amour” di M. Duras, regia di F. Marchesi (Hiromu), Coop. In Folio; “Sofonisba” di G. G. Trissino con Paola Borboni (Familio), Teatro Nuovo, Verona; “Sogni pirandelliani” da L. Pirandello, regia di E. M. Caserta, Teatro Scientifico 1989/’90; “Il flauto magico” a cura di P. Pivetti (Mozart), Teatro Rosetum, Milano; “Carlo Magno” a cura di P. Pivetti (Papa Stefano), Teatro Rosetum, Milano.

Vandelli è inoltre celebre in tv per aver preso parte a programmi come “DRIVE IN”, Italia Uno “CASA VIANELLO” con R. Vianello e S. MondainiRai 2 “NONNO FELICE”, regia di Nicotra con Gino Bramieri, Canale 5 “RAVANELLO PALLIDO” regia di Gianni Costantino, con Luciana Litizzetto “IL GRANDE BLUFF” con Luca Barbareschi, Canale 5 1 “VIVERE”, Canale 5 (Fausto Villari) “SOSPETTI 3”, regia di L. Perelli, con Sebastiano Somma, RAI 1 “CAMERA CAFE’ “DON MATTEO 7”. Come docente ha tenuto corsi di Teatro all’Accademia Regionale Veneta, al Carcere di Opera, al Minorile “Beccaria” di Milano, di drammatizzazione alla Casa Circondariale di Montorio (VR), di mimo alla scuola per audiolesi di Brescia, corsi di specializzazione per attori in acrobatica alla Scuola di Mimo del Teatro/Laboratorio, corsi di recitazione in vari Istituti Scolastici Superiori.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Teatro