ModaUomo115x60 ModaDonna115x60 

Moncler registra +14% nei primi tre mesi del 2019

Moncler registra 14 nei primi tre mesi del 2019 r

MONCLER REGISTRA +14% NEI PRIMI TRE MESI DEL 2019

Dai primi inizi del 2019 Moncler è stato valutato come il monobrand preferiti. Moncler ha visto un rialzo delle quotazioni, infatti le loro vendite hanno segnato il 14% di crescita già dal primo trimestre di quest’anno e ciò vale a dire che l’azienda ha registrato 378,5 milioni di euro. Inoltre, la stessa azienda ha annunciato di aver avuto un aprile alquanto “forte” ed un mese di maggio iniziato per niente male. Moncler sta ricevendo i frutti di un duro lavoro volto a migliorare e rivisitare il suo brand attraverso la nuova linea Moncler Genius, che ha visto il coinvolgimento di otto designers e delle loro creazioni inedite dedicate alla collezione Moncler 2019. Il brand ha cambiato più volte forma ed aspetto ma tutte volte a migliorare e aggiornare l’iconico piumino Moncler. Le 8 capsule collection sono frutto di 8 collaborazioni con stilisti come Simone Rocha, Francesco Ragazzi di Palm Angles, Pierpaolo Piccoli e tanti altri. Il progetto Genius è stato presentato quest’anno a Milano, ha ottenuto un grande riscontro, che ora si può riscontrare anche tra i numeri dell’azienda in questione. Il brand ha voluto rivisitare i classici capi d’archivio e rendendoli più desiderabili e garantendo così ai clienti di acquistare qualcosa di esclusivamente nuovo e mai visto prima. Tutta la creatività e la visione degli 8 stilisti è al servizio di Moncler, nel grande Building che si può notare anche sull’etichetta stessa dei capi. Le star e le celebrities presenti al lancio di questa nuova linea non potevano che applaudire e restare incantati dalla nuova rielaborazione del tipico capo in piume d’oca, che ha cambiato aspetto divenendo quasi futuristico, in modo da conferire un tocco accattivante ed un look estroso e fuori le righe.

La collezione Moncler Genius

Alla prima, ad indossare le creazioni Moncler Genius star dal calibro di Millie Bobby Brown che indossava un abito lungo imbottito della collezione firmata da Piccioli a Naomi Campbell, in bianco e nero dall’appeal romantico, fino a Vittoria Puccini, Francesco Scianna e Alba Rohrwacher. Parlano i numeri per questo antico brand nato in Francia nel 1952 per merito di Renè Ramillon, indicando l’acronimo di Monestier de Clermont, località vicino Grenoble dove l’azienda è stata fondata. L’azienda ha reso il piumino un vero e proprio Icon, inizialmente nato per proteggersi dal vento e dei climi più rigidi di montagna e successivamente divenuto un capo di tendenza, emblema del marchio di lusso Moncler, che ha saputo coniugare le funzionalità di questo capo con uno stile moderno adatto anche alla città. Da quel momento è divenuto un indumento indispensabile con l’arrivo della stagione invernale fino ad oggi, quando decide di mutare forma e colorazioni per adattarsi a diversi stili, da quello più streetwear a quello più romantico fino ad uno all’avanguardia.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Fashion