ModaUomo115x60 ModaDonna115x60 

MILANO. AL NABA IN PASSERELLA LE GIOVANI FASHION DESIGNERS

The NABA Fashion Show 2

MILANO

“SO YOUNG SO OLD” 

Riflettori puntati sulle collezioni realizzate dai giovani fashiondesigner

di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti

IMG 0292

 A Milano  Si è svolto nel campus di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti l’evento di chiusura dell’anno accademico con la sfilata di una selezione di studenti del Triennio in Fashion Design. Il tema della sfilata è stato “SO YOUNG SO OLD”, proposto da Nicoletta Morozzi, NABA Fashion Scientific Advisor, che ha costituito il fil rouge per la progettazione sul quale tutti gli studenti dell’ultimo anno del Triennio sono stati chiamati a lavorare. Due aggettivi strettamente connessi all’idea del tempo che assumono valenze diverse a seconda dei valori che a essi vengono associati e che costituiscono uno spunto di riflessione attorno alla moda e al suo settore produttivo. La moda, infatti, è solitamente vissuta come strettamente legata all’ambito della gioventù o, al massimo, della maturità, tuttavia con l’aumentare dell’età il diritto alla moda sembrerebbe spegnersi poco a poco. Da sempre, ogni età ha un suo abbigliamento appropriato e solo recentemente si è iniziato a superare questi rigidi codici, facendosi strada l’idea che sia possibile indossare ciò che meglio possa rappresentare ciascun individuo, indipendentemente dalla connotazione anagrafica. Man mano che ci si allontana dagli stereotipi si aprono, dunque, nuove prospettive, inedite sensibilità e si afferma la voglia di sottolineare attraverso il proprio modo di vestire e di progettare possibilità inaspettate.

È proprio partendo da questa importante riflessione che gli studenti, selezionati da una prestigiosa giuria composta da giornalisti, professionisti e aziende del settore, hanno realizzato le proprie creazioni che hanno visto sfilare davanti al pubblico, ai media e ai principali protagonisti del fashion system, facendole indossare non solo da modelli professionisti, ma anche individuati grazie a uno street castingAl riguardo Colomba Leddi, Course Leader del Triennio in Fashion Design, afferma: “Il Fashion Show è un’occasione unica per i nostri studenti durante la quale si dà visibilità al loro talento, alla loro profonda dedizione oltre che all’interdisciplinarietà a cui NABA dedica da sempre molta attenzione per ricreare il concetto di team di lavoro, in cui tutte le professionalità legate alla rappresentazione della moda, quali art director, stylist, grafici e video maker, sono coinvolte”.

È un laboratorio continuo di idee, nato dalla collaborazione dei due indirizzi del Triennio in Fashion Design (Fashion Design e Fashion Styling & Communication) e dal supporto dei docenti, tutti professionisti del settore (Maxence Dinant, Alessandro Manzi, Claudia Nesi e Miao Ran per la parte di collezione e Anna Cardani, Miao Ran e Kaidi Wang per la parte di modellistica).

Lo scambio di idee, funzioni e competenze è, infatti, da sempre alla base del lavoro dell’Accademia. Anche quest’anno gli studenti dell’indirizzo Fashion Styling e Communication del Triennio, con la supervisione e regia di Paolo Bazzani, Art Director della sfilata, si sono occupati dell’organizzazione complessiva dell’evento applicando in modo pratico e concreto le competenze apprese durante il proprio percorso scolastico. Inoltre, con il coordinamento e la supervisione di Michele Corradini, gli studenti sono stati coinvolti nella realizzazione del contenuto grafico e creativo di un magazine appositamente creato per l’occasione che comprende la comunicazione delle collezioni e alcuni dei progetti svolti nel corso dell’anno con aziende e istituzioni tra cuiAltaroma e Parco Archeologico del Colosseo, Il Festival dell’Amore, Shang Xia, Lovo. Gli studenti hanno progettato, inoltre, il contenuto del sito web dedicato al Fashion Show, con il supporto di Andrea Bianchi e i video delle collezioni che sono stati proiettati nel corso della sfilata con la supervisione di Rapahel Monzini.

Bisogna ricordare la partecipazione di Marcello Dino, come responsabile del casting e dello street casting avvenuto nel campus NABA, e Antonio Moscogiuri, come stylist dell’intero evento.

IMG 0130

Non manca, inoltre, nel percorso formativo offerto da NABA il forte collegamento con la fashion industry e il costante confronto con alcune delle più rilevanti realtà del settore che offre agli studenti la possibilità di lavorare su progetti concreti, potenziando l’efficacia della propria esperienza di apprendimento. In quest’ottica, un gruppo di studenti dell’ultimo anno del Triennio ha sviluppato una collezione sostenibile sotto la guida di Tiziano Guardini, Creative Director e fondatore del suo omonimo brand di abbigliamento, vincitore del premio Franca Sozzani Award for Best Emerging Designer durante il Green Carpet Award nel 2017. Un workshop, dal nome Il tempo futuro della moda, ha permesso agli studenti di interrogarsi sul tema della sostenibilità nella moda, del suo futuro e dell’intreccio che può nascere dall’incontro tra creatività e mercato, accompagnandoli in un percorso formativo-creativo volto a conoscere le produzioni etiche, quelle create grazie anche all’innovazione tecnologica, e le produzioni circolari, che ridanno valore a qualcosa già prodotto e al tempo. La realizzazione della capsule è stata possibile grazie al costante supporto di Tiziano Guardini e ai partner tecnici coinvolti nel progetto: ECONYL, FILMAR, FULGAR, ISKO, LAMPO, LAMPA, Tessitura Clara, Texmoda Tessuti e Thermore. Si tratta di una capsule composta da 10 outfit womenswear che hanno sfilato durante la serata, dando voce ai quattro temi su cui gli studenti hanno avuto modo di lavorare: riutilizzo, rigenero, impiego di materiale sostenibile ed innovazione. Alla fine dello sviluppo della collezione, gli studenti con l’aiuto dei docenti di Art Direction si sono anche occupati di uno shooting per meglio immortalare questa esperienza. Quella con Tiziano Guardini non è l’unica collaborazione attivata per l’evento di fine anno. Anche quest'anno, infatti, alla fine del percorso didattico, nel corso dell’evento, sono stati messi a disposizione degli studenti una serie di premi forniti da importanti aziende del settore. In occasione del NABA Fashion Show erano presenti: Benetton, una delle aziende di moda più note a livello internazionale, che ha conferito il Premio Creative Collection composto da uno stage; Lectra, leader mondiale nel settore delle soluzioni tecnologiche integrate, che ha assegnato il Premio Lectra comprensivo di una licenza di utilizzo del software Modaris e di formazione presso l’azienda; Mantero, azienda leader nella creazione, produzione e distribuzione di tessuti ed accessori tessili di lusso femminili e maschili, che ha consegnato il Premio Best Textile consistente in uno stage.

La sfilata è stata trasmessa in live streaming sul profilo Instagram NABA e sul canale di Not Just A Label, la piattaforma che a livello internazionale racconta il talento dei fashion designer emergenti.

Per NABA è motivo di grande orgoglio poter offrire visibilità ai propri studenti che dopo 3 anni di intenso lavoro potranno finalmente vivere l’energia di una vera e propria sfilata di moda, dove il talento e le capacità di ciascuno di loro saranno gli indiscussi protagonisti” dichiara Guido Tattoni, Director of Education di NABA. I trenta studenti NABA del Triennio in Fashion Design che hanno visto sfilare le loro collezioni sono: Giacomo Baraldi, Luca Blasi, Monica Braga, Manuel Capozzi,Alessandro Della Cella, Ehetnesh Delle Curti, Andrea De Luca, Giada Di Ciommo, Carolina Ferrari, Rebecca Fiorini, Eva Fiorucci, Julena Julieva Gancheva, Arianna Gaudioso, Edoardo Guttadauro,Aojie Li, Shiying Li,Xhuliano Malaj, Carlotta Martis, Giuliana Meirano,Virginia Mio, Arianna Monticelli, Francesca Moro, John Lloyd Palomares, Roberta Pedà, Daniela Ponzo,Lorenzo Seghezzi, Jessica Selvi,Dario Venuti, Angela Viscardi, Boer Wu.

Course Leader del Triennio in Fashion Design: Colomba Leddi

Fashion Scientific Advisor: Nicoletta Morozzi

Faculty NABA: Elisa Anastasino, Paolo Bazzani, Luca Belotti, Andrea Bianchi, Alessandro Biasi, Ivan Bontchev, Anna Cardani, Michele Corradini, Alessia Covri, Sara Khalilnejad, Vittorio Linfante, Simone Domenico Liscio, Maxence Dinant, Marcello Dino, Matteo Greco, Alessandro Manzi, Margherita Mazza, Raphael Monzini, Claudia Nesi, Miao Ran, Kaidi Wang

Si ringrazia il Fashion Lab: Elena Adamou, Salvatore Aversano, Francesca Bricchi, Simone Colombo, Anna Paola Dos Santos Silva, Ali Karami, Camilla Magnani, Ekaterina Matantseva, Silvia Personeni, Giorgia Rosano, Jacopo Sileo

Art Direction: Studio Paolo Bazzani| Styling: Antonio Moscogiuri | Casting: Marcello Dino con Alessio Ferrera | Regia: Rosemary Ferrari | Video NABA students collections: Raphael Monzini | Soundtrack: Igor Muroni | Website: Andrea Bianchi

Supported by Adidas, Autan, Pro*Lab Milano for Make-Up & Hair, San Benedetto

Special Projects in collaboration with Freeda, LAMPO,Not Just A Label, Tiziano Guardini

Media Partner: i-D

Special Prizes: Benetton, Lectra, Mantero

 

NABA

NABA, Nuova Accademia di Belle Arti, è un’Accademia di formazione all’arte e al design: è la più grande Accademia privata italiana e la prima ad aver conseguito, nel 1980, il riconoscimento ufficiale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR). Offre corsi di primo e secondo livello nei campi del design, fashion design, grafica e comunicazione, arti multimediali, scenografia e arti visive, per i quali rilascia diplomi accademici equipollenti ai diplomi di laurea universitari. Nata per iniziativa privata a Milano nel 1980 per volontà di Ausonio Zappa, Guido Ballo e Gianni Colombo, ha avuto da sempre l’obiettivo di contestare la rigidità della tradizione accademica e di introdurre visioni e linguaggi più vicini alle pratiche artistiche contemporanee e al sistema dell’arte e delle professioni creative. NABA è stata inserita da Domus Magazine tra le 100 migliori scuole di Design e Architettura in Europa, da Frame tra le 30 migliori scuole postgraduate di Design e Fashion al mondo.

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

Fashion