IPSOS E PAOLO IABICHINO LANCIANO L’OSSERVATORIO CIVIC BRANDS

Osservatoriocivicbrands

L’Osservatorio Civic Brands è un progetto editoriale che mira a indagare e raccontare l’impegno sociale delle aziende e brand in Italia

Ipsos, leader nelle ricerche di mercato, e Paolo Iabichino, una delle figure più autorevoli nel panorama della comunicazione e della brand strategy, lanciano Osservatorio Civic Brands, un progetto editoriale che mira a indagare e raccontare l’impegno sociale delle aziende e brand in Italia. L’Osservatorio Civic Brands nasce per essere uno spazio di riflessione sulle tematiche inerenti al brand purpose e all’attivismo da parte delle aziende, nonché una finestra privilegiata di osservazione della realtà di marche e aziende italiane e della loro evoluzione in questo ambito.  Grazie ad analisi periodiche curate da Ipsos, l’Osservatorio Civic Brands vuole essere anche un punto di riferimento per la comprensione, studio e monitoraggio dei comportamenti e gli atteggiamenti dei consumatori nei confronti nell’attivismo dei brand.  Ben prima dell’emergenza Coronavirus, con Paolo registravamo e raccontavamo una crescente sensibilità nelle persone che iniziano a chiedere alle aziende un’assunzione di responsabilità rispetto a tematiche sociali”, spiega Andrea Fagnoni, Ipsos Chief Client Officer.. Per le aziende emerge quindi l’opportunità, la legittimazione e in un certo senso il dovere di esporsi, di prendere posizione, di raccontare il proprio credo e i loro valori. L’Osservatorio Civic Brands è stato pensato anche per aiutare le aziende a comprendere a pieno questo cambiamento”. È sempre un privilegio poter affiancare Ipsos per riflettere sulle evoluzioni di scenari e su come la risposta pubblicitaria possa assolvere nuove istanze. Sono sempre stato convinto che la creatività sia il termometro dei contesti in cui si inserisce, l’Osservatorio Civic Brands vuole leggere i comportamenti virtuosi, per affiancare chi sta sul mercato e orientarne al meglio le azioni di marca”, commenta Paolo Iabichino.  Da questo stimolante progetto nasceranno una serie di attività editoriali, iniziative e momenti di confronto per raccontare da un lato come stiano cambiando gli atteggiamenti dei consumatori che vedono sempre più di buon occhio le azioni di marketing che contribuiscono attivamente al benessere della società. E dall’altro la risposta delle aziende, la comunicazione di marca, il ruolo della creatività nelle nuove forme di narrazione pubblicitaria.

Good News