LOMBARDIA. MILANO (PALAZZO PIRELLI): GIORNATA MONDIALE CON MINISTRO BRAMBILLA - DALLA GIUNTA 8 MILIONI PER PROMUOVERE 5 PROGETTI D´ECCELLENZA

MILANO.   Cresce, in Italia, il turismo con un 6,6 per cento in più di arrivi di stranieri nei primi 6 mesi del 2011 e un incremento del 7,3 per cento della spesa relativa. È uno stimolo ulteriore per continuare a investire sul turismo. Con questo messaggio il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni ha aperto la trentunesima Giornata mondiale del turismo 2011, ospitata al trentunesimo piano di Palazzo Pirelli e partecipata dal ministro del Turismo Michela Brambilla e dal presidente della Fipe Enrico Stoppani. "Il turismo - ha spiegato Formigoni - è la prima attività a livello economico nel mondo, capace di muovere il maggior numero di persone e di realizzare il massimo incremento di prodotto interno lordo in tanti Paesi. Per questo le Regioni italiane guardano con interesse a quel giacimento di ricchezza potenziale che è il turismo". Cucina - Tema dell´evento nazionale, ospitato a Milano, quello della ristorazione come protagonista dell´offerta turistica. "Non c´è nulla più della tavola e della cucina che sappiano unire i popoli e le culture. La tavola è il luogo fondamentale dello scambio tra persone". E la cucina è uno dei primi motivi che spingono i turisti a venire in Italia e il primo a ritornare: "L´italia, a differenza di tanti Paesi del mondo, ha una ricchezza straordinaria rappresentata dalle cucine regionali, ciascuna delle quali ha una caratteristica e una proprietà indimenticabili, che le fa distinguere le une dalle altre". Tra i protagonisti della cucina italiana Formigoni ha voluto ricordare la figura di Gualtiero Marchesi, seduto in prima fila al belvedere di Palazzo Pirelli. Expo - Sul tema del cibo la Lombardia sta lavorando preparandosi al grande evento dell´Expo del 2015. "Nella settimana della moda di Milano in corso - ha sottolineato Formigoni - secondo la Camera di Commercio di Monza e Brianza, su 30 milioni di euro di indotto, più del 15 per cento è dovuto alla ristorazione. Se pensiamo che questa rassegna dura una settimana, abbiamo un´idea di quale peso potrà avere la ristorazione in un evento come l´Expo 2015, che durerà 183 giorni. Ecco perché continuo a lavorare, affinché l´Expo possa essere un´occasione di crescita. Dobbiamo guardarlo come un investimento, soprattutto in questo momento di difficoltà economica". Finanziamenti - Pur di fronte ai dati incoraggianti che fa registrare, assieme al turismo, la ristorazione italiana oggi (in Italia: 260.000 imprese, 1 milione di posti di lavoro, 64 miliardi di fatturato annuo) - ha concluso Formigoni - "dobbiamo continuare a promuovere quei fattori che contribuiscono a farne uno dei motori più robusti del nostro turismo nazionale, quinto nel mondo. Per farlo, in Lombardia, abbiamo varato molte misure accomunate da un unico principio ispiratore: quello dell´integrazione dell´offerta, della creazione di ecosistemi turistici completi". Sempre in quest´ottica la Lombardia ha dato vita a 13 sistemi turistici e ha promosso recentemente, assieme al Ministero del Turismo, 5 progetti d´eccellenza, ai quali sono stati destinati più di 8 milioni di euro. Questi progetti hanno come obiettivo "il potenziamento di eccellenze turistiche che già esistono, ma che devono essere riconosciute e sviluppate". E così uno dei progetti ha come scopo la destagionalizzazione del turismo montano, un altro la riscoperta delle acque navigabili di Lombardia, un altro ancora la valorizzazione dei 9 siti Unesco lombardi, patrimonio dell´umanità.

 

Fonte.UffStampaReg.Lombardia