SEO, OTTIMIZZARE SECONDO GOOGLE - TENDENZE IN ATTO

SEO-696x366

SEO, OTTIMIZZARE SECONDO GOOGLE - TENDENZE IN ATTO

Il termine SEO è consueto fra coloro che si occupano di Internet. La novità però è che oggi, se vuoi essere preso in considerazione, oppure vuoi aumentare le vendite, di qualsiasi genere di attività si tratti, non puoi permetterti di non sapere cosa significhi e come si possa avvantaggiarsene.

Tranne che in Cina ed in pochi altri Paesi, per effettuare le ricerche si usa la barra di Google. Queste domande, poste da miliardi di utenti in ogni angolo del pianeta, vengono classificate, conservate per poi essere indirizzate da Google verso le migliori risposte possibili. Il tutto secondo un parametro che Google stesso si è dato. Qui entra in gioco il termine SEO che significa appunto Search Engine Optimization. Questo termine definisce tutte quelle attività di ottimizzazione di un sito web necessarie per migliorare il posizionamento (la posizione di classifica) nei risultati di qualsiasi motore di ricerca. Si parla sempre di Google poiché tra i vari motori di ricerca, rappresenta una grandissima fetta di tutte le ricerche fatte dagli utenti sia tramite Pc o da dispositivi mobile.

Alla base di tutto c'è un calcolo che Google ha costruito nel tempo e modificato più volte. Il mega calcolo è il famoso algoritmo che prende in considerazione più di 200 parametri diversi, attraverso i quali valuta ogni singola pagina web. La sua valutazione decide in maniera del tutto automatica, in quale posizione della classifica (la SERP), di quella specifica richiesta, viene inserita la singola pagina web come risposta.

Il più importante motore di ricerca al mondo ha un obiettivo fondamentale, quello di essere il più preciso possibile. Preciso nell'individuare la miglior risposta alla richiesta che viene digitata. Per far ciò cerca senza sosta di scovare i contenuti con maggiore qualità.

Chi sono i SEO Specialist?

Se Google cerca di interpretare miliardi di pagine web che sono caricate, ci sono dei personaggi che, questa volta in carne ed ossa, cercano di interpretare Google. Cercano di scoprire come apparire perfetti agli occhi dei suoi robot (l'algoritmo che insegue le pagine web per controllarle). In pratica visto che l'algoritmo è segreto, questi personaggi sperimentano tecniche per poi verificarne il risultato nella SERP (la classifica delle risposte).

Sono i SEO Specialist i guru di questi ultimi due decenni. Coloro che fanno le fortune di siti web che troviamo sempre in prima pagina. Gli stessi da cui dipendono i fatturati delle aziende moderne che hanno scelto la rete per vendere prodotti e servizi. Non è un segreto che ormai la pubblicità si è spostata in gran parte dagli strumenti tradizionali ad Internet. In rete, attraverso metodi espliciti come i banner, si può essere visibili a gruppi omogenei di persone. Si tratta di criteri di affinità che si rifanno ad uno stesso profilo di interessi, di età ecc.

Il Seo Specialist non è però colui di cui ci si avvale per la pubblicità esplicita così come la conosciamo, bensì è colui che fa un attento esame per capire come riuscire ad arrivare in cima. In buona sostanza attraverso uno studio approfondito organizza una tecnica che consiste nel redigere articoli creati ad hoc. Un determinato argomento viene trattato in modo che Google decida di premiarlo e portalo al vertice della sua classifica.

La pubblicità (questa volta implicita) è un articolo (o più articoli concatenati), che parla di un argomento utile a fornire la miglior risposta all’utente, ma contempla anche la presentazione di un prodotto mirato e collegato all’esigenza che quell’utente ha.

Il SEO Specialist è capace di parlare all’utente ma anche all’algoritmo di Google. Due piccioni con una sola fava, come si suol dire. Ciò che pochi capiscono è che per ottenere questo risultato deve star dietro alla crescita di Google inteso come intelligenza artificiale, per cui dovrà tener conto del suo livello di apprendimento e lo fa con la SEO.

Seo Specialist, i nuovi guru del sistema economico

Spesso si parla di esperti di finanza come di veri e propri maghi dell'epoca moderna. A ben vedere se tutto o quasi passa da Google, significa che i nostri acquisti, e persino il nostro punto di vista può essere influenzato da ciò che leggiamo. Noi stessi non andiamo al di la della prima pagina di risultati per leggere la risposta a ciò che stiamo cercando. E' quindi vitale essere nella prima pagina o meglio ancora entro i primi 3 posti.

Sebbene un SEO Specialist sia in grado di orientare i risultati di ricerca, lo fa comunque secondo le regole di Google. Quindi non si può dire che bari ma semplicemente che sa ascoltare e mettere in pratica con molta attenzione. E' un punto importante perché ci toglie il dubbio che quello che leggiamo sia in qualche modo non veritiero o mistificato ad arte. In teoria il sistema dell'algoritmo cerca di scovare fake news, e informazioni non vere. Per questo motivo da agosto 2018 ha iniziato a dare notevole importanza ai cosiddetti credits (maggior controllo della fonte di informazione).

I robot di Google e la specializzazione delle web agency

Il Robot di Google cerca riferimenti precisi sugli autori dell'informazione e pretende che siano delle fonti autorevoli. Ne servono per ogni notizia sensibile, almeno due per premiare nella SERP quella specifica pagina web. Ciò accade soprattutto per tutti i siti medici, o di quelli che in qualche modo divulgano informazioni a carattere scientifico.

Queste specifiche, ed altre in passato, hanno fatto in modo di segmentare il mercato delle web agency (dove solitamente lavorano i SEO Specialist). Per cui si può dire che non c'è un guru tuttologo, o un'agenzia che domina il mercato dell'ottimizzazione dei siti web. Esiste invece una moltitudine di agenzie specializzate in vari settori e in diversi territori.

Se si guarda al settore dello spettacolo si avrà bisogno di una web agency con forti competenze social che si avvalga magari di specialisti del gossip. Nel settore delle ricette di cucina una SEO di livello deve avere contenuti fotografici di qualità molto alta quindi la sua forza sta nel web design.

SEO - in cosa consiste l'ottimizzazione delle pagine web

Ottimizzare secondo i criteri della SEO, ha un preciso significato e si racchiude in attività che hanno una diversa impostazione di lavoro. Si parla di ottimizzazione tecnica, di creazione di contenuti e di pubblicizzazione degli stessi. Di seguito li vediamo uno per uno:

L'ottimizzazione tecnica consiste nel rendere una singola pagina web di un sito, leggibile in maniera scorrevole. Deve essere anche veloce nel caricamento (si dice che ormai oltre i 5 secondi medi di download, un utente medio non resista ed abbandoni). Deve anche essere perfettamente inquadrata rispetto alla parola chiave (Keyword) che intende spiegare all'utente.

La creazione dei contenuti è ciò che sta diventando centrale per i motori di ricerca. Più sono attuali, centrati sulla domanda posta nella barra di ricerca, e più acquisiscono autorevolezza.

La pubblicizzazione di una pagina web o di un intero sito è un'attività di marketing SEO, centrale per il successo di una campagna. Oltre agli strumenti a pagamento che si acquistano nel programma Google Adwords, ci sono metodi non a pagamento che consistono nel formarsi una solida reputazione. È la link building che in pratica consiste nell'essere citati da altri siti autorevoli, questo, insieme alla qualità dei contenuti, basta in molti casi per essere in vetta alla SERP, concorrenti permettendo, tutto parte dalla qualità del proprio contenuto che viene citato spontaneamente da altre pagine web.

Torniamo alla qualità per una buona SEO

C'è una tendenza in atto che risulta sempre più evidente ogni mese che passa. Ci si è basati per molto tempo su una strategia incentrata sulla quantità di articoli che vertono sullo stesso argomento, visto da diverse angolazioni. Oggi invece è meglio affrontare bene un determinato argomento che avere 50 articoli diversi che si fanno concorrenza tra di loro. E' ciò che il marketing SEO sta mettendo in atto e cioè sfoltire di articoli simili i siti, per avere più possibilità di posizionarsi nella SERP.

È un indice di qualità nuovo e ancora da inquadrare bene. Un'altra novità è il superamento nelle ricerche che sono fatte tramite i dispositivi mobile rispetto a quelle lanciate da Pc. Più il sito è ottimizzato per smartphone e tablet più sarà premiato. Oltre alla leggibilità conta molto la velocità di caricamento per cui questo parametro è diventato fondamentale e consiste nell'ottimizzare al massimo il peso delle immagini e dei video.

Le tendenze sono così classificate in base a ciò a cui si assiste in seguito ad ogni aggiornamento dell'algoritmo di Google:

  • Google cerca di indicizzare e classificare le pagine di qualità superiore.
  • Gli utenti vogliono essere maggiormente coinvolti, quindi bene per foto e contenuti multimediali.
  • La velocità dei mobile è una condizione importante.
  • I siti medici, o in genere a carattere scientifico devono citare le fonti autorevoli.
  • Gli aggiornamenti sono graditi.

A grandi linee i trend sono questi. Se intendi quindi anche tu mettere il naso in questo mondo, spero che tu abbia acquisito i concetti fondamentali. Il tempo e la passione faranno il resto. Il mondo della SEO non sta mai fermo, almeno fino a quando esisterà la modalità di ricerca mediante i motori di ricerca.

Condividi
comments

Curiosità