corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


L’IRRESISTIBILE SOLE D'INVERNO... di Alessandra Matteucci

2Oggi cari lettori, vi presento una mise en place che mi ha ispirato una incredibile giornata di sole che si è presentata nelle colline senesi, dove ero ospite di amici ad Asciano, in un uliveto di estrema bellezza; sempre con semplicità ho voluto realizzare la tavola per quattro commensali. Simpatici bicchieri in cristallo con le iniziale incise, vino ed acqua, posateria in argento e richiami al passato, rivestendo dei semplici vasi con del tulle. Un tocco floreale e di verde, con fiori ed aromi del luogo, danno il giusto colore a questa tavola, immersa nel verde degli olivi circostanti. La ricorrenza è un anniversario e, per dare un tocco di originalità, ho voluto inserire come centro tavola una torta che accompagnerà gli ospiti per tutto il pranzo.

Alessandra Matteucci

Wedding Planner - Event Creator

www.alessandramatteucci.com

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

L’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore

Al centro delle Crete Senesi in un paesaggio fra i più belli d’Italia, Asciano mantiene un centro storico di grande pregio, con chiese e musei di notevole interesse. A pochi chilometri dal paese, in un bosco di piante secolari, si trova il grandioso complesso monastico dell’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore. Fondato nel 1319 dal Beato Bernardo di Tolomei di Siena, è stato ed è tuttora una grande centro di arte e cultura. L’intero monumento, realizzato in cotto secondo il linguaggio architettonico senese tradizionale, è raggiunto da un antico ponte levatoio che passa sotto un torrione merlato. La maestosa chiesa abbaziale, preceduta da un viale di cipressi, è di uno stile tardo gotico. All’interno si rimane estasiati dall’impianto decorativo con aggiunte barocche e rococò. A fianco della chiesa, nel chiostro, si possono ammirare le storie di S. Benedetto affrescate da Luca Signorelli e da Giovanni Antonio Bazzi detto il Sodoma. Attigua alla sala del Capitolo spicca la Quadreria con dipinti di Duccio di Buoninsegna.

© Alessandra Mateucci

Bon Ton L'irresistible sole d'inverno    

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano