corriere150repubblica150

giornale150

sole24ore150

 

IlMessaggero-punto-itiltempo

 

ilpiccolo

ilmattino

 

 

lastampa.itil secoloxix

 

ilgiorno

avvenire

 

 

 

 


A MILANO L’ARTE "VIAGGIA IN METRO"

cordusio

Un viaggio nei secoli sul rapporto tra arte e cibo come omaggio a Milano durante il periodo di Expo. fino a luglio, oltre 30 opere realizzate al computer si alterneranno in più di 200 stazioni della metropolitana milanese delle tre linee principali, sottolineando alcuni particolari dei singoli dipinti legati al cibo: un cesto di frutta, una tavola, un solo frutto. La mostra è curata dal noto critico d’arte e giornalista Philippe Daverio con il supporto di Esselunga.

La scelta dei quadri effettuata da Daverio privilegia autori non sempre noti al grande pubblico, ma di impatto scenico, per la maggior parte francesi, olandesi e qualche italiano, attivi tra il 1600 e il 1900, specializzati in nature morte. Non mancano tele storiche come “L’Alceste” di Caravaggio o “Le déjeuner d’huîtres” (La colazione alle ostriche) di Jean-François de Troy esposto al castello di Chantilly che testimonia come l’abbinamento di crostacei e bollicine in Francia sia avvenuto appena dieci anni dopo l’invenzione dello Champagne da parte del religioso Dom Perignon. Tra gli italiani spiccano Cristoforo Munari, Giuseppe Recco e Bartolomeo Bimbi. Già non mancano commenti da parte dei milanesi su twitter e altri social media per sottolineare l’evento, che, forse, potrebbe anche essere ripetuto in un prossimo futuro.

© 

News  A Milano l'Arte viaggia in Metro 

Condividi
comments
  • Menabrea_2
  • Menabrea_1

In primo piano